Cerca nel quotidiano:


Rsa Pascoli e Villa Serena, da oggi serve autorizzazione per le visite

Gli accessi saranno filtrati telefonicamente o per e-mail. Anziché recarsi direttamente presso le strutture, gli utenti sono invitati a telefonare o scrivere. Saranno gli uffici a valutare le situazioni che necessitano di un incontro di persona

Venerdì 6 Marzo 2020 — 17:39

Mediagallery

L'assessore al Sociale Andrea Raspanti: "Stiamo pensando di organizzare collegamenti via Skype. con i familiari per chi è in Rsa. Invitiamo tutti all'osservanza stretta di quanto disposto"

Da venerdì 6 marzo  fino al 3 aprile, i familiari e gli amici degli anziani ospiti delle residenze assistite per anziani Pascoli e Villa Serena, per andarli a trovare dovranno chiedere preventivamente l’autorizzazione ai gestori delle strutture.
Un modo per limitare il più possibile gli accessi nelle RSA, per tutelare il più possibile i soggetti più a rischio rispetto alle conseguenze del Coronavirus, ovvero gli anziani e in generale le persone immunodepresse.
Lo prescrive l’ordinanza n.107 firmata venerdì 6 marzo dal sindaco Luca Salvetti, che indica una serie di misure preventive contro la diffusione del Coronavirus mirate appunto a proteggere le persone più vulnerabili, nel solco di quanto indicato dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri N°6 del 4 marzo 2020, fatte salve eventuali e successive disposizioni volte ad adeguare le misure all’evolversi della situazione.

“L’ordinanza del sindaco applica le prescrizioni del Decreto della Presidenza della Consiglio dei Ministri e della Regione per tutelare i soggetti più esposti – spiega l’assessore al Sociale Andrea Raspanti – Abbiamo verificato che tutte le strutture che erogano servizi sociali e sociosanitari che proseguiranno le loro attività abbiano recepito le raccomandazioni sui comportamenti precauzionali da osservare e abbiano adeguato gli ambienti fornendoli delle dotazioni di sicurezza necessarie. Monitoreremo costantemente la situazione. Stiamo anche lavorando per ridurre al minimo i disagi per gli utenti e i loro cari, attivando per esempio la possibilità di colloqui Skype con i familiari per chi è in Rsa. Invitiamo tutti all’osservanza stretta di quanto disposto, per affrontare questa situazione serve l’impegno di ciascuno di noi”.
Oltre alla necessità di autorizzazione per i visitatori, nell’atto del sindaco è fatta espressa raccomandazione agli ospiti di Villa Serena di evitare di uscire dalla struttura fuori dai casi di stretta necessità.
Inoltre l’uso dei bar delle Rsa Pascoli e Villa Serena è consentito e limitato esclusivamente agli ospiti ed al personale in servizio presso le stesse strutture.
Prescrizioni anche per gli utenti degli uffici comunali collocati all’interno le RSA Pascoli e Villa Serena: Ufficio Rapporti con Ausl e Autorizzazioni-coordinamento finanziario e supporto amministrativo, Ufficio Gestione Rette e Compartecipazioni, Ufficio Marginalità e Famiglia, Ufficio Servizio Sociale Professionale, Ufficio servizi di sostegno per la ridotta autonomia e la non autosufficienza, Area Minori.
Gli accessi saranno filtrati telefonicamente o per e-mail. Anziché recarsi direttamente presso le strutture, gli utenti sono invitati a telefonare o scrivere. Saranno gli uffici a valutare le situazioni che necessitano di un incontro di persona.
Infine l’ordinanza stabilisce la chiusura dei centri sociali anziani, sempre fino al 3 aprile, e del Centro diurno per minori “Il Cerchio magico”, quest’ultimo fino alla stessa data prevista per le scuole, ovvero fino al 15 marzo.

Riproduzione riservata ©