Cerca nel quotidiano:


Scatta il divieto di vendita e consumo di alcolici dopo le 21

Piazza Garibaldi, Piazza della Repubblica, Piazza XX Settembre e le loro aree limitrofe sono le zone in cui da venerdì 2 marzo entreranno in vigore le limitazioni all'orario di vendita e consumo

Venerdì 2 Marzo 2018 — 15:07

Mediagallery

Piazza Garibaldi, Piazza della Repubblica, Piazza XX Settembre e le loro aree limitrofe. Sono queste le zone individuate dall’amministrazione comunale in cui da venerdì 2 marzo entreranno in vigore le limitazioni all’orario di vendita e consumo di bevande alcoliche. La decisione – avvenuta con delibera di Giunta n.251 del 2 marzo 2018 – risponde al nuovo articolo 55 bis introdotto nel regolamento di Polizia Urbana del 14 febbraio 2017 che prevede dalle ore 21 alle 7, il divieto di vendita di bevande alcoliche per asporto nonché il divieto al consumo di bevande alcoliche su aree pubbliche – ad eccezione di spazi esterni pertinenziali e autorizzati annessi a pubblici servizi – nelle aree cittadine a maggiore rischio per quanto riguarda situazioni di degrado e violenza legate anche all’uso di alcool.
Le tre zone individuate dall’amministrazione per lo stop alla vendita di alcolici rappresentano, infatti, proprio quelle in cui si verificano con maggiore frequenza fenomeni di allarme sociale, causati soprattutto da assembramenti di persone dedite all’uso di alcolici che stazionano all’esterno di esercizi di commerciali e di somministrazione di bevande.

Riproduzione riservata ©

15 commenti

 
  1. # LEGA prima gli ITALIANI

    In via Palestro si può’ comprare?Nogarin fai ride i polli

    1. # Fernando A. Barsellotti

      Buona sera gentili lettori. Non crdo sia sufficiente effettuare un’ordinanza, senza che la stessa sia accompagnata da un assiduo controlllo. Son certo che in alcuni casi sono persone malate, ma se hanno denaro
      per bere, allora si paghino le cure e non ricadono sulla comunità. Pensatici….pensateci…..cordiali auguri a saluti a tutti.

  2. # toni

    complimenti alla giunta comunale di aver mantenuto la promessa per quanto riguarda divieto alcol in certe zone della città,un ringraziamento va anche all’ufficio commercio e la muncipale per il lavoro fatto fino ad ora,adesso la strada e in salita.

  3. # Quasimodo

    E in Venezia?

    1. # Valerio

      Penso per ora solo in quelle zone, essendo forse quelle più delicate.

  4. # Carlo

    finalmente ci sono arrivati !!!!
    “nonché il divieto al consumo di bevande alcoliche su aree pubbliche ”
    Ma che questo divieto sia rispettato …come negli USA. Basta bere alcoolici sulle panchine o per strada….CONTROLLI!!!

  5. # Dredd

    “assembramenti di persone dedite all’uso di alcolici che stazionano all’esterno di esercizi di commerciali e di somministrazione di bevande” in pratica ha descritto Venezia…segnaletica divelta ed usata per spaccare le telecamere. Un giovane con in mano il cartello stradale “Via Falcone e Borsellino” che spacca le telecamere e poi lo getta nei fossi deve far riflettere. Quindi se nelle tre zone entro alle 21.01 per comprare una birra non posso? Che idiozia

  6. # ennio

    mancano i dovuti controlli , vietare la vendita di alcool dopo li 21 è un semplice ripiego che non serve a niente.

  7. # Carlo

    x Dredd
    certo che puoi, ma la devi comprare in un bar o ristorante e berla lì.
    Non puoi comprarla al market e portarla fuori o berla fuori. In molti paesi questa è la regola…e poichè siamo oramai nel villaggio globale, ecco che anche noi la dobbiamo seguire

  8. # Xav

    In venezia nooooo??? Briai al giro fino alle quattro tutte le sere…..grande nogarinne

  9. # morgiano

    Provvedimento ridicolo, inutile e teso solo a soddisfare la voglia di divieto, rimedio tipico di chi non ha la più pallida idea di come risolvere i problemi. L’unico risultato sarà che qualcuno venderà, al nero ed a prezzo maggiorato, l’alcool comprato nel pomeriggio o cento metri più in là…ma Nogarinne non è un INTOCCABILE!

  10. # Dep

    Xav. Il divieto ha come obiettivo quello di proibire la vendita di alcolici nei market con conseguente capannello di ubriachi fuori dell’esercizio commerciale.
    In venezia ci sono pub e ristoranti…
    Vuoi proibire che uno vada al pub o al ristorante senza poter bere birra o vino?
    Per quanto, il problema della venezia e’ argomento completamente diverso…
    E cioè, se hai un figliolo che non sa nemmeno stare al mondo con 3 birrette in corpo, non e’ colpa di nogarin ma dei genitori che non gli hanno insegnato un minimo di rispetto.

  11. # orabasta..

    In Venezia sabato sera sono stati distrutti decine di specchi retrovisori delle auto in sosta su gli scali del Vescovado fino a via Falcone e Borsellino ..nessuno ha visto niente? In quel tratto di strada ci sono molte telecamere di sorveglianza degli uffici comunali e del tribunale adiacente..sarebbe un dovere delle autorità andare a vedere per fare chiarezza e trovare i colpevoli visto che le telecamere e tutto il resto lo paghiamo noi.

  12. # u8go nogarin sono otto

    mah

  13. # Stella

    Abito in zona piazza xx settembre, e sono contenta di questa cosa! In piazza e sui marciapiedi davanti ad alcuni negozi della zona vedi capannelli di gente che bivaccano con bottiglie e lattine, e se gli devi passare vicino c’è da aver paura, puzzano di briao lontano un miglio. Per non parlate dei classici gruppacci di beoni del sabato sera, che si muovono in branco e ti fanno passare la voglia di uscire! Bene, avanti così, ma FATE I CONTROLLI per far rispettare questa ordinanza!