Cerca nel quotidiano:


Porta a porta, stop a carta e vetro

Verranno collocate in strada 60 campane di colore verde che potranno essere utilizzate periodicamente dai cittadini per il corretto conferimento del vetro

Giovedì 19 Marzo 2020 — 11:51

Mediagallery

Le decisioni sono state prese congiuntamente da Aamps e dalle rappresentanze dei lavoratori aziendali e per la sicurezza. Nell'accordo siglato nella giornata di mercoledì 18 marzo si dà anche evidenza della messa in ferie di 30 operatori

Il protrarsi dell’emergenza Coronavirus impone ad Aamps una progressiva razionalizzazione dei servizi a tutela della salute dei lavoratori e dei cittadini.
Ne consegue, in primis, che la sospensione della raccolta della carta, indicata in un primo momento solo per questa settimana, manterrà l’interruzione fino a data da destinarsi. “La carta – specificano dall’area comunicazione dell’azienda di raccolta rifiuti – possibilmente deve essere tenuta in casa. Se gli spazi non lo consentono può andare eccezionalmente nell’indifferenziata”.
Secondariamente da lunedì 23 marzo è sospesa, fino a nuove disposizioni, anche la raccolta del vetro ma, per limitare i disagi alla cittadinanza, verranno collocate in strada 60 campane di colore verde che potranno essere utilizzate periodicamente dai cittadini per il corretto conferimento di questo tipo di rifiuto.

Le decisioni sono state prese congiuntamente da Aamps e dalle rappresentanze dei lavoratori aziendali e per la sicurezza. Nell’accordo siglato nella giornata di mercoledì 18 marzo si dà anche evidenza della messa in ferie di 30 operatori che potranno essere chiamati al rientro in servizio per eventuali emergenze. Si tratta di un’azione preventiva, proposta dalle organizzazioni sindacali e già adottata in altre realtà che erogano servizi pubblici essenziali, che in caso di quarantena forzata per qualche operatore garantirebbe la possibilità di attingere ad altro personale garantendo i servizi essenziali.
Aamps, Rsa ed Rls colgono l’occasione per invitare i condomíni a proseguire nella collaborazione esponendo i contenitori dei rifiuti al di fuori delle aree private (eventualmente avvicinarli il più possibile alla strada) e a tenere i cancelli aperti durante gli orari di raccolta. Ciò per ridurre ulteriormente i contatti sociali ad ulteriore tutela della salute sia dei cittadini sia degli operatori.

I contenuti dell’accordo appena siglato sono stati apprezzati dall’Amministrazione Comunale. “In questi giorni abbiamo il duplice obbligo di garantire una città pulita e lo svolgimento dei servizi di raccolta fondamentali e, al tempo stesso, garantire la sicurezza dei lavoratori di Aamps che svolgono un servizio fondamentale per tutta la nostra comunità – commenta Gianfranco Simoncini, assessore alle Società Partecipate – L’accordo raggiunto, che col sindaco Luca Salvetti riteniamo equilibrato e giusto, ci permette di perseguire entrambi gli obiettivi permettendo di portare avanti anche nuovi servizi come la sanificazione di tutte le strade della città garantendo al massimo la sicurezza degli operatori. Ringrazio Aamps e le organizzazioni sindacali per la dedizione e il senso di responsabilità che stanno dimostrando per Livorno”.

Aamps conferma che i Centri di Raccolta e gli sportelli aziendali per le richieste di informazioni e il ritiro del materiale per il corretto conferimento dei rifiuti in via dell’Artigianato 32 rimangono anch’essi chiusi a data da destinarsi. Si può invece continuare a fare riferimento al numero verde 800-031.266 (da rete fissa) oppure al tel. 0586-416.350 per eventuali urgenze (es. eco-card per apertura cassonetti elettronici non funzionante).

Riproduzione riservata ©