Cerca nel quotidiano:


Ponte di Calafuria, iniziati i lavori per la sicurezza

Venerdì 24 Febbraio 2017 — 14:44

Mediagallery

Con la nuova stagione balneare sarà finalmente riaperto l’accesso a mare lato sud del ponte di Calafuria, interdetto per questioni di sicurezza da più di un anno. Hanno infatti preso il via i lavori di cantierizzazione sul ponte necessari per eseguire gli interventi di manutenzione alla struttura reticolare che, nei mesi scorsi, aveva ceduto in alcuni punti con il distacco di parti di rivestimento.
L’intervento vede la stretta collaborazione tra la Protezione Civile del Comune di Livorno e Anas, Compartimento di Firenze, essendo la società responsabile di quel tratto di Aurelia e del viadotto di Calignaia. Il lavoro rientra tra quelli di messa in sicurezza e, più in generale, di riqualificazione che riguardano tutto il tratto stradale del Romito, tra cui rientrano gli interventi radicali sul ponte di Calignaia effettuati l’anno scorso che hanno consentito lo svolgimento della stagione balneare in condizioni di sicurezza, e la sostituzione del guardrail con una barriera di delimitazione in legno, lavori, questi ultimi, ancora in corso. L’intervento sul ponte di Calafuria prevede l’utilizzo di un ponteggio tradizionale in modo da facilitare la rimozione di tutte le parti di rivestimento ammallorate a causa degli eventi atmosferici e la ripresa dei rivestimenti cementizi con l’ausilio di resine specifiche per ambienti salmastrosi. Il costo dell’opera si aggira intorno ai 200mila euro, i lavori si concluderanno alla fine di aprile.

Riproduzione riservata ©

6 commenti

 
  1. # Alpino

    Basta che non blocchino il traffico con code di 5 km nei due sensi come hanno fatto per l’installazione dei ridicoli guardrail in legno, in puro stile alpino.

    1. # Michele B.

      Era forse meglio lasciare i vecchi guardrail? Rimetterli uguali? Era forse possibile calarli magicamente dal cielo senza occupare un millimetro di corsia?

      1. # Alpino

        I vecchi guardrail erano fatiscenti, ma ripristinarli non significava sostituirli con le brutture lignee (e se il legno si scheggia e infilza chi ci va a sbattere?). Calarli dal cielo?… No, ma nemmeno interrompere l’Aurelia con semafori – e si è visto che era possibile fare diversamente !

      2. # cappuccino

        Sì, era meglio lasciare i vecchi.

  2. # bob

    Ha perfettamente ragione, i guardrail andavano rivestiti di guscio di Caretta-Caretta per rimanere nell’ambiente marino. Quanto al ponte lasciamo cadere a pezzi per farla felice e senza code.

    1. # Alpino

      Non pensa che si possa ripristinare dei guardrail NORMALI e per riparare il ponte si possa anche evitare code (come alla fine è stato fatto per i guardrail? Ce l’ha con la gente comune?)