Cerca nel quotidiano:


Pagati 14mila bollettini, 3mila rinunce

Martedì 13 Dicembre 2016 — 18:18

Mediagallery

L’ufficio Mobilità del Comune di Livorno rende disponibili i dati sui contrassegni a pagamento, aggiornati all’11 dicembre. A novembre il Comune aveva inviato 22.887 bollettini (12.175 relativi a contrassegni per auto unica o prima auto, 8.592 riferiti alle seconde auto e 1.580 riferiti alle terze auto e successive). All’11 dicembre, risultano pagati 13.852 bollettini (di cui 9.667 rendicontati in automatico tramite Poste Italiane, e 4.185 versati senza utilizzare il bollettino premarcato, e che quindi l’ufficio Permessi sta registrando manualmente). I contrassegni cancellati entro la scadenza del 30 novembre sono stati 2.997, mentre i contrassegni cancellati dopo il 30 novembre (riconsegnati per posta) sono al momento 78.
Complessivamente sono quindi 16.927 le posizioni già “regolarizzate”, cioè i contrassegni pagati o cancellati. Le lettere che il Comune sta provvedendo a inviare sono 1.222. Si tratta dei bollettini con gli importi ricalcolati in seguito alla rinuncia a uno o più contrassegni, le lettere per i cittadini che a causa di un disguido non erano stati inseriti nell’elenco, e le lettere per chi ha segnalato al Comune di non aver ricevuto nessuna comunicazione al proprio domicilio. Facendo la differenza rispetto ai bollettini inviati, mancano all’appello 4.738 posizioni, che però potrebbero presto chiarirsi tenendo conto dei versamenti fatti senza utilizzare i bollettini precompilati e ancora non registrati, delle 200 lettere che risultano nei ‘resi’ di Poste Italiane, e delle rinunce inviate per posta e ancora da registrare.

Riproduzione riservata ©

9 commenti

 
  1. # Ginogino

    ….E IO PAGO…E IO PAGO….direbbe il mitico TOTO’ ma noi per cosa abbiamo pagato ? per il momento controlli scarsi anzi quasi nulli e per il futuro il nostro comune cosa prevede di continuare a controllare in questo modo ?? pagate , e noi abbiamo pagato ma il servizio ce lo volete dare come si deve o no ????

  2. # Gabriele

    Ora infatti di posti auto in borgo è zibillo ahahahah bella mossa Leonida.

  3. # Mauro

    Le tremila rinunce non sono tremila posti auto in più come qualcuno ha detto. Io ho rinunciato al contrassegno come molte altre persone che conosco , perché ho ricevuto il bollettino per il versamento per un auto che non ho più da dodici anni e quando l’ho venduta ne aveva già dieci.

  4. # Manu

    Ma per chi come me che ha un mezzo autocarro con permesso ztl posso parcheggiare nelle strisce blu senza pagare o no?

  5. # PIRATA

    Bastava fare controlli serrati dei biglietti sui mezzi pubblici e quei soldi sarebbero venuti fuori ugualmente.

  6. # Michele

    Dalla Mia esperienza in Veneto l’adozione dei tagliandi ha funzionato davvero, come tutte le cose serve un po’ di tempo per rendersene conto

  7. # Foffo

    Vi lamentate tutti…io in citta’ un ci abiterei mai…no per questa tassa ma per il troppo caos file ecc ecc…. in periferia la vita e’ molto meglio vita sana e zero problemi…svegliatevi invece di brontola” sempre…..le situazioni cittadine sono tutte cosi livorno si e’ solo adeguata alle altre citta’ che e’ decenni che e’ cosi…non e’ colpa di Nogarin….

  8. # ciccio

    Qualcuno mia può spiegare perché io ho pagato ed espongo la M e il mio vicino espone anche lui la M ma senza aver pagato e non viene sanzionato? Perché alcuni residenti non hanno pagato ma nessuno li sanziona? Allora non c’era bisogno di pagare entro il 30 novembre se la lettera di zona resta valida comunque

    1. # Fabio

      Chiama vigili se sei sicuro di cio che hai scritto. Altrimenti non ti lamentare…. spero che quando il sistema entrerà a regime i furbetti siano sanzionati come previsto….