Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Riaperta via dell’Ambrogiana

Sabato 13 Agosto 2022 — 08:53

Dopo un lungo e articolato iter burocratico (la strada era chiusa da 6 mesi) la proprietà del muro crollato ha inviato al Comune la dichiarazione di messa in sicurezza. La soddisfazione del sindaco

Alle 16 dell’11 agosto via dell’Ambrogiana è stata riaperta alla circolazione veicolare. Come si legge in un comunicato inviato dal Comune il 12 agosto intorno alle 18, la strada fu chiusa nei mesi scorsi in seguito al crollo di 15 metri di muro che delimitava una proprietà privata e al fatto che 20 metri risultavano potenzialmente ancora pericolosi, come stabilito dai Vigili del Fuoco. Fu effettuato un sopralluogo congiunto del Comando dei Vigili del Fuoco con la Polizia Municipale ed un tecnico del Comune. La strada fu chiusa nel tratto compreso tra i numeri civici 63 fino e oltre il civico 40. Alla società proprietaria del muro di cinta di valore storico, a sud di via dell’Ambrogiana dopo il crollo era stata richiesto un intervento con opere di messa in sicurezza per il ripristino della viabilità su via dell’Ambrogiana stessa. La mattina del 12 agosto la proprietà ha inviato alla Polizia Municipale la dichiarazione di messa in sicurezza della strada e proprio in seguito a questo passaggio è stato possibile riaprire il tratto di via dell’Ambrogiana chiuso da 6 mesi. “Oggi abbiamo potuto finalmente riaprire via dell’Ambrogiana – ha dichiarato il sindaco – dopo che la proprietà ha inviato al Comune la dichiarazione di messa in sicurezza della strada, come richiesto dai nostri uffici al momento del crollo. La squadra della Protezione Civile Comunale, la Polizia Municipale, Aamps e SegnalaLi hanno provveduto a ripulire la strada prima della riapertura definitiva. Una considerazione finale: alcune volte cose che appaiono di facile esecuzione, per motivi di responsabilità e iter burocratici, si complicano terribilmente, immobilizzando la Pubblica Amministrazione. Ci vogliono costanza e caparbietà per superare questi ostacoli”.

Condividi:

Riproduzione riservata ©