Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Rio Maggiore-bis. La Consulta dello Sport: “Impatto devastante sugli impianti”

Lunedì 23 Ottobre 2017 — 17:38

L'intervento prospettato da Enrico Rossi toccherebbe i campi di calcio “Puccinelli” e “Bruschi”, il Campo Scuola "Renato Martelli", l’Ippodromo "Caprilli" a lo stadio "Armando Picchi"

La Consulta dello Sport del Comune di Livorno (organismo consultivo e di confronto di cui fanno parte rappresentanti del Coni, del Cip, di tutte le federazioni sportive e degli enti di promozione sportiva), riunitasi giovedì 19 ottobre, ha espresso forte preoccupazione in merito al piano del Genio Civile che prevede un nuovo tracciato, a cielo aperto, del Rio Maggiore.

Questo il testo dell’appello lanciato al commissario per l’emergenza alluvione Enrico Rossi. “Premesso che la messa in sicurezza del territorio livornese è priorità assoluta per l’intera comunità e che non esiste soglia di rischio tollerabile, quando viene messa a repentaglio la sicurezza dei cittadini premesso inoltre che  la Consulta non è chiamata ad individuare soluzioni tecniche alternative. E’ però evidente – continua il comunicato della Consulta – che se la soluzione prospettata si rivelasse definitiva, finirebbe per avere un impatto devastante su importanti impianti sportivi cittadini: dai campi di calcio “Puccinelli” e “Bruschi” al Campo Scuola “Renato Martelli”, dall’ippodromo “Caprilli” allo stesso stadio “Armando Picchi”.
“Come Consulta dello Sport – conclude – ci appelliamo quindi al Commissario Enrico Rossi affinché le esigenze del mondo dello sport siano tenute in debita considerazione, minimizzando e mitigando, il più possibile, gli interventi più invasivi per le gli impianti e, quando questi si rivelassero incompatibili con il permanere dell’attività sportiva, siano allocate adeguate risorse allo spostamento di queste strutture, in altre aree cittadine”.

Condividi:

Riproduzione riservata ©