Cerca nel quotidiano:


Riapre al transito la via di Quercianella

Il traffico sarà consentito in una sola corsia con senso unico alternato e limitazione della velocità a 30 kmh. Biasci: "Ringrazio Regione Toscana e il consigliere Francesco Gazzetti". Entro novembre la conclusione dei lavori

Lunedì 6 Luglio 2020 — 16:05

Mediagallery

In caso di allerta meteo con codice arancio o rosso al fine di evitare situazioni di pericolo la viabilità sarà immediatamente chiusa per tutta la durata dell’avviso. Entro novembre la conclusione dei lavori

A partire dalle 12 di martedì 7 luglio sarà riaperta al transito la SP 9 via di Quercianella (nella foto tratta dal sito provincia.livorno.it le operazioni di disboscamento effettuate sulla scarpata). Nel tratto interessato dai lavori, in particolare gli ultimi tornanti prima dell’innesto sulla SS Aurelia, all’altezza di Castel Sonnino, il traffico sarà consentito in una sola corsia, con senso unico alternato e limitazione della velocità a 30 kmh. Tuttavia, in attesa del completamento delle opere di consolidamento della scarpata, in caso di allerta meteo per pioggia con codice arancio o rosso, al fine di evitare situazioni di pericolo la viabilità sarà immediatamente chiusa per tutta la durata dell’avviso. Nelle settimane scorse la Provincia ha svolto alcuni lavori per la regimazione delle acque sotterranee, ed ha concluso le apposite indagini geologiche che consentono alla ditta incaricata di procedere con la progettazione delle opere per la definitiva messa in sicurezza di tutta l’area. “Siamo lieti di aver mantenuto l’impegno preso a suo tempo con i residenti della zona – sottolinea il consigliere provinciale delegato alla viabilità, Giovanni Biasci – il lieve slittamento, rispetto al cronoprogramma indicato dai tecnici della Provincia, è stato causato dalla sospensione dei lavori nel periodo della chiusura per la pandemia, ma abbiamo fatto tutto il possibile per garantire la ripresa della viabilità nel periodo estivo ed evitare ulteriori disagi alle persone e alle attività economiche”. In questi giorni la ditta incarica porterà avanti alcuni lavori minori e provvederà alla sistemazione dell’impianto di monitoraggio per il controllo di eventuali movimenti anomali della scarpata. Il sistema sarà collegato alla Protezione Civile e resterà attivo anche dopo il termine dei lavori, per almeno un anno. Successivamente sarà avviato l’intervento strutturale che prevede la sistemazione di pali e tiranti per la stabilizzazione di tutto il tratto stradale. Il termine dei lavori è previsto per la fine di novembre. “Anche a nome della presidente Bessi – aggiunge Biasci – ringrazio la Regione Toscana che ha assicurato il finanziamento completo dei lavori e il consigliere Francesco Gazzetti che ha seguito costantemente la vicenda insieme al vice presidente della Provincia Pietro Caruso”. Le opere hanno un costo complessivo di circa 2 milioni di euro che la Regione ha riconosciuto all’Amministrazione Provinciale per il ripristino dei danni causati dal maltempo del novembre 2019.

Riproduzione riservata ©