Cerca nel quotidiano:


Sanremo, “Nigio” e quella lacrima trattenuta: è decimo

Enrico Nigiotti saluta il pubblico con un "A mezzanotte sono sempre svegli" sdraiandosi sul palco in segno di riconoscenza

domenica 10 Febbraio 2019 09:15

Mediagallery

Si classifica decimo Enrico Nigiotti in questa sessantanovesima edizione del Festival di Sanremo con il suo brano autobiografico “Nonno Hollywood”, undicesimo nella classifica dei singoli più venduti di ITunes, oltre le 530mila visualizzazioni su YouTube e il Premio Lunezia per il miglior testo tra i concorrenti di Sanremo 2019.
Così si è concluso per Nigiotti il suo Festival di Sanremo, con il suo brano dedicato a nonno Tommaso e quell’ultima lacrima che al termine dell’esibizione lo stesso “Nigio” fa fatica a cacciare indietro e quel suo “Sono sempre svegli” detto al microfono dopo la mezzanotte come a rimarcare l’amore che la “sua” Livorno, quella che suo nonno sapeva raccontare così bene, ha saputo fargli arrivare in questi giorni nonostante l’ora tarda in cui (tre volte su quattro) si è esibito (clicca qui per rivedere l’esibizione dell’ultima serata). Lui si sdraia sul palco come a ringraziare tutti. Il pubblico gli tributa un grosso applauso. Grossissimo. Meritava di più. Ne siamo certi.
Una soddisfazione che lascia però l’amaro in bocca, perché la canzone che gli ha permesso di accedere e di concorrere alla sessantanovesima edizione della kermesse delle canzone italiana è la canzone che forse non avrebbe mai voluto scrivere; la canzone che ha fatto più male scrivere.
Un rapporto di complicità, di amicizia, di stima, di orgoglio, di protezione tra un nonno e un nipote. Molto più semplicemente, il cantautore livornese trasla in musica l’amore di un nonno per il proprio nipote e la gratitudine di quest’ultimo per tutto quello che ha potuto imparare dall’amato nonno.
Racconta di sentimenti veri e non poteva che farlo in maniera altrettanto sincera, diretta, semplice e senza fronzoli. Una semplicità in cui ognuno ritrova quel ricordo del proprio nonno che custodisce gelosamente, intimamente, stretto a sé, che lo fa ridere, da solo, e gli occhi si fanno lucidi mentre una lacrima scende lungo il viso.

Il brano “Nonno Hollywood” è incluso nell’edizione speciale del suo ultimo album “Cenerentola e altre storie…”, in uscita il 15 febbraio, che presenta un altro inedito “La ragazza che raccoglieva il vento” dedicato alla poetessa Alda Merini e che anticipa l’inizio del suo tour.
Queste le date del tour: 3 aprile – San Benedetto del Tronto, Pala Riviera (data zero); 4 aprile – Bologna, Teatro Duse; 9 aprile – Firenze, Teatro Puccini; 10 aprile – Torino, Teatro Della Concordia; 14 aprile – Lecce, Teatro Politeama Greco; 15 aprile – Napoli, Teatro Acacia; 17 aprile – Mestre, Teatro Toniolo; 23 aprile – Genova, Teatro Politeama Genovese.

Riproduzione riservata ©

14 commenti

 
  1. # Amelia

    Nigio non te la prendere, tanto vero…

  2. # giuseppe

    io sono un nonno “che sa raccontare la sua Livorno” Nigio lo confesso mi hai emozionato ed ho pianto con te

  3. # Nessuno

    La parte buona di una Livorno da raccontare che ci rende migliori ai nostri stessi occhi, grazie Nigio cantastorie dei nostri giorni e specchio della nostra livornesità raccontata con la voce del cuore

  4. # roberto5

    bravissimo abbiamo capito tutti che è stato un voto politico …bravo

  5. # Elena

    Grande Enrico per me il vincitore sei te❤❤❤❤

  6. # pippo

    grande nigio per me eri da podio!!!

  7. # Virgilio

    “A mezzanotte sono sempre svegli” era riferito al fatto che Enrico Nigiotti eccetto mercoledì ha sempre cantato ad orari assurdi. Tre volte su quattro cantare per ultimo è veramente vergognoso perché con il televoto che influisce per il 50% ti penalizza tanto. Purtroppo abbiamo poco “peso” politico in certe circostanze.

  8. # Traf

    Vigrgilio.Ma che vuoi dire con “abbiamo poco peso politico”?
    Ma pensi che sanremo boicotti i cantanti livornesi?
    Motivo?

    1. # Virgilio

      Perché Loredana Bertè ha cantato sempre nella migliore fascia e lui 3 volte su 4 in orari assurdi (la prima sera alle 00,45)? la giuria è lì ma la gente che il giorno dopo lavora come fa a darti il voto?

  9. # Marione

    Non ha importanza vincere Sanremo, i Successi dei Concerti e le vendite di CD contano molto di più.

  10. # Claudio Cignoni

    Sanremo non l’ho guardato,ma la tua esibizione l’ho vista un paio di volte qua sul video del giornale.
    Bravo,bella canzone!!!Poi ho visto un paio di pezzi su You Tube,a X Factor. e Con la Nannini.Complimenti!!!Ciao

  11. # Traf

    Virgilio. Puo’ essere che le case discografiche che hanno cantanti piu famosi spingano per una maggiore visibilita’, ma ti ripeto: cosa ci combina il nostro “peso politico” ? (se scrivi nostro immagino che tu parli di livorno)
    Ci fai capire?

  12. # tifosostagionato

    Grande Enrico , grandi emozioni ma con semplicita’ ,bravura e cuore … ti ho votato, mai fatto prima e mi hai emozionato tanto

    continua cosi’ come artista e non ti far triturare dalla macchina dello spettacolo

  13. # Alexi

    Boia che miscuglio di banalità, noia, le solite frasi, zzzz zzzzz

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.