Cerca nel quotidiano:


Ritrovati madre e neonato scomparsi

Del caso se ne è occupata, risolvendolo brillantemente, la squadra mobile di Livorno diretta dalla dirigente Valentina Crispi

Giovedì 29 Agosto 2019 — 10:51

Mediagallery

Sono stati ritrovati, entrambi in buone condizioni, la madre livornese con il bambino di pochi mesi, che erano spariti nei giorni scorsi da una struttura protetta di Pisa. Madre e piccolo, seguiti dai Servizi Sociali del Comune di Livorno, sono stati riportati in comunità per decisione del giudice reperibile. Una situazione che aveva tenuto in apprensione l’Amministrazione e gli operatori del Comune di Livorno, ma che fortunatamente si è risolta in un tempo relativamente breve.
Del caso se ne è occupata la squadra mobile di Livorno diretta dalla dirigente Valentina Crispi. Ritenendo che la madre fosse tornata a Livorno, città di origine, dove vive anche il padre straniero del bambino, sono stati attivati i servizi per il rintraccio del piccolo nelle zone frequentate solitamente dalla donna.
Monitorando le farmacie della zona ed i supermercati, dove spesso si reca per l’acquisto del latte artificiale e degli oggetti necessari al bambino, gli uomini e le donne della squadra mobile hanno quindi potuto individuare l’appartamento dove la mamma si nascondeva con il bambino. Rintracciato, il bebè è stato accompagnato nella struttura di Pisa dove era già stato assegnato, ripristinando quindi l’ordinanza del tribunale per i minorenni di Firenze.

“Siamo contenti che questa spiacevole vicenda si sia conclusa bene – ha commentato l’assessore al Sociale del Comune di Livorno, Andrea Raspanti – I nostri servizi sociali hanno lavorato in sinergia col tribunale dei minori e col Serd fin dalla nascita del bambino, alla fine del luglio scorso, per creare le migliori condizioni di recupero di una situazione familiare evidentemente compromessa. Anche in queste ore difficili hanno seguito attentamente la situazione e offerto la massima collaborazione alle forze dell’ordine. Il caso, dopo questo episodio, sarà ovviamente rivalutato”.

Riproduzione riservata ©