Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Primarie Pd, come e dove si vota

Venerdì 24 Febbraio 2023 — 14:21

Mirabelli: "Sarà una grande occasione per tutto il Partito Democratico. Faccio un appello per andare al voto perché solo così possiamo ridisegnare insieme il Partito Democratico di domani". Ecco tutte le INFO utili, i SEGGI, le LISTE e TUTTI I NOMI

di Giacomo Niccolini

“Questa di domenica 26 febbraio sarà una grande occasione per il Partito Democratico. Un partito che, con tutti i suoi pregi e con tutti i suoi difetti, riesce sempre e comunque, anche in tempi lunghi e burocratici, ad intavolare una discussione congressuale trasparente. Voglio fare un appello a tutti gli iscritti, agli elettori del PD e ai simpatizzanti del nostro partito di partecipare alle primarie. Quello che sarà il futuro Partito Democratico sarà la somma di questi voti che andremo a raccogliere domenica ed è necessaria più che mai la spinta del popolo elettorale del PD livornese”.  Sono queste le parole del segretario comunale del Pd livornese, Federico Mirabelli, a poche ore dal voto per le Primarie del Partito Democratico. Le regole sono poche e chiare: si vota dalle 8 alle 20 di domenica 26 febbraio in 12 sedi nella nostra città (clicca sulla clip bianca su sfondo azzurro sopra al titolo per scaricare  e consultare le INFO e DOVE SI VOTA).
Ad ogni sede individuata dal PD livornese corrisponde una sezione elettorale di riferimento (quella sulla scheda elettorale di ogni elettore, per intendersi). Ogni elettore dovrà quindi consultare la sezione elettorale e recarsi alla relativa sede assegnata portandosi con sé un documento di identità valido e una tessera elettorale. Saranno ammessi al voto tutti gli elettori che hanno compiuto per lo meno il 16esimo anno di età. Agli iscritti al partito non sarà chiesto alcun contributo economico mentre per i simpatizzanti, ma privi di tessera, sarà chiesto un contributo minimo di due euro. “Contributo che sarà chiaramente gradito anche da parte di chi è iscritto al partito – sottolinea Daniela Bartalucci, presidente della commissione di garanzia per il Congresso – Il nostro obiettivo? Confermare e, se possibile superare, il numero di votanti delle primarie del 2019 relative alla scelta tra Martina, Zingaretti e Giachetti  dove i votanti in città si attestarono a quota 5925″.
Potranno votare tutti? “Il voto è aperto a tutti coloro i quali si impegnano e dichiarano di condividere le scelte e il programma del Partito Democratico – specificano dal quartier generale di via Donnini – impegnandosi a sostenerlo alle elezioni, firmando un foglio di consenso per la privacy dove potranno essere così ricontattati per le iniziative elettorali e di Partito. Il presidente di ogni seggio dunque sarà libero di chiedere di abbandonare il seggio elettorale delle Primarie a chiunque sia identificato come smaccatamente non aderente ai principi, agli intenti programmatici ed elettorali e ai valori del PD”.
Presenti alla conferenza stampa di presentazione delle iniziative elettorali per le primarie anche uno dei “senatori”, Sergio Muzi, membro della commissione congresso e Chiara Macchi dei Giovani Democratici membro della commissione per il congresso. In allegato, in alto cliccando sulla clip bianca su sfondo azzurro, le liste nazionali e regionali con tutti i NOMI a sostegno dei candidati Bonaccini e Mercanti e di Schlein e Fossi.

Condividi:

Riproduzione riservata ©