Cerca nel quotidiano:


“Sculture in ferro per le bici al Mercato”

L'associazione Fiab lancia la proposta con rendering: "Le sculture in ferro sono economiche da realizzare e valorizzano l'immagine del Mercato Centrale"

martedì 27 novembre 2018 18:37

Mediagallery

La proposta arriva dalla Fiab Livorno: “Quest’anno – scrive in una nota l’associazione che da 20 anni diffonde la cultura della bicicletta in Italia – nell’interesse del crescente numero di cittadini che scelgono la bicicletta per fare acquisti e soprattutto dei commercianti che desiderano attrarli, dona alla città questa suggestione per risolvere il problema del parcheggio delle biciclette attorno al mercato centrale delle Vettovaglie che al momento è privo di stalli per bici. Le sculture in ferro (vedi foto) sono economiche da realizzare e valorizzano l’immagine del Mercato Centrale con leggerezza e ironia: triglie e favolli di scoglio, galline livonesi, broccoli, carote, pentole e cappelli da cuoco sottolineano l’ingresso. Inoltre la loro conformazione risulta perfetta per legare il telaio della bicicletta, riducendo di molto il rischio di furti”.

Riproduzione riservata ©

30 commenti

 
  1. # u8go nogarinINO sono otto

    peccato vanno tutti in motorino

  2. # frankie

    E perchè no? Invece di legarle ai paletti, docce sui marciapiedi,
    ostacolando pedoni, passeggini, disabili.

    1. # Milu

      Certo che se le mettono così come nella foto i pedoni dove camminano?

      1. # ZONA PEDONALE

        camminano per la strada…ci siete mai andati al mercato? non sapere che la strada è pedonale? prima di parlare informatevi

        1. # Milu

          Allora fatti un giro nel pomeriggio o alla sera tardi, auto e moto ci sfrecciano di continuo altro che pedonale,..prova a cammirci in mezzo e mi racconti.

        2. # Milu

          Fino alle 10 del mattino è transitabile da mezzi Amps e furgoni per scaricare al mercato…

  3. # David, banco n.63 !

    bello, ottima idea. Arte al servizio di tutti 👏🏻👏🏻👏🏻

    1. # fabio1

      L’arte è arte se non da fastidio alla vita quotidiana. Altrimenti sono impedimenti. Già.. IN FERRO… e si che siamo a Livorno e lo sappiamo che fine fa il ferro senza manutenzione. Sappiamo anche quali livelli di manutenzione è sottoposta la nostra arte (vedi La Terrazza Mascagni).

  4. # adriano

    ma lo sapete che se occupate il marciapiede siamo costretti a camminare per la strada e li nonostante sia divieto di transito tra auto e motorini sembra di essere sul viale italia

  5. # Libero

    Ma la FIAB Livorno lo sa o no che esistono anche i pedoni?
    I MARCIA PIEDI sono stati inventati per far marciare (=camminare) i piedi dei pedoni, o no?

    1. # Robe

      Se lo sapesse educherebbe i ciclisti a non passare sui marciapiedi, anche in presenza di piste ciclabili… Ma a loro è tutto permesso… arroganza inclusa!!!

      1. # ciclista

        Il problema è: dove sono le piste ciclabili? in periferia qualcuna forse ma in centro no!

        1. # marco62

          Ciclista allora fai una cosa vai a piedi….

  6. # pandaciclista

    Se sono così economiche da realizzare la Fiab potrebbe donarle alla città e poi anche provvedere a ritingerle quando arrugginiscono !

    1. # Giovanna Latufia

      Ma sì, con poche migliaia di euro se ne possono installare dieci e più!

    2. # Pandaciclisti WWF Livorno

      I Pandaciclisti del WWF Livorno si dissociano da questo commento e apprezzano e condividono pienamente l’idea degli amici della Fiab Livorno. Nell’area Mercatale c’è necessità di rastrelliere visto le numerose biciclette che sostano in tutta l’area mercatale e visti i numerosi furti a danno di cittadini virtuosi 🙂

  7. # Beppe

    …..(?) …. , ms semplicemente ” copiare” chi il problema lo ha risolto da anni no? ( vedi Olanda)
    Qui il problema è che le rastrelliere non ci sono, l’arte è un’altra cosa, nel contesto del mercato è fuori luogo,li serve senso pratico e funzionalità.
    Una situazione ordinata,dignitosa,sicura, è arte anche quella.

  8. # Luca

    Se regalassero mille euro ci sarebbe sicuramente qualcuno che avrebbe da ridire……..Se levano la possibilità di commentare qualcuno lo ricoverano per depressione, è diventata un attività scrivere e criticare sempre e comunque anche se le cose non si sanno.
    Non va mai bene nulla, poi se chiedi di proporre qualcosa di fattibile spariscono

  9. # Cecilia

    A me piacciono da vedersi e effettivamente risolvono i problemi riguardo alla sicurezza… l’unica vera perplessità riguarda lo spazio sui marciapiedi annoso problema che mi riguarda molto da vicino quotidianamente…

  10. # Fer_ma_teli.x.cortesia

    Madde un vi va mai bene nulla …..vi direbbero …..io invece vi dico che tutti avete ragione tranne chi vuol metterle li……augurandosi che non facciano ulteriori danni da qui alle votazioni affidiamoci a qualche santo ed ex corridore di bici…..

  11. # u8go nogarinINO sono otto

    con tutti problemi di LIvorno……

  12. # Camilla

    È un’idea eccezionale, finalmente qualcuno che pensa a qualcosa per valorizzare ciò che abbiamo
    Bravi!

  13. # Lorenzo64

    Le si vedessero a Barcellona o a Berlino… sai quante foto postate su Instagram a prendere Like??? Cerchiamo di avere una visione un pò meno provinciale…Livorno se lo merita.

    1. # POVERI NOI

      bravo, concordo! sai quando non criticano? quando fanno opere per lo stadio… li tutti contenti

      1. # Luca

        Veramente ogni volta che si parla di stadio ci sono un mucchio di commenti contrari.
        Capisco che fa comodo girare la frittata come è più conveniente al momento ma c è un limite a tutto.
        Questa la potevi risparmiare

  14. # Federico

    Qualcuno non tiene il senso LOGICO del : “quali sono le priorità” ……ASFALTATE LE STRADE !!! OOO DURI !!! poi potete anche fare le statue dei sette nani con le marmitte dei motorini in mezzo alle rotatorie ….. tutti i giorni appare un’idea , peccato sia una tautologia

  15. # emme

    Come quando una donna brutta e non tenuta si compra un bel vestito trend. E’ brutta lo stesso. L’importante pero’ é che tenga alla propria igiene. Queste opere di artisti, intesi in senso lato, possono essere intesi come de bei vestiti, niente più. Inutile poi perdere troppe energie sulle biciclette, mezzo poco usato per tanti motivi, ma specie per fare la spesa al mercato mi sembra anche poco adatto. Vivete piu’ nella realtà che nel modo dei sogni

  16. # Pandaciclista verace con la targa numerata

    Condivido il commento di Lorenzo64. Mi dispiace leggere tanti commenti sarcastici e negativi. Criticare è utile quando accompagnato da proposte construttive. E’ innegabile che sempre più persone adoperano la bicicletta per gli spostamenti in città e questo è positivo per tutti i cittadini. E’ altrettanto innegabile che le rastrelliere mancano ovunque. Ben vengano ….. se sono funzionali e in più originali e belli tanto meglio!!

    1. # Fabio1

      purtroppo non sono d’accordo con il tuo punto di vista.
      la proposta che fa il cittadino è quella di avere delle rastrelliere. Se c’è qualcuno che le vuole fare dando un tocco di “novità”, lo può fare ma con progetti validi. in questo caso abbiamo un’opera che intralcia il marciapiede e che dopo due anni dall’installazione è piena di ruggine, avendo come risultato l’opposto di quanto pensato.
      Probabilmente in altri stati pensano alla manutenzione come una cosa ovvia; in Italia no.
      Non tutte le critiche vengono fatte perchè siamo “criticoni” ma se in tanti cittadini si rendono conto che c’è qualcosa che non va, non vedo perchè non si possa modificare il progetto senza buttare via dei soldi per un’opera poco valida e che duri poco nel tempo.

  17. # Stefano

    La critica negativa e l’ignoranza a Livorno regnano sovrane…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.