Cerca nel quotidiano:


Romito, guardrail in legno

Lunedì 16 Gennaio 2017 — 11:13

Mediagallery

“Percorrendo la scogliera del Romito, già nel tratto tra lo svincolo del Maroccone e la Torre di Calafuria, l’Anas sta procedendo all’installazione di nuovi guardrail in legno, sicuramente meno impattanti rispetto ai vecchi e più consoni alla bellezza naturale dell’area”.
Lo dichiara con soddisfazione l’assessore Alessandro Aurigi che dalla scorsa primavera si era fatto promotore della richiesta specifica ad Anas in considerazione del pregio paesaggistico della scogliera.
“Nel maggio dello scorso anno ho incontrato personalmente i tecnici della Direzione Regionale di Anas chiedendo la sostituzione dei fatiscenti guardrail esistenti e motivando la necessità che la tipologia della barriera di delimitazione fosse del tipo rivestito in legno, esteticamente più gradevole ma altrettanto sicura. L’obiettivo è stato raggiunto e per di più in tempi ragionevolmente brevi, segno evidente di una ottima collaborazione che si è instaurata tra l’Amministrazione e gli uffici tecnici Anas. Si concretizza così un percorso che come Amministrazione abbiamo avviato nell’ottica di rilanciare questo bellissimo tratto della nostra costa. Anche la scelta apparentemente banale di un tipo particolare di guardrail, come in questo caso, può contribuire a caratterizzare maggiormente la strada e a conferirle un’immagine più integrata con il contesto, come è giusto che sia. L’attenzione al decoro urbano e alla salvaguardia del paesaggio caratterizza l’approccio dell’Amministrazione Comunale che cerchiamo di estendere a tutti gli enti con cui collaboriamo, e che mi auguro sia condiviso in ogni intervento futuro”. I guardrail in legno già installati si trovano nel tratto tra lo svincolo del Maroccone e Castel Boccale e nel tratto tra il Castel Boccale e la Torre di Calafuria. Successivamente Anas procederà a realizzare ulteriori tratti in prossimità del Sassoscritto e del Romito.
In una seconda fase d’intervento poi, individuati gli ulteriori stanziamenti, Anas provvederà ad installare il sistema in legno su tutti i segmenti rimanenti compresi nel tratto dell’Aurelia tra il Maroccone e la frazione di Quercianella.

Riproduzione riservata ©

27 commenti

 
  1. # ciccio

    pensiamo alle rotatorie e ai guardrail…invece di pensare a garantire una maggiore vigilanza nelle zone a rischio della nostra città

    1. # viva fidel

      Che c’entra l’ANAS con la vostra città?

  2. # Nena

    Quante buche si potevano tappare con quei soldi?

    1. # Astra Neratop

      Le buche sono utili a limitare la velocità dei veicoli invece di spendere soldi per costosi dissuasori!

    2. # ross

      Le buche non vanno tappate,basta togliere l’asfalto che c’è intorno,è molto più semplice!

    3. # LEGGETE GENTE LEGGETE..

      Le solite che verranno tappate,perché non sono soldi del comune…..ma di cosa state parlando ?!?!?

  3. # incompetenti

    A parte la bellezza l’assessore la conosce la differenza di portata tra i guardrail in legno e quelli di metallo ? Al primo incidente grave potrebbe essere chiamato a risponderne personalmente !

    1. # Jure

      a me questa amministrazione e i suoi componenti non piacciono, non li ho votati e spero che se ne vadano presto. Però prima di commentare leggo gli articoli. E’ chiaramente scritto che si tratta di una tipologia di gurdrail RIVESTITA IN LEGNO, che assicura la stessa tenuta dei normali in metallo. Secondo Lei l’Anas avrebbe autorizzato il montaggio di palizzate in semplice legno su di una strada di sua competenza solo perchè l’assessore lo ha chiesto? pensa si essere intelligente solo lei che scrive i commenti e tutto il resto del mondo sia popolato da come li definisce lei degli incompetenti?. si faccia un’esame di coscienza, e per una volta che viene fatta una cosa positiva per rispettare uno dei tratti di costa più belli d’italia, metta da parte la saccenza e faccia i complimenti a chi l’ha ideata.

    2. # ugo

      io non riesco a capire come ragionano….ma forse dipende da me

    3. # Fulmine

      Incompetenti ??? Secondo me scrivere certi commenti è da incompetenti ….. Siete buoni solo a criticare …..

    4. # ANALFABETI

      Ma stai scherzando vero….mi auguro che tu abbia letto l articolo e non parli tanto per aprire bocca……facevi più bella figura a stare in silenzio dammi retta!

  4. # Pietro

    Sono veramente brutti! Ma chi ha deciso di metterli?

  5. # boiadé

    Spesso mii domando se chi commenta c’è o ci fa, oppure abbia dei problemi di lettura.

    I° Guardrail Metallico Rivestito in Legno
    II° Installazione a carico ANAS
    III° il comune non tira fuori un Cent di Euro abbellendo ulteriolmente il tratto del Romito.

  6. # Roberto

    Io l’avrei messi in polistirolo…

  7. # lev

    Bene! prossimo passo chiudere definitivamente il transito ai mezzi pesanti

  8. # mario

    il prossimo passo delle discese al mare in sicurezza.
    Non male l’idea di una sorta di “via dell’amore” tra Boccale e cala del Leone.
    Comunque sempre meglio che scigattare soldi sulle Terme.

  9. # Livornese

    Livornesi siete veramente ridicoli!
    Bravi sempre e solo a polemizzare!!!
    Non ho parole, ma leggendo qualche commento fate veramente “ride i polli”!

  10. # Max

    Colpa di Nogarin

  11. # Serena

    Mettete in sicurezza e adeguata illuminazione il transito notturno dei pedoni verso il Rist calafuria…

  12. # ESTETICA

    Sono veramente brutti, e soprattutto non legano con l’ambiente, non siamo mica in montagna… Questa mancanza di cultura (in questo caso estetica) accomuna trasversalmente i partiti e le amministrazioni. Probabilmente è vero quel che diceva il padre (comunista dell’establishment livornese) che aveva due figli, uno in gamba “… farà l’ingegnere. L’altro non capisce nulla, lo metterò in politica…” – e quest’ultimo oggi è senatore PD.

    1. # Testone

      Non è vero, i Susini sono tutti intelligenti. Alberi compresi.

    2. # lev

      Sono d’accordo, gli esempi a conferma non mancano ma in questo caso non vedo alternative…meglio di quelli di acciaio…non credo che l’Anas avrebbe realizzato muretti in pietra locale a facciavista…

  13. # Milko

    Io non capisco Solo Una cosa…Il senso….Forse solo per bella figura…Perché in realtà sono stati solamente rivestiti i vecchi e cari tralicci in ferro…Anzi…Rinforzati…Per consolidare l’installazione del nuovo in legno…Ma lo hanno calcolato che se una moto vi finisce contro è come un muro?…

  14. # paolo

    “estéticamente piú gradevole…” dice… ma caro Assessore, la balaustra sul ponte di Santa Trinita oggi fa il compleanno. SONO 3 ANNI CHE È SFATTA! questa non ti toglie il sonno?
    vogliamo parlare di quanto durano i “cantieri” in cittá? a Piazza Attias/Cso Mazzini stanno facendo il ponte sullo stretto! sono 2 anni che c’é il cantiere per il rifacimento della Farmacia!!!! ora i lavori sono pure finiti ma è rimasto lí a togliere posti auto e creare disagio.
    ma girate per la cittá o aspettate che ve la raccontano?
    SVEGLIATEVI!!!!!

  15. # frangiac

    se i guardrail di ferro zincato li tingevano color del legno , risparmiavano soldi e commenti

  16. # scheggia

    Ma non è che il legno sotto l’urto si scheggia e infilza automobilisti e motociclisti ?