Cerca nel quotidiano:


“Scacchi tra logica e creatività” con il maestro Sacripanti

E’ una questione di tempismo. Non è sufficiente giocare la mossa giusta, devi anche giocarla al momento giusto. Sapersi contenere è una delle cose più difficili da imparare per il giocatore medio di scacchi

Martedì 4 Febbraio 2020 — 18:15

Mediagallery

Giovedì 6 febbraio alle 18 in via Guerrazzi 59-61 lel Terzo Luogo al via  “Scacchi tra logica e creatività” con Giancarlo Sacripanti Maestro ASIGC (Associazione Scacchistica Italiana Giocatori per Corrispondenza) e CCM –ICCF (International CorrespondenceChessFederation)  mette a disposizione per i giocatori interessati , luogo e competenze per fare progressi nel gioco.  Gli scacchi richiedono tattica, strategia, freddo calcolo e intuizione. Bobby Fischer affermava che tutto ciò che conta sulla scacchiera sono le buone mosse. E’ una questione di tempismo. Non è sufficiente giocare la mossa giusta, devi anche giocarla al momento giusto. Sapersi contenere è una delle cose più difficili da imparare per il giocatore medio di scacchi.

Giancarlo Sacripanti, come tutti gli autodidatti che hanno iniziato a giocare a scacchi da giovanissimi nel percorso formativo, ha avuto momenti alternanti e improvvisati. Con la lettura e studio del Il Giuoco degli  Scacchi di Carlo Salvioli apprende  una diversa lettura cognitiva della scacchiera. Nel 1966 per migliorare  le capacità scacchistiche si inscrive al primo torneo per corrispondenza e nel 1968 gioca pareggiando  entrambe le partite nell’incontro Italia – Germania Federale,  viene eletto il  31 agosto a Roma nel Consiglio direttivo nazionale della nuova ASIGC .  Nella storia degli scacchi Antonio Rosino nel capitolo dedicato agli scacchi nel grande circuito associativo  ricorda Giancarlo Sacripanti come lo scacchista toscano che aveva organizzato il movimento che avrebbe permesso la nascita dell’ARCI Scacchi. Una parallela filosofia divulgativa tra il gioco per corrispondenza e quello al tavolino, uno stesso obiettivo creativo e formativo. Gioca  diversi tornei internazionali si dedica successivamente  a tempo pieno al gioco per corrispondenza partecipando a numerosi incontri internazionali a squadre con ottimi risultati  in particolare premiato per  la vittoria in entrambe le partite con l’Ucraina, realtà scacchistica di un altro pianeta. Attualmente gioca  sul server dell’ICCF con giocatori di tutte le nazionalità. Ammesso alla Semifinale della Coppa del Mondo Veterani.

Riproduzione riservata ©