Cerca nel quotidiano:


Rischio furti a Coteto, luci accese al massimo nel parco

E’ una delle misure che saranno attuate dopo l'incontro dei cittadini con il sindaco Salvetti

martedì 06 Agosto 2019 16:59

Mediagallery

Già da questa notte (6 agosto) le luci nel parco di Coteto resteranno accese alla massima potenza finché non sorgerà il giorno. I tecnici comunali sono intervenuti subito, dopo l’incontro che il sindaco Salvetti ha avuto lunedì 5 agosto con i cittadini del quartiere (foto inviata dall’ufficio stampa del Comune). E’ una delle misure che saranno attuate nelle zone considerate dagli abitanti maggiormente a rischio furti. Sempre nel parco di Coteto, l’Ufficio Giardini interverrà per sfrondare alcune zone “d’ombra” e comunque per garantire maggior decoro nelle aree a verde. Tra gli altri interventi urgenti, che il quartiere richiede e che il sindaco si è impegnato a verificare con gli uffici e attuare al più presto sono:

– Cambiamento del senso unico in via Emilia che è più congeniale ai cittadini
– Miglioramento della segnaletica
– Aumento della presenza dei vigili di quartiere
– Richiesta al questore per intensificare la sorveglianza
– Decisione di inviare una lettera al Ministro dell’Interno per chiedere uomini e mezzi in più per la vigilanza della città e dei quartieri
– Avvio di un progetto di individuazione di un punto di riferimento di quartiere in cui il comitato possa trovare una sede, al fine di favorire l’avvio del controllo di vicinato.

Riproduzione riservata ©

21 commenti

 
  1. # Silvia Galasso

    Anche la zona di La Rosa, Ardenza, lato via Machiavelli, via dei Pensieri, Piazza di Vittorio sono state prese di mira!!!

    1. # alessio

      inutile…non serve nulla di tutto questo….questi sono il risultato di decenni di politiche migratorie scellerate….venite tutti in Italia perchè non siamo razzisti e poi una volta fatti arrivare qui, vengono abbandonati al nulla, senza sviluppo o possibilità d’integrazione ecc.ecc..e poi è ovvio che si diano alla criminalità……oppure per il caso della criminalità dell’est europa zero punizioni o pene certe anche dopo averli colti in fragrante! al massimo un obbligo di dimora o daspo….(ci ridono sopra anche loro) ecco il vero problema….ci vogliono pene certe e durezza da parte delle forze dell’ordine….come succede in Romania, Germania ecc.ecc….tutto il resto è nulla, sono solo chiacchiere da BAR!

  2. # Pax

    Anche borgo san Jacopo è continuamente teatro di scorribande di ladruncoli che si accaniscono su auto e motorini quanto dovremo sopportare?

    1. # ugo

      Quindi si conclude che gli stessi eventi accadono in tutta Livorno. Chi si deve ringraziare?

      1. # luca

        Quelli che sono al governo e non cambiano le leggi .

  3. # Lanzasolo

    E due angeli nella notte
    Con le catene sotto il giaccone
    Facevano la guardia al mistero
    Come rondini su un balcone

  4. # Za za

    🤔🤔🤔

  5. # Enrico

    sulle luci pubbliche ci sarebbe tanto da discutere, ma lo schifo si può notare facilmente osservando come alcune strade siano quasi buie come , per esempio, via Carlo Meyer dove i vecchi lampioni (che illuminavano dignitosamente la strada )sono stati sostituiti da lampade che fiaccanente cercano di far luce solo da un lato della via, come se nel lato opposto vi siano palazzi con cittadini non degni di usufruire di un po’ di luce per vedere dove mettano i piedi o per leggere un nome sui campanelli di un portone. Certo che i costi vanno tenuti d’occhio, ma intelligenza voleva che si lasciassero i vecchi lampioni prima di fare una boiata simile.

  6. # covisons

    Ma Salvetti in quale città vive? Io abito in zona magenta e di furti ce ne sono in quantità industriale, io perfino con porta blindata, cancelletto, e allarme hanno tentato di rubarmi.

  7. # Fabio

    Luci accese e i ladri scappano , la prossima mossa? Autobus senza porte per combattere il fenomeno dei passeggeri senza biglietto…..

  8. # bruno

    Ma che Ardenza, La Rosa, Coteto….qui sta dilagando la delinquenza a piu’ non posso in tutta la citta’…ma davvero dobbiamo dormire con il fucile in camera d letto? Che si faccia qualcosa di concreto in tutta la citta’, ORA!

  9. # Gino

    Notiamo che il sindaco che ride sempre sta cominciando a ridere di meno… è una nostra impressione??

  10. # LUCA

    Senonaltro Salvetti, sindaco da pochi giorni, sta cercando di trovare soluzioni…nei 5 anni precedenti si è dormito e non poco…

    1. # contorno

      sono 75 anni che si dorme, con salvetti andremo in letargo, ma cosa speri????

      1. # Fabio1

        Bravo ad avere presente il passato. fatti alla mano, il presente è sicuramente positivo rispetto al passato, il che lascia speranzosi per il futuro.

  11. # Carlo

    perchè non prendere come punto di riferimento un locale pubblico ( un bar, ad esempio ) che si interessi a contattare le Forze dell’ Ordine .. ? questo di giorno.
    Durante la notte vanno bene le passeggiate.

  12. # Fabio1

    sto andando a memoria ma almeno negli ultimi 20 anni non ricordo che un sindaco sia sceso in piazza a parlare dei problemi del quartiere con gli abitanti. Nemmeno in occasione di grosse calamità naturali.
    Bene che ci sia il contatto vero e vivo tra il sindaco e la cittadinanza

    1. # Alessio

      Ma se non seguono fatti veramente concreti che dubito un Sindaco possa risolvere, non serve a molto…. Che sia del Pd o 5S che preferivo…

  13. # Chiara

    Sono d’accordo con chi dice che servono più controlli e pene severe…

  14. # cotetino

    io non ero presente all’ incontro con il sindaco, spero che qualcuno dei presenti abbia fatto vedere le macerie in via Piemonte, e vedere se c’era la possibilita’ di ripulire tutto una volta per sempre..

    1. # Alessandra

      Si si lo abbiamo segnalato anche quello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.