Cerca nel quotidiano:


Regione: ristoranti, ecco le novità

Se ci sarà un cameriere a servire, il buffet si potrà fare. Registro delle prenotazioni per almeno due settimane e i menu dovranno essere plastificati oppure consultazione online. Riaprono le aree giochi per bambini

Sabato 30 Maggio 2020 — 08:03

Mediagallery

Si ricorda che la distanza di sicurezza obbligatoria tra le persone per ridurre il rischio di contagio da coronavirus è di un metro, ma in Toscana continua ad essere raccomandato il metro e ottanta

Riportiamo, per metterlo in evidenza, il capitolo “ristoranti” del dettagliato comunicato della Regione sulle riaperture da noi pubblicato il 27 maggio e titolato “Regione: per gli ombrelloni in spiaggia 10 mq. Sì a racchettoni e sport individuali”. Si ricorda che la distanza di sicurezza obbligatoria tra le persone per ridurre il rischio di contagio da coronavirus è di un metro, ma in Toscana continua ad essere raccomandato il metro e ottanta.

Ristoranti, le novità nel protocollo delle Regioni – Quanto alle linee guida comuni adottate dalla Conferenza delle regioni, per i ristoranti rimane il divieto della consumazione a buffet in modalità self-service (ma se ci sarà un cameriere a servire, il buffet si potrà fare) e tra ogni seduta ci dovrà essere la distanza obbligatoria di un metro, salvo la presenza di barriere tra i tavoli. Le regole si applicano anche a ristoranti e bar di campeggi, piscine parchi a tema. Si potrà consumare al banco, ma sempre sei i clienti potranno starsene distanti almeno un metro l’uno dall’altro. Un registro delle prenotazioni dovrà essere conservato per almeno due settimane. Al chiuso si invita a favorire il ricambio d’aria ma ad escludere (se tecnicamente possibile) la modalità di ricircolo in presenza di impianti di condizionamento. I menu dovranno essere plastificati, per essere disinfettati dopo ogni uso al pari dei tavoli: altrimenti consultazione online sul proprio cellulare.

Riproduzione riservata ©