Cerca nel quotidiano:


Salvetti: “Giù il cavalcaferrovia delle Terme. Lavoro? In Comune 612 assunzioni”

Terza conferenza stampa di fine anno il 23 dicembre per il sindaco Luca Salvetti e la sua giunta. Due ore in cui si è tracciato il bilancio del 2021 che si sta chiudendo e in cui si sono fatti i piani per il 2022 che sta arrivando. Il sindaco: "Orgoglioso del lavoro fatto tra i cittadini e in mezzo alla gente. Siamo sulla strada giusta"

Venerdì 24 Dicembre 2021 — 08:58

Terza conferenza stampa di fine anno il 23 dicembre per il sindaco Luca Salvetti (nella foto di Lorenzo Amore Bianco) e la sua giunta, che quest’anno, come per il 2020, si è tenuta eccezionalmente al Teatro Goldoni (clicca qui per rivedere la DIRETTA FB).
Due ore in cui si è tracciato il bilancio del 2021 che si sta chiudendo e in cui si sono fatti i piani per il 2022 che sta arrivando. Partendo dalle nuove assunzioni nell’amministrazione comunale: da quando è in carica l’amministrazione di Salvetti sono state 612 le nuove persone assunte in Comune, per quest’anno si prevedono 233 nuove assunzioni. Nel dettaglio sono state: 310 assunzioni in Comune, 261 tra Aamps, Farmali, Casalp e Asa, 15 ricollocazioni con le piscine, 22 nuovi assunti in Esteem, 4 nuovi assunti al Lem. Le entrate, come ha fatto sapere l’assessore al personale Viola Ferroni, sono state maggiori delle uscite. “Ieri (22 dicembre, ndr) abbiamo approvato il Bilancio di Previsione e il Dup nei tempi e nei modi corretti – ha aggiunto Ferroni – e questo è il frutto costante e puntuale della macchina comunale”. Il 2021 poi è stato l’anno del nuovo piano della Protezione civile che a Livorno mancava da undici anni e che per numeri e competenze è simile a quello di Firenze. Sul fronte del nuovo ospedale il sindaco ha fatto sapere che darà alla zona in cui sorgerà il 43% in più di verde urbano. Per quanto riguarda la sicurezza, altra delega di Salvetti, che in zona Garibaldi si è riusciti ad avere più sicurezza e che invece sul fronte della movida a breve arriverà un protocollo che la regoli, strumento che al momento esiste solo a Milano.

Sociale: “Siamo riusciti a tenere insieme emergenza sanitaria col tema del riordino dei servizi – ha fatto sapere l’assessore Andrea Raspanti – e l’amministrazione ha sempre investito e continuerà a dare risorse per questo importante settore”.

Urbanistica: “Al momento ci sono oltre 10 cantieri aperti in città, per un totale di 8 milioni di euro – ha spiegato Silvia Viviani – e altri progetti, come quelli di via Falcucci e Borgo di Magrignano sono stati approvati da poco”. Inoltre sono stati piantati in città moltissimi alberi e l’ex deposito Atl a breve sarà utilizzato per ospitare attività. Si sta muovendo qualcosa per il rifacimento di via Grande: il concorso è già partito e a fine gennaio si chiuderà il primo grado, saranno scelti poi 5 progetti e serviranno tre mesi per passare ai passi successivi, allo studio di fattibilità e all’inizio dei lavori.

Istruzione: Dal canto suo la vicesindaca Libera Camici ha ricordato l’apertura della scuola-volano nel quartiere Corea e che a breve si deciderà il da farsi sulla creazione degli istituti comprensivi..

Aziende partecipate e lavoro: L’assessore Gianfranco Simoncini ha fatto presente che questo è stato l’anno delle aziende in attivo e dell’uscita, con un anno e mezzo di anticipo, dal concordato da parte di Aamps, ora così sarà possibile investimenti. In un anno però l’amministrazione non è mai riuscita a incontrare il Ministero per la faccenda Eni.

Porto e innovazione: Come ha fatto sapere Barbara Bonciani sono in atto i lavori sui collegamenti retro-portuali ed è stato rinnovato l’accordo sulla responsabilità ambientali sugli inquinanti delle navi. Sul fronte dell’innovazione è stata portata la connessione con banda ultra-larga.

Mobilità e rifiuti: Questo è stato l’anno dell’approvazione del Pums dopo 18 mesi di lavoro e della messa in sicurezza del viale Italia con vari attraversamenti pedonali, per la quale, nel 2022, saranno previsti nuovi interventi. Ci sono in programma poi l’acquisto di bus elettrici e l’abbattimento del cavalcaferrovia alle Terme del Corallo, per il quale a gennaio dovrebbe essere affidato il progetto già dal primo mese del 2022. “A gennaio poi arriveranno notizie – ha detto Giovanna Cepparello – rispetto al rinnovo della raccolta dei rifiuti in Venezia e nel centro allargato”.

Turismo e commercio: L’assessore Rocco Garufo ha fatto sapere di aver creato un piano di ambito turistico che valorizzi le nostre zone e che presto arriveranno un regolamento e una riorganizzazione. Sia il Mercato delle Erbe sia quello Centrale avranno nuove strutture.

Cultura: Anche se Simone Lenzi era assente per motivi personali il sindaco ha potuto comunque annunciare, anche per il 2022 del Festival Mascagni.

Sport: Ciò che più ha spiccato è stata la riapertura dell’ippodromo Caprilli, per il quale arriveranno 3,5 milioni di finanziamenti. Nel 2021 l’amministrazione è riuscita ad aprire entrambi gli impianti di Camalich e Bastia e nel 2022 si riserverà di fare lavori al Palamacchia e al Camposcuola.

Riproduzione riservata ©