Cerca nel quotidiano:


Sciopero Aamps, ecco quando verrà recuperato il ritiro saltato

Aamps recupererà l’indifferenziato nei quartieri "Zola-Ferrigni-Stazione" e multimateriale in zona "viale Italia" nella giornata di venerdì 14 dicembre e gradualmente nei giorni successivi tutto ciò che verrà trovato esposto

Mercoledì 12 Dicembre 2018 — 12:18

Mediagallery

Buona partecipazione per lo sciopero messo in atto dalla Rsu di Aamps per la giornata di giovedì 13 dicembre quando, dalle 8,30 alle 13, circa 150 dipendenti sono scesi in piazza del Municipio e in via Grande incrociando le braccia e bloccando il traffico con la “protesta delle strisce pedonali” (foto in pagina di Simone Lanari), distribuendo volantini sui motivi della loro indignazione sindacale.
In molti indossavano, come “tunica” smanicata, un sacco nero della spazzatura sopra cappotti e piumini. Non sono poi mancati striscioni, fumogeni e cori indirizzati contro l’amministrazione.
Come previsto poi, la raccolta porta a porta è saltata in toto su tutto il territorio cittadino. Su questo fronte Aamps recupererà l’indifferenziato nei quartieri “Zola-Ferrigni-Stazione” e multimateriale in zona “viale Italia” nella giornata di venerdì 14 dicembre. “Tutto ciò che troveremo esposto e quello che vedremo in qualche cortile e/o interno che generalmente viene ritirato – spiega in una nota stampa Aamps – verrà gradualmente ritirato anche nei giorni a seguire”.

Il sindaco Nogarin – “Nell’ultimo anno Aamps ha assunto 54 persone e bandito un concorso per l’assunzione di ulteriore nuovo personale, per coprire i turni stagionali del porta a porta – commenta il primo cittadino – Un piano assuntivo senza precedenti contro il quale, tuttavia, la Cgil ha deciso di scioperare. Una scelta che trovo oggettivamente incomprensibile e che ha determinato un grave disagio per i cittadini, che saranno costretti a tenersi in casa i rifiuti per una settimana, essendo saltato il ritiro programmato per giovedì 13 dicembre. Quello che fa rabbia – aggiunge il sindaco – è che non venga riconosciuto lo sforzo fatto da questa amministrazione per salvare l’Aamps. Fino a due anni fa la spada di Damocle del fallimento pendeva sopra il capo dei lavoratori. Insieme al nuovo management aziendale, attraverso la procedura di concordato, abbiamo risanato i bilanci dell’Aamps, ripagato buona parte dei debiti e salvaguardato l’occupazione. Non solo. Io mi sono anche preso un avviso di garanzia per aver chiesto a gran voce l’assunzione di 33 precari storici. Grazie a questa complessa operazione abbiamo garantito un futuro all’Aamps e la Cgil dovrebbe avere l’onestà intellettuale di riconoscerlo”.
“In ogni caso – conclude Nogarin – la mia principale preoccupazione in questo momento è che venga assicurato il miglior servizio possibile ai livornesi, che si stanno impegnando molto nella raccolta differenziata, che a Novembre è schizzata oltre il 63%. Per questo mi auguro che azienda e Rsu si rimettano al tavolo per siglare un accordo di secondo livello atteso da tempo, che possa fare sintesi tra le diverse posizioni. Nell’interesse unico dei cittadini di Livorno”.

I motivi dello sciopero –  “La rappresentanza sindacale non può assistere alla inesorabile privatizzazione dei servizi di Aamps – si legge in una nota stampa inviata alle redazioni dalla Rsu Aamps, Funzione Pubblica Cgil –  sempre meno pubblici e sempre più privati, dopo la privatizzazione della raccolta ingombranti stradale e su chiamata, della raccolta di sfalci e potature, call center, Ufficio Tia/Tari, consegna mastelli, per fare alcuni esempi, siamo alla Privatizzazione del Servizio CORE, la raccolta Porta a porta affidata ad Avr per il Pentagono del Buontalenti. Siamo arrivati a privatizzare un servizio fondamentale: inaccetabile”.
Ma la protesta non si ferma e i motivi abbracciano un ampio spettro. “Oltre alla privatizzazione dei servizi – si legge nella nota – assistiamo allo schiaffo inferto ai lavoratori precari a cui è stata negata l’applicazione del Decreto Dignità del Ministro Di Maio, che sarebbe entrato in vigore il primo novembre di quest’anno, per tutti i lavoratori tranne quelli della partecipata del Comune di Livorno, a cui sono stati i rinnovati i contratti il 31 ottobre 2018 per evitare l’applicazione della nuova norma”.

Riproduzione riservata ©

58 commenti

 
  1. # Monica

    Secondo loro io tengo l’indifferenzata in casa fino a giovedì prossimo in casa, ma stiamo scherzando!!!

  2. # Lorenzo65

    I livornesi si i preparano a passare le feste del Natale sommersi dalla spazzatura. Non per colpa dei lavoratori, che hanno la mia piena solidarietà nello sciopero , ma a causa della prepotente ossessione ideologica che guida questa amministrazione ed impone ai cittadini di trasformare le proprie case in discariche puzzolenti.

  3. # u8go nogarinINO sono otto

    se invece c’erano i cassoneeti per strada in casa non ci si teneva niente…bello il porta a porta vero’?

    1. # Alessandro

      A te i gilet gialli ti fanno una pippa magari poi alzi la mano sinistra col pugno chiuso to vogli esagera ti metti anche la mano sul cuore e inneggi a lotte proletarie.
      Chi sciopera ha diritto e va sostenuto se poi si pensa che siano vagabondi gli operatori si deve iniziare a licenziare i dirigenti che non sono all’altezza del proprio lavoro.

  4. # Livornese

    Certo, e io devo tenere l’organico pieno in casa fino a lunedi? Ma si sta scherzando?!

  5. # Beppe

    Io vorrei pagare per quanto utilizzo AAMPS, visto che il “porta a porta” adesso prevedere il ritiro 2 volte a settimana e che sostituisce i precedenti 6 ritiri a settimana, voglio pagare un terzo di quanto pagavo Prima.
    Questa nuova amministrazione ha applicato nuove tasse ( stalli blu etc.etc) ed ha aumentato le tasse che già erano presenti, senza dare alcun miglioramento in cambio, .
    Livorno è diventata una città di serie C

    1. # frankie

      …….ma perchè Sig. Beppe, prima la città di Livorno dov’era in serie A???

      1. # Auriga

        Sempre meglio di adesso.

  6. # adriano

    siccome io non ne sono a conoscenza la spazzatura la metto fuori

  7. # Max

    Cominciamo ad indossare anche qui i gilet gialli.

    1. # elisa

      Max basterebbe che tutti i livornesi d’accordo non pagassero la prossima fattura Tari, vedrai come cambierebbero le cose!!!

  8. # elisa

    Io la metto fuori se poi non la ritirano non sono problemi miei.

  9. # Mariotti

    È secondo loro io lascio la spazzatura una settimana in casa….già non sono passati neanche oggi è mi è toccato riportare in casa la spazzatura ora pure domani….divents una discarica

  10. # Orco Labronico

    L’umido in casa fino a Lunedì? Ma io chiamo i carabinieri! E l’ufficio di igiene! Ma siamo scemi? Io lo metto fuori, umido ed indifferenziato!
    Non sono io che sciopero e non posso stare con la spazzatura in casa una settimana per delle scelte da parte del comune che ci privano di libertà essenziali.
    Ricordo che i servizi essenziali DEVONO essere garantiti e non vivere nel sudicio per giorni è tra questi!

    1. # Highlands19

      Infatti i servizi essenziali sono stati garantiti…scuole, ospedali e caserme…

  11. # bobstell

    State facendo cose turche. Esiste una grave omissione in un servizio essenziale per l’igiene e la salute pubblica. Per l’articolo 32 della costituzione, niente viene avanti alla salute dei cittadini, quindi provvedete immediatamente al ritiro di quanto è dovuto. Ma proprio non Vi rendete nemmeno conto di quello che state facendo.

    1. # Stefano

      Come rimpiango il carattere dei Francesi 🤬

      1. # Libeccio

        Sono d’accordo con te

  12. # Lobe1975

    Scusate, quindi quando c’e lo sciopero dei treni andiamo comunque in stazione ed aspettiamo oppure quando c’è quello dei benzinai andiamo comunque al self service e volendo inseriamo anche le banconote?
    Lo sciopero per definizione deve creare un disagio o un disservizio, altrimenti non è uno sciopero.
    Già il fatto che siamo stati informati rovina il tutto..
    Quanta indifferenziata avremo mai in una settimana? Se era l’organico era peggio…

    1. # Orco Labronico

      Infatti domani io ho entrambi! E comunque l’indifferenziata prende posto.
      Ma se vuoi la porto da te visto che ne fai così poca!

    2. # Claudia

      In alcune zone della città, come quella in cui abito io, il giovedì è giorno di raccolta dell’organico! Quindi è il peggio !

    3. # Trolley

      Lo sciopero dei treni ha comunque delle fasce garantite in cui i treni circolano regolarmente (fasce pendolari) e treni garantiti anche durante tutta la giornata. Quindi mi sembra cosa ben diversa.

    4. # Bimbobello

      Carissimo…il disagio non lo devi creare a chi con le tasse ti paga già lo stipendio, lo devi creare direttamente alle persone che ti stanno facendo un torto perché così la gente non sarà mai dalla tua parte anzi ti becchi anche grandiosi vaffa….medita….

    5. # alfonso

      d’ accordo sul concetto di sciopero, d’ accordo pure con l’AAMPS che ci chiede di tenerci i rifiuti, ma in tutti i rapporti che conosco, se non posso fare oggi quello che mi ero impegnato a fare, vuol dire che lo faccio domani, non la prossima volta

    6. # Alessandro

      Nella mia zona oggi era ritiro organico. Quindi rimane in casa fino a lunedì.
      Alessandro

    7. # Susanna

      Io il contenitore pieno visto che ho sei gatti e la lettiera vegetale non posso usarla…..e per me, se era l’organico era “meno peggio”.

  13. # Lillo

    Ma un po di solidarietà per i lavoratori che hanno dei problemi come voi verso l amministrazione, visto che siamo tutti comunisti a Livorno? Mi sembraaaaaa! I lavoratori sono una cosa l amministrazione un altra! Dovremmo andare anche noi alle 8 e 30 in comune a sostenerli e brontolare contro l amministrazione!

  14. # Roberto

    Solidarietá ai lavoratori che scioperano (e quindi non prendono lo stipendio) sempre!
    Chi si ritrova spazzatura in casa puó portarla al centro di raccolta.

    1. # Fabio

      Secondo te io pago le tasse e devo portare la spazzatura al centro raccolta? Senza calcolare i problemi che gia provoca questa raccolta oltretutto pago. Inoltre l’azienda dovrebbe guardare chi non fà il proprio lavoro ad esempio non rimettere a posto, pronti all’uso i cassoni o lasciare il mezzo al centro della strada ostacolando la circolazione di altre auto. Diciamola tutta ci sono tanti vagabondi e qui servono provvedimenti mentre vanno premiati chi fa il proprio lavoro.

  15. # TARPONE detto IL PANTEGANA

    Ringrazio questa amministrazione per i socculenti pranzetti disponibili in ogni angolo della città !!!!!!!

  16. # elit

    Propongo di portare i rifiuti all isola ecologica e se è chiusa lasciamola fuori dal cancello! Non si può pensare che le persone tengano in casa altri 7 giorni la spazzatura!

  17. # Ioannis

    Sempre peggio, per far sì che il porta a porta a Livorno funzionasse, hanno fatto venire i vertici Aamps da Lucca e Frosinone. Ma le cose vanno sempre peggio. Anche perché chi è al vertice non essendo Livornesi non sono a conoscenza del comportamento dei cittadini Livornesi e tantomeno ne sono a conoscenza i sig. Nogarin ed il sig. Vece. Esame di coscienza emea culpa per tutti.

  18. # LUCA

    Vergogna, siamo sommersi dalla spazzatura i bidoni scoppiano e la gente butta tutto per terra. A shangai è una vergogna. Sciopero? E per cosa? Mi piacerebbe saperlo visto che per fare 300 mt di via dell’ardenza ci mettete 40 minuti e fate una fila di km.

    1. # uno e trino

      Ma che bel commento…monta su un camion dell’aamps mezza giornata insieme ad un operatore del porta e porta e vedrai il prossimo sciopero ci sei anche te a fianco degli spazzini…se un si conoscono le dinamiche del pap e tutti i problemi (grossi) di organizzazione della raccolta, si tace o sennò prima ci si informa e poi si ragiona!!!!

  19. # Una mamma

    Giusto altrimenti se la stazione ecologica è chiusa…. tutti davanti a casa del sindaco.. naturalmente con la spazzatura

  20. # Vero

    Io porterei i sacchi davanti casa del sindaco

  21. # Bent

    Carta, vetro, multimateriale si possono tenere in casa senza problemi, per l’indifferenziata grosso modo vale lo stesso discorso ma l’organico NO! Questo deve essere raccolto perché è un servizio essenziale o pensano che tutti abbiano terrazze dove parcheggiare questo tipo di rifiuto puzzolente??? Solidarietà ai lavoratori sempre, ma questa tipologia di mancata raccolta non va bene: anche i treni quando fanno sciopero hanno alcuni viaggi assicurati e questa tipologia è assimilabile al servizio minimo.

  22. # Traf

    Ecco i compagni livornesi!!!!

    I lavoratori scioperano e loro anziche’ essere solidali e al loro fianco, si preoccupano per un po’ di disagio…

    Non vi smentite mai

    1. # sorgenti

      voglio vede cosa diresti se arrivando al pronto soccorso con una mano che ti scianguina trovassi chiuso per sciopero…. ci sono settori per i quali il diritto allo sciopero nn puo essere un diritto assoluto… l’igiene pubblica è uno di questi.

      1. # uno e trino

        i servizi essenziali sono le scuole, gli ospedali,gli ospizi e le caserme.stop.

    2. # Elisa

      Ma parla per te se ti senti tanto compagno, io non sono compagna proprio di nessuno.

  23. # Lillo

    Insieme ai lavoratori che scioperano di qualsiasi azienda siano e dobremmo pensarla tutti cosi, a me non intetessa se salta il passaggio di raccolta, andremo a buttarla nei cassoni rimasti in giro! I lavoratori non hanno colpe!

  24. # Chicchera

    Solidarietà ai lavoratori sicuramente. Anche loro vittime si un sistema nato e gestito male. Ma non si può creare disagio a chi paga per il servizio e non ha responsabilitá per la situazione causa dello sciopero.

  25. # enzo

    Dalle parole del sindaco sembra tutto a posto, sciopero inutile. Mah..

  26. # emme

    Purtroppo scegliere questo sistema di raccolta implica efficienza in tutti i settori e cosi’ non é. In questocontesto i lavoratori assumono potere sindacale in quanto interrompono un servizio divenuto essenziale piu’ di prima grazie alla scelta di questa amministrazione. Quindi saremo costretti a vedere cumuli di spazzatura ovunque. Il motivo secondo me é il sistema non regge perché i costi sono molto elevati ed il ricavo é puro miraggio. Intanto si taglia da altre parti, ma era prevedibile al di la delle storielle raccontate. L’unica soluzione é produrre meno rifiuti e non rincorrersi con enormi sacrifici per recuperare una piccola percentuale di cio’ che viene prodotto. Un particolare esempio di come é concepito il sistema ecologico. E’ stato creato il PET, materiale indistruttibile che contiene miliardi di sostenz consumate ogni giorno. Ebbene viene utilizzato come elemento usa e getta!! Non vi sembra che ci sia qualcosa che non torna?

  27. # furia

    non capisco il problema della privatizzazione ….. se uno lavora e fa il suo dovere quale e’ il problema. oppure si sta meglio sotto il comune o lo stato perche’ ognuno fa quello che vuole senza controlli dovevano privatizzare tutto 20 anni fa’ si risparmiava qualchche soldo tutti e la citta era piu pulita devono privatizzare tutto anche i trasporti vedrai che differenza aho!!!

  28. # Acciaio

    In realtà questa organizzazione attuale per gestione dei rifiuti è una pura e semplice conseguenza della decisione del Tribunale fallimentare di Livorno che ha imposto un qualche risarcimento ai vecchi fornitori Amps, che se non ricordo male ammonta ad una decina di milioni. Ora il’Presidente di turno ci ha detto che fino ad ora sono stati risparmiati un milione mezzo di Euro, quindi il problema è il rimborso puro e semplice “l’ecologia” un c’entra nulla

  29. # Pietro

    Mi dispiace per coloro che si sposeranno in questi giorni, ma io stanotte vado a scaricare la spazzatura sulla scalinata del comune.

  30. # Stefano

    I lavoratori di AAmPS oggi hanno scioperato, spero che i cittadini possano comprendere le motivazioni che sono:
    1 La totale mancanza di rapporti sindacali
    2 Le inascoltate problematiche di sicurezza del servizio di raccolta porta a porta
    3 Le inascoltate problematiche del rispetto del Codice della Strada nel servizio di raccolta porta a porta.
    4 La mancata stabilizzazione dei lavoratori a tempo determinato alla loro scadenza.
    5 Il clima di paura che adesso esiste tra tutti i lavoratori dell’Azienda.
    I lavoratori si scusano per gli eventuali problemi che si dovessero verificare, siamo lavoratori e cittadini, quindi anche per noi c’ Il problema dei rifiuti in casa, ma soprattutto dobbiamo risanare tutto al più presto.

  31. # mary

    Se dei lavoratori scioperano perdendo la retribuzione di una giornata lavorativa qualcosa che non va ci sarà ??
    Se qualcuno di voi stesse rischiando il posto di lavoro lo farebbe sciopero ?? Quindi un pò di solidarietà non guasterebbe …E si siamo a Natale ..

  32. # Livornese

    E a Montenero, l’umido e indifferenziato quando verrà raccolto? Grazie

  33. # Anonio

    …basta, basta, basta!!!
    USL dove sei!!!
    Esisti!!!
    …SIAMO PIENI!
    …ma di Tutto!!!

  34. # Un ci so fa piu

    Possibile fare la raccolta la mattina alle 7:50 sul viale Italia quando tutti vanno o a lavoro o a scuola e poi dove???? Sempre all’altezza della Terrazza.

    1. # gianluca

      A milano fanno la raccolta porta a porta da decenni… alle 6 di mattina gia tutto pulito in tutta la città ! Non si possono tenere cassonetti per strada tutto il giorno sono un obbrobrio estetico ed igienico.

  35. # Enrico

    Uno sciopero inutile incomprensibile contro i cittadini che pagano la tari! Uno sciopero politico in vista delle prossime elezioni? Il porta a porta è l’unica vera rivoluzione positiva per questa martoriata città degli ultimi 70 anni e questi vogliono distruggere quel poco di civiltà e di positività. Abbiamo elogiato Aamps ed i suoi collaboratori negli ultimi anni con lettere e commenti al sindaco ai giornali e sui social ma con questo sciopero siamo alla casella n.1 spiace molto soprattutto per chi come noi effettua convintamente e responsabilmente la differenziata .. ognuno si gestisca la propria spazzatura e non come una volta che tutti buttavano tutto per strada.

  36. # Paolo

    Toccato un nervo scoperto….Il porta a porta crea disagi ai cittadini e la vista dei vari raccoglitori, pieni o vuoti ( belli i sacchi gialli trasparenti) non favorisce l’immagine della citta’. Ideologia stupida e non pratica. In fin dei conti avevamo gia’ cassonetti per la carta, per il vetro ed erano pieni…..E comunque la raccolta andrebbe fatta in orari serali e notturni.

  37. # ascanio

    E’ l’unica azienda che ha avuto per decenni il 99% di autisti e impiegati e l’1% di spazzini. Ora che vi tocca lavorare fate sciopero?? L’azienda è pubblica al 99% e fate sciopero??

    1. # Pinco

      Mi fai capire?SE fosse vero quello che dici tu,perchè fare l’austita non è un lavoro?Allora devi dire a tutte le persone che fanno l’austita che il suo lavoro non è un lavoro.