Cerca nel quotidiano:


Rifiuti, Vece: “Nessun impianto di pirolisi senza valutazione di impatto ambientale”

L'assessore all'Ambiente: "L’unico modo per garantire questo diritto è quello di avviare un procedimento di valutazione di impatto ambientale che prevede anche un percorso partecipativo aperto all'intera cittadinanza"

Mercoledì 2 Gennaio 2019 — 17:52

Mediagallery

“Senza una valutazione di impatto ambientale rigorosa, per quanto ci riguarda a Livorno non verrà costruito alcun impianto di pirolisi”. Così l’assessore all’Ambiente del Comune di Livorno, Giuseppe Vece.
“L’ultima parola come è ovvio – prosegue l’assessore – spetta alla Regione che è l’unica istituzione competente in materia, ma sia i tecnici del Comune di Livorno sia quelli dell’Asl si sono espressi in maniera inequivocabile: non è possibile realizzare il pirogassificatore senza sottoporlo a una valutazione di impatto ambientale. Nel progetto presentato ci sono troppe lacune e troppe anomalie e noi abbiamo il dovere di pensare per prima cosa alla salute dei nostri concittadini, che devono avere la possibilità di esprimersi, fare domande e chiedere approfondimenti tecnici. L’unico modo per garantire questo diritto è quello di avviare un procedimento di valutazione di impatto ambientale che prevede anche un percorso partecipativo aperto all’intera cittadinanza. Mi auguro che la Regione condivida le riflessioni che le sono state trasmesse dai tecnici del Comune e dell’Asl”.

Riproduzione riservata ©

22 commenti

 
  1. # Ilenia

    Sei vai piano in scooter vedrai che gli ostacoli non saranno un problema!

    1. # u8go nogarinINO sono otto

      non pensate che potrebbero essere ostacolo per i pedoni sopratutto anziani….? No? Ma vi ricordate De Peppo? Memoria corta quando fa comodo……

      1. # Gianluca

        Anche per i pedoni valgono le norme del codice della strada e questi devono attraversare sulle strisce pedonali e non dove vogliono. Ripeto quanto già detto, cordoli, barriere e dissuasori non mi piacciono affatto ma o si mettono i cecchini a sparare a vista o non si risolve il problema

  2. # Roberto

    Gli impianti di pirogassificazione sono sicuri e generano energia elettrica. In Svizzera funzionano
    Da oltre 20 anni. Livornesi siete più antichi dei gettoni del telefono!

    1. # u8go nogarinINO sono otto

      i Verdi lo sono……

    2. # Ilenia

      Sono vecchi come concezione! Ormai in tutto il mondo non si distruggono più i rifiuti ma si RIUSANO, con la plastica che proviene dalla raccolta differenziata, si possono fare, buste,panchine, pavimentazioni esterne, pannelli isolanti, oggetti di arredo per l’ esterno…. Così facendo diminuisce il consumo di materia prima, il petrolio, e soprattutto si riduce l’ inquinamento causato dalle raffinerie per la lavorazione del petrolio. Rassegnatevi e adeguate vi al Protocollo di Kyoto che ha come obbiettivo la riduzione delle emissioni di anidride carbonica e arginare i cambiamenti climatici, che ormai sono già una realtà!

      1. # Beppe

        Dobbiamo ritornare a scuola e farci togliere dalla mente tutti i principi fondamentali della fisica, della chimica, della biologia, per farvi entrare qualche nuova APP con la quale puliremo il mondo.
        Se si somma la plastica riciclata a quella vergine ( alimentati,sanitari,ecc) dovrebbe essere chiaro che il totale aumenta all’infinito, ma si sa, le ideologie aborrono anche la matenatica.
        L’energia prodotta è inferiore a quella consumata per raccolta,stoccaggio,selezione,lavorazione,ecc. Rende solo perché accede ai finanziamenti ( TASI)

      2. # salvatore favati

        Qualcuno tra coloro che scrivono ha idea di CHI e COME separa la plastica dal resto del troiaio?
        Qualcuno ha idea del lavoro da bestie che devono fare schiavi addetti all’uopo per differenziare a valle, quando a monte si ruzza con una differenziata he di fatto nessuno controlla?
        Qualcuno ha idea del fatto che per fare una selezione del riusabile servono baie che non abbiamo?
        Qualcuno ha idea del fatto che qualcosa deve di fatto essere distrutto, e che questo avviene inmaniera effettiva e relativamente sicura solo con un bruciatore, comunque lo si voglia definire?
        Qualcuno ha idea del fatto che il gas naturale ( quello che profuma di flatulenza, che ci avovlge quotidianamente nella zona del picchianti, dove di prima mattina sembra di entrare ne sedere di un gigante) deve in qualche modo essere smaltito, salvo correre il rischio di deliziarci l’intera città?
        Qualcuno tra coloro che scivono è mai stato a vedere un impianto decente in Svizzera, o nella vicinissima Montecarlo?
        Qualcuno primna di scrivere slogans ha provato a documentarsi tecnicamente, una volta tanto al di fuori dei talk-.show e delle assemblee di movimenti arraffa-voti?

        Quei qualcuno potrebbero sorprendersi nel costarare a posteriori le castronerie che scrivono…

  3. # Gianluca

    Per gli sccoteristi di Livorno andrebbero tolti semafori, segnali di stop e qualsiasi norma del CdS. A me non piacciono gli spartitraffico e le barrier varie così come non mi piace questa amministrazione, ma certi impedimenti fisici purtroppo si rendono necessari prr l’incapacità assoluta di rispettate le norme da parte degli utenti della strada.

    1. # u8go nogarinINO sono otto

      dire che semafori, segnali di stop e qualsiasi norma del CdS andrebbero tolti a Livorno anche per le auto….quindi per TUTTI i Livornesi

    2. # Marco

      Che discorsi. Per far rispettare le regole ci sono i vigili. Gli impedimenti sono un ostacolo per i mezzi di soccorso che con le sirene spiegate devono poter superare agilmente il traffico e ciò non sarebbe possibile con gli impedimenti fisici che certe menti brillanti vorrebbero.

  4. # emilio

    Come mai non ha fatto lo stesso al momento di promuovere spazi blu a pagamento in tutta la città? O per lettere dei residenti a pagamento? Come mai in quel caso nessuna voglia di interpellare i cittadini? Già per quello non avevate ostacoli, siete stati liberi di fare cassa a piacimento, per questo volete pretendere un sacco di garanzie, ma mica per la popolazione! Le volete solo per motivi politici vostri, di movimento, come dite voi, di contrapposizione alla Regione….che schifo dè!
    Come mai non promuovete una stesa di pannelli solari o pale eoliche? Energie alternative sai? Come mai no? I vostri sono solo “scozzi” politici macchè per la popolazione, ipocriti….

  5. # GB

    si faccia pure la Valutazione di Impatto Ambientale… A patto che la valutazione sia affidata a soggetti terzi non condizionati da idee preconcette. Se il criterio di nomina dei membri chiamati a redigere il parere è lo stesso usato per la TAV tanto vale abbandonare fin da subito l’idea di gestire in modo efficente i rifiuti a Livorno e in Toscana….

  6. # ug8o nogarinINO sono 8

    Ultimi risultati elettorali dei Verdi
    Politiche 2008 Camera in La Sinistra l’Arcobaleno 0
    Senato in La Sinistra l’Arcobaleno 0
    Europee 2009 in Sinistra e Libertà 0
    Politiche 2013 Camera in Rivoluzione Civile 0
    Senato in Rivoluzione Civile 0
    Europee 2014 in Green Italia – Verdi Europei 0
    Politiche 2018 Camera in Italia Europa Insieme 0
    Senato in Italia Europa Insieme 0

  7. # Rina Lapasse

    Anche gli inceneritori, le centrali nucleari, le bombe atomiche sono sicuri però meglio che non le facciano a Livorno! I 5 stelle avevano promesso che chiudevano l’ inceneritore invece e sempre lì e sono anche aumentati i rifiuti da bruciare, speriamo che almeno questa promessa la mantengano.
    P.S. perchè inceneritori, pirogassificatori, centrali nucleari non le costruiscono in vicinanza delle abitazioni dei nostri politici? tanto sono sicure!

  8. # rena

    Non c’è da preoccuparsi l’impianto l’azienda lo realizzerà fuori della realtà livornese , magari in un comune vicino , è un film già visto , il lavoro a Livorno lo gettiamo via come se niente fosse, perché Livorno ha una realtà economica florida vero? i disoccupati sono solo fantasmi non esistono bene continuiamo così che andiamo bene!!!

    1. # Rina Lapasse

      Ma certo costruiamolo a Livorno, meglio se in centro città, così daremo tanto lavoro in più a medici e infermieri

    2. # u8go nogarinINO sono otto

      pisa ? accanto all’ikea?

  9. # Terzo mondo

    Livorno con questa mentalità sta bene in fondo ad ogni classifica tranne quella dei disoccupati dove eccelle. Ben fanno Pisa e altri comuni ad approfittarsene!!

  10. # Copenhill

    Detto ai telegiornali e potete trovarlo anche su internet non è una Fake news, si dice sempre che gli altri sdono migliori di noi ed è VERO…..
    Progettato dal Bjarke Ingels Group, il termovalorizzatore di Amager Bakke — Copenhill si prepara a diventare la nuova meta di culto degli sportivi, con tanto di impianto di risalita e parete per l’arrampicata
    Costruire un termovalorizzatore nel bel mezzo di un’area verde interamente dedicata allo sport e al benessere può sembrare una contraddizione. Ma non se ci si trova in Danimarca, e se dietro l’intero progetto c’è la firma del prestigioso studio d’architettura Bjarke Ingels Group. Dovrebbe essere inaugurato già nell’autunno del prossimo anno il complesso di Amager Bakke — Copenhill: una struttura da 750 milioni di euro nelle immediate vicinanze di Copenaghen, che oltre a bruciare i rifiuti e a produrre energia per le città limitrofe ospiterà sulla propria superficie anche una pista da sci e una parete per arrampicata.

  11. # Pax

    Sono d’accordo con Emilio…..caro Vece tiri in ballo il giudizio popolare solo quando ti fa comodo

  12. # Levotazionisonovicine

    Sereni ci sono le votazioni fra poco …… Non si dica dopo….ma se…..avete governato alcuni anni e diversi danni sono stati recati a Livorno quindi …..