Cerca nel quotidiano:


Pratica forense, il Comune cerca candidati

La pratica forense all'Avvocatura può essere svolta per un periodo non superiore a 12 (dodici). Rimborso forfettario nella misura di € 500,00 al mese

Giovedì 4 Novembre 2021 — 17:15

Mediagallery

È stato pubblicato nella sezione Concorsi alla pagina Selezioni>procedure comparative un avviso di selezione pubblica per titoli e per colloquio per l’individuazione di una persona idonea all’accesso all’esercizio della pratica forense presso l’ufficio avvocatura del Comune di Livorno per l’anno 2021/2022. La pratica forense all’Avvocatura può essere svolta per un periodo non superiore a 12 (dodici) mesi, così come previsto dalla nuova disciplina dell’ordinamento della professione forense contenuta nella Legge 31.12.2012, n. 247. A decorrere dal settimo mese di pratica forense al praticante spetterà un rimborso forfettario, nella misura di € 500,00 al mese che saranno corrisposti trimestralmente. Per lo svolgimento del praticantato forense presso l’Avvocatura, il candidato deve:

essere cittadino italiano o di uno stato membro dell’Unione Europea;
essere in possesso della laurea in Giurisprudenza (in base al vecchio ordinamento universitario) o della laurea magistrale in Giurisprudenza (in base al nuovo ordinamento universitario) con voto non inferiore a 94/110
essere in possesso dei titoli di studio richiesti per l’iscrizione nel Registro dei Praticanti previsto dalla disciplina dell’ordinamento della professione forense di cui alla Legge 31 dicembre 2012, n. 47;
se già iscritto nel suddetto Registro, non avere un’anzianità di iscrizione superiore a sei mesi
non avere condanne penali a proprio carico o procedimenti penali in corso per reati che impediscono il rapporto di impiego con la Pubblica Amministrazione, secondo quanto previsto dalla normativa vigente in materia.
Tutti i suddetti requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine indicato nell’avviso pubblico per la presentazione della domanda.

La domanda per l’ammissione al tirocinio, redatta secondo il modulo allegato, deve essere presentata, a pena di esclusione, debitamente sottoscritta con firma digitale, o con firma autografa corredata da fotocopia di un valido documento d’identità. La domanda, a pena di nullità, deve essere corredata dal curriculum vitae predisposto in  formato  europeo  firmato  digitalmente o corredato da fotocopia di un valido documento d’identità; la firma autografa non deve essere autenticata ex  art. 39, D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445. La domanda deve essere presentata pena l’esclusione dalla procedura, entro e non oltre il giorno 30 novembre 2021 e deve essere inviata esclusivamente tramite posta elettronica certificata PEC all’indirizzo [email protected] La mail con cui si invia la domanda deve avere il seguente oggetto: “Domanda per l’ammissione alla pratica forense presso l’Avvocatura del Comune di Livorno”. L’invio della domanda e degli allegati potrà avvenire unicamente da una casella PEC di cui risulti titolare il candidato; qualora la PEC utilizzata non sia riconducibile al candidato, la domanda e i relativi allegati dovranno necessariamente essere firmati digitalmente dallo stesso.

Per informazioni
Per informazioni scrivere un messaggio ai seguenti indirizzi email:
[email protected]
[email protected]omune.livorno.it
[email protected]
[email protected]
oppure telefonare ai numeri 0586/ 820484 – 820593

Riproduzione riservata ©