Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Regione: Tre Ponti, affidati i lavori per la nuova struttura

Venerdì 21 Ottobre 2022 — 16:34

Foto progetto 2019

Sarà un’opera ‘a tutta luce’ che prevederà anche due piste ciclopedonali ai lati. L'assessore regionale Monni: "L’attuale struttura è cara ai livornesi ma i cambiamenti climatici impongono di dare priorità agli aspetti di sicurezza idraulica". Salvetti: "Un altro tassello alla messa in sicurezza del nostro territorio in seguito all'alluvione"

Affidati i lavori per la realizzazione del nuovo ponte sulla foce del Rio Ardenza, in corrispondenza all’attuale attraversamento, noto come Tre Ponti. La nuova struttura sostituirà quella attuale a tre campate, mettendo in sicurezza la foce. Nonostante il rincaro dei prezzi abbia complicato la gara d’appalto e la procedura di assegnazione, il Genio Civile Valdarno inferiore è infine riuscito ad affidare i lavori alla Rti Consorzio stabile grandi opere Scarl e Consorzio Stabile Santa Chiara Scarl, che nel giro di diciotto mesi dovranno realizzare un’opera dal valore di circa 7.265.000 euro. L’infrastruttura rientra nel piano delle opere previste a seguito dell’evento alluvionale che ha colpito Livorno nel 2017.
“I fenomeni meteorologici intensi e violenti degli ultimi anni – spiega l’assessora regionale all’ambiente Monia Monni – hanno reso necessario un radicale ripensamento della struttura, un adeguamento della precedente non sarebbe stato sufficiente. Il nuovo ponte avrà una campata unica e consentirà un migliore deflusso delle acque verso il mare. L’attuale struttura ottocentesca con tre archi è molto bella e cara ai cittadini, ma i cambiamenti climatici impongono di dare priorità agli aspetti di sicurezza idraulica, con un’opera ‘a tutta luce’, che tra l’altro prevederà non soltanto la pista carrabile, ma anche due piste ciclopedonali ai lati”. ”Finalmente – prosegue Monni – siamo riusciti ad aggiudicare i lavori nonostante il caro prezzi, per questo voglio ringraziare il grande lavoro svolto dal Genio Civile Valdarno inferiore e dalla Direzione Difesa del Suolo. Questo risultato dimostra con i fatti il costante impegno della Regione nel portare a termine gli impegni presi con la città di Livorno, per fare in modo che eventi come quelli del 2017 non accadano più”.  Il sindaco Luca Salvetti: “Un altro tassello si è aggiunto agli interventi realizzati e in fase di realizzazione di messa in sicurezza del territorio in seguito all’alluvione che ha colpito la città di Livorno il 10 settembre 2017. L’affidamento dei lavori per il nuovo ponte nella zona dei “Tre Ponti”, nonostante il massiccio aumento dei prezzi delle materie prime, permette di partire con un’opera di primaria importanza per la foce del Rio Ardenza. Continua così l’impegno della Regione Toscana, del Genio Civile e del Comune di Livorno per la difesa del territorio.” Aggiunge il sindaco: “Ringrazio l’assessora Monia Monni per l’attenzione e la consapevolezza di quanto importanti siano gli obiettivi da raggiungere relativamente alla messa in sicurezza idrogeologica del nostra città”.
Il progetto – Il nuovo ponte a campata unica avrà una luce idraulica libera pari ad almeno 40 m e “franco libero” di 1.50 m sul livello di massima piena. L’opera sarà posta ad un’altezza di circa 3 m sopra al piano viario attuale e sarà realizzata a struttura metallica con schema di doppio incastro per darle un aspetto snello. Per la sua realizzazione è previsto l’impiego di un acciaio autoprotetto cui verrà applicato un ciclo di verniciatura per aumentarne la durabilità. La struttura principale del ponte è costituita da quattro travi in acciaio ad altezza variabile collegate tra di loro da una serie di traversi, il piano viario è costituito da una lamiera di acciaio dello spessore di 16 mm irrigidita. Per la durata dei lavori è prevista la realizzazione di una viabilità alternativa, sul lato terra, con la messa in opera di un ponte provvisorio tipo “Bailey”, in modo da mantenere il collegamento viario nord-sud della città.

Condividi:

Riproduzione riservata ©