Cerca nel quotidiano:


Rimossi 24 rottami di biciclette abbandonate

Intervento congiunto Comune-Polizia Municipale-Aamps in centro e nei quartieri limitrofi

Mercoledì 29 Gennaio 2020 — 15:54

Mediagallery

Cepparello: "Una bicicletta abbandonata crea una condizione di degrado e, al contempo, rappresenta un ostacolo talvolta insormontabile al passaggio di pedoni"

Abbandonati ad un palo della luce, ad una rastrelliera oppure a ridosso di un marciapiede, sono risultati 24 i rottami di biciclette che mercoledì 29 gennaio Aamps, su indicazione della polizia municipale, ha provveduto a rimuovere in centro, con particolare riguardo alle aree mercatali, e nei quartieri Mazzini, Fabbricotti e Garibaldi.
Un’operazione a favore del decoro urbano che, complessivamente, ha portato alla raccolta di 140 kg. di materiale ferroso poi avviato a recupero di materia attraverso il  Centro di raccolta “Picchianti”.

“Si tratta di un fenomeno che puntiamo a contrastare con decisione – spiega Giovanna Cepparello, assessora all’Ambiente del Comune di Livorno – Una bicicletta abbandonata crea una condizione di degrado e, al contempo, rappresenta un ostacolo talvolta insormontabile al passaggio di pedoni, carrozzine e carrozzine per bambini con passeggini, per evitare ripetizione. Continueremo a monitorare la presenza di eventuali abbandoni su tutto il territorio comunale avendo già in programma un altro intervento di rimozione nel mese di febbraio”.

Comune di Livorno ed Aamps ricordano che le richieste di rimozione delle biciclette abbandonate possono essere inoltrate tramite i canali dedicati: call center (800.031.266 da rete fissa, 0586-41.63.50 da rete mobile), [email protected], [email protected].

Riproduzione riservata ©

11 commenti

 
  1. # Davide

    Ora arrivera’ il solito fenomeno che dira’, l’ho attaccata al palo per un anno e me la portano via?

  2. # Marco

    Dovrebbero magari mettere dei cartelli che avvisino la cittadinanza, prima di rimuoverle. Perchè nelle strade interne di via garibaldi (dove non esistono rastrelliere, come non ce ne sono in via Garibaldi) sono state portate via biciclette buone, che i proprietari usavano tutti i giorni per andare a lavorare, ed erano legate ai pochi pali disponibili. Capisco il disagio della bici sul marciapiede, ed è giusto rimuovere quelle abbandonate, ma non si può fare un raid senza avvisare, perchè non tutte erano abbandonate, ed era palese soltanto guardandole..

    1. # PirataTirreno

      Pochi discorsi, le biciclette sui marciapiedi non possono stazionare. Capisco la paura del furto (che è anche la mia stessa paura), ma non per questo possiamo fare il cavolo che ci pare. ci sono delle leggi/regolamenti?! ebbene vanno rispettate. Quando stavo in zona Borgo, per non farmi rubare la bici, me la portavo tutti i santi giorni a 3 piani (a spalla, niente ascensore).

  3. # dèsirèe Manca

    Buongiorno, io comunico spesso alla ufficio competente abbandoni , ma purtroppo passano anni non mesi non giorni prima che il ritiro avvenga.
    Mi è stato risposto che non hanno personale sufficiente. ….

  4. # Ciclista

    Sembra che a livorno l’ emergenza principale sia quella delle biciclette abbandonate. Ma che noia vi danno: stanno lì buone e zitte, non abbaiano e non lasciano deiezioni sui marciapiedi!

    1. # Giulianaraffaella

      caro ciclista, non pensi che se fossero nelle rastrelliere predisposte darebbero meno noia che sui marciapiedi?
      Ci sono persone con handicap e ciechi che ci sbattono spesso e per rispettare loro, sarebbe meglio metterle
      o in strada o nelle rastrelliere che il comune ci dovrebbe mettere – dato che i 5 stelle lo hanno fatto e quelli di
      ora lo devono mantenere.

  5. # VOLTONE

    ma nel mio commento di stamattina, che non avete pubblicato, ma cosa c’era da moderare ? SEMPRE FORZA LIVORNO

  6. # ciclista

    Cara Giuliana Raffaella, a parte il fatto che a Livorno le rastrelliere le hanno messo in modo cervellotico come hanno fatto con le piste ciclabili, cioè le hanno messe dove non servono e talvolta sono di danno e non le hanno messe dove potevano servire, le persone con handicap hanno altri problemi che le biciclette, tipo cassonetti della spazzatura dappertutto, buche nei marciapiedi, auto e scooter sui marciapiedi perchè la gente non sa più dove parcheggiare, deiezioni canine ogni pochi metri etc. etc.. Il costo poi delle stesse mi sembra non indifferente e sarebbe bene interrompessero subito questa sciagurata decisione di spendere soldi inutilmente in rastrelliere e darli magari ha chi ha un handicap e spesso fatica ad arrivare a fine mese!

  7. # Carlo

    RIMOZIONE DELLE BICICLETTE ABBANDONATE ..con un blitz, ne sono state individuate e rimosse …24. Per rimuovere le altre 1000 aspettiamo almeno un decennio ? In Cina costruiscono un ospedale in 10gg … quanto pensate ci sarebbe voluto per rimuovere le bici abbandonate a Livorno.? Io ho calcolato circa 10 minuti… ma forse meno.

  8. # VOLTONE

    mi cascano le braccia, belli o brutti se uno non offende i commenti si pubblicano tutti ( in attesa di moderazione ? ) cosa siamo, al livello degli stati totalitari ? SEMPRE FORZA LIVORNO

    1. # Purolivornese

      Non sei il solo che non ti pubblicano niente, a me capita spesso..MA!!!!!