Cerca nel quotidiano:


Quercianella, il “Popolo del Moletto” insorge contro chi sporca

I frequentatori del moletto di Quercianella hanno deciso di esporre uno striscione per ricordare a tutti quanto sia giusto e necessario lasciar pulito questo pezzettino di paradiso

Lunedì 6 Luglio 2020 — 12:01

di Giacomo Niccolini

Mediagallery

Gino Schirripa: "Abbiamo voluto sottolineare con uno striscione deciso, ma allo stesso tempo goliardico, l'importanza di rimuovere i mozziconi di sigaretta dagli scogli del moletto"

Il moletto di Quercianella vive di una vita a sé per tutta la stagione estiva. Una sorta di Repubblica, o meglio una Comune, con tanto di popolo sovrano che da maggio ad ottobre gode del meraviglioso scenario che la natura offre e ne rispetta il codice non scritto di civiltà e pulizia.
Purtroppo però non sempre questo scenario riesce a rimanere immune da un virus quanto mai frequente: la maleducazione.
“Specialmente nel weekend – spiega Gino Schirripa, uno degli assidui frequentatori del moletto e autore dello striscione che vedete nelle foto in pagina – questa parte di Quercianella viene presa d’assalto da chi magari durante la stagione estiva non la frequenta assiduamente. E questo tipo di frequentatori sono quelli forse meno attenti alla pulizia degli scogli e dell’ambiente circostante. Insieme ad altri aficionados del moletto il sabato sera e la domenica passiamo delle ore a ripulire quanto troviamo: bottiglie di plastica usate e lasciate incustodite, cartacce gettate per terra, ma soprattutto cicche di sigarette. Domenica 5 luglio, per fare solo uno dei tanti esempi, uno scoglio era costellato di mozziconi spenti e lasciati nelle intercapedini dello scoglio. Un vero e proprio peccato. Ecco perché abbiamo deciso di esporre questo striscione che, in maniera goliardica, con un piglio tipicamente livornese, invita tutti a ripulire dello sporco che viene fatto, soprattutto a rimuovere i mozziconi”.
Che dire, speriamo che questo monito, quanto mai esplicito, serva a ricordare ad ognuno di lasciar pulito il suo pezzo di scoglio e il suo pezzettino di paradiso preso in prestito per qualche ora di sole. La natura, e la “Repubblica del Moletto di Quercianella”, ringraziano.

Riproduzione riservata ©