Cerca nel quotidiano:


Si tuffa nei fossi: graziato.
Il nostro video esclusivo condiviso da mezza città

Domenica 31 Luglio 2016 — 07:09

Mediagallery

Si tuffa nei fossi durante Effetto Venezia (in fondo all’articolo trovate i video del tuffo, dei soccorsi e del momento in cui si diffonde, ironicamente, la musica di Bay Watch). Poi non riesce a uscire dall’acqua e devono intervenire i vigili del fuoco, raggiunti poco dopo da Misericordia di Montenero, Svs da via San Giovanni, Protezione Civile e polizia. E’ quanto accaduto nella notte fra il 30 e il 31 luglio in viale Caprera, lato Santa Trinita. Non era esattamente uno degli “eventi” in programma alla kermesse, ma uno “show” è finito per esserlo. Uno show tragicomico, per fortuna conclusosi nel migliore dei modi, che ha avuto per attore protagonista una sola persona, 40 anni di Monteriggioni (Siena), e decine di spettatori assiepati lungo la spalletta del canale. Al termine della “performance” lo ha preso in carico la polizia per circa 2 ore, il tempo necessario a fargli smaltire la sbornia. Dopodiché è salito in auto e ha raggiunto la compagna che si trovava in zona lungomare.

Visibilmente in stato di alterazione, l’uomo ha scavalcato in infradito la recinzione mentre sul palco di piazza del Luogo Pio era in corso il concerto dei Four For Africa. Una volta al di là, ha camminato una prima volta in precario equilibrio lungo la trave in metallo che collega le due sponde, trave resa ancora più scivolosa dalla presenza di due tubi. Tra le urla di incitamento generali, a rifare nuovamente la camminata, l’uomo non si è sottratto e dopo essere tornato indietro con successo ha compiuto il percorso la terza volta. E giunto a metà trave si è lanciato in acqua fra gli applausi, le risate (e l’incredulità) di mezzo viale Caprera. Finita qui? Non proprio. Come si vede dalla foto e dai video, in quel tratto di canale non ci sono appigli per poter risalire e così, complice lo stato di ebbrezza, da questo momento per lui sono iniziate evidenti difficoltà. In un primo momenti sono giunti in suo aiuto alcuni ragazzi che hanno tentato più volte di farlo risalire lanciandogli delle corde. Niente da fare. Alla fine sono dovuti intervenire i pompieri i quali a loro volta hanno avuto il loro da fare per riportarlo a terra. Alla fine la squadra dei vigili del fuoco ha dovuto calare in acqua una scala. A quel punto due pompieri gli sono andati incontro e di “peso” lo hanno tratto in salvo. L’uomo, subito preso in cura dai volontari delle ambulanze di Misericordia Montenero e Svs, è apparso stremato ed è stato avvolto da una coperta essendo rimasto in acqua per più di 20 minuti. Il salvataggio è stato salutato da un nuovo scroscio di applausi. Tutte le fasi dei soccorsi – ad un certo punto accompagnate, ironicamente, dalla musica del noto film Bay Watch partita dal vicino gazebo – hanno visto mano mano la partecipazione di altre forze dell’ordine e del 118 chiamato per un soccorso ad etilista.

Riproduzione riservata ©

51 commenti

 
  1. # roby

    SE QUALCUNO CI CASCA ACCIDENTALMENTE E’ UN PROBLEMA RISALIRE. PENSO PROPRIO CHE DELLE RISALITE DI EMERGENZA ANDREBBERO FATTE, COSI’ COME CI SONO ANCHE NELLE BANCHINE PORTUALI CHE HANNO LA SPONDA ALTA

    1. # Ivo Preservati

      Quel fosso è nato male ed è mantenuto peggio. E’ brutto, è un ricettacolo di larve di zanzara ed è sporco: Sarebbe meglio lo ricoprissero e ci facessero un parcheggio che sarebbe molto più utile. Bei mi soldi spesi per un’ opera del tutto inutile!

      1. # Perplesso sempre di più !!

        ECCO BRAVO…….UN BEL PARCHEGGIO !!!!!!!

      2. # Tore Asfalta

        Asfaltiamoli tutti i fossi, e facciamoci dei bei parcheggi!

  2. # Ercole Labrone

    a letto

  3. # Fox65

    Fategli pagare il soccorso

    1. # veltro71

      E anche eventuali cure all’ospedale!

  4. # Luca77

    Bravi quelli che incitavano. Bravi davvero

  5. # reidente

    Non trovo nulla di comico su quello che e accaduto ,Anzi trovo vergognoso che mentre l’operatori del soccorso stavano lavorando dalla spaletta’ opposta arrivavano grida di incitamento e musica a palla .
    vergona vergogna vergona

  6. # Claudio

    Un ti pareva che qualcuno un trovasse ir pelo nell’ovo !
    Mancano le risalite ! Io direi che ci sono troppi briai,i bimbi per siurezza si tengono per mano,i vecchi un si devono sporge troppo ecc…
    Comunque,Nogarin,perchè un ci metti una scala mobile ogni 30/40 metri di fosso (sui due lati) ?

    1. # roby

      “FINO A CHE’ HAI I DENTI IN BOCCA NON SAI COSA TI TOCCA”
      POTRESTI ESSERE TE IL VECCHIO CHE UN GIORNO CI CASCA O IL NONNO CHE VEDE CASCARCI IL NIPOTE. SE QUELLO IERI CI AFFOGAVA PERCHE’ NON FACEVANO IN TEMPO A TIRARLO SU’ , VEDRAI CHE OGGI QUALCUNO SI GRATTAVA E PUOI SCOMMETTERCI CHE DOPO QUELLO CHE E’ SUCCESSO QUALCHE RISALITA DI EMERGENZA CE LA FANNO E ANCHE ALLA SVELTA.

    2. # roby

      …DIMENTICAVO, NON SEI MICA QUEL CLAUDIO CHE STA LI DI CASA, CHE QUEL FOSSO NON LO PO’ PATI’, CHE NON FA’ ALTRO CHE PROTESTA’ E FA’ FISSO LE FOTO DEL FOSSO SPORCO E PER FA’ VENI’ MEGLIO LE FOTO CI BUTTA LUI LA SPAZZATURA?
      UN DI DI NO E’…. TI CIANNO VISTO!!!

      1. # Fabio

        Roby quando lo vedi te vieni a dirmelo ti do l’indirizzo e mail così gli si dice insieme

  7. # Francesco R.

    Dal filmato nel quale lui si tuffa non si capisce chi è più “scemo” ed “ignorante”: se lui che si è tuffato oppure le decine di persone sulle spallette che gli hanno lanciato contro decine di bicchieri (di plastica) “inquinando” (ulteriormente) di fatto il canale dei Fossi… W l’estate!!!

    1. # Da Siena

      Livornesi incivili ignoranti!

      1. # Fulmine

        Stai generalizzando un po’ troppo …… E poi detto da un senese …. Maaaaa

  8. # gian carlo p.

    I primi a intervenire persone della FISA federazione italiana salvamento in acqua che hanno provveduto a passare una cima di sostegno alla persona in acqua per evitare che affogasse viste le condizioni in cui era. Se necessario erano pronti a entrare in acqua per il recupero.

  9. # Marco

    Ahahah ma fatevi due risate, questo video è fantastico! Moio!!!

  10. # Bianca

    A parte il commento ovvio per l’intrepido tuffatore, guardando i video il primo pensiero è stato: da livornese mi vergogno dei commenti stupidi da parte degli spettatori labronici (ed in sottofondo si sentono solo loro), la totale assenza di preoccupazione ( tra le risate si sente anche un ‘azzi sua) … tralascio commento sul lancio degli oggetti!

  11. # Ilaria L

    Sono inorridita dagli incitamenti ..vergogna ancora una volta……mi pare evidente fosse una persona non ” lucida” e che poteva farsi SERIAMENTE male. ..!!!
    Ma ormai la società è QUESTA ! …La stessa che giorni fa vide dal Ponte di Calignaia alle ore 7.30 un signore in evidente stato confusionale ma che pensarono di avvisare qualcuno solo alle 11.30 !!! L’ indifferenza mista al ” brivido ” atroce di vedere se ” succede qualcosa , tanto tocca a lui mica a me !” Ormai regna sovrana…… assurdo….sempre peggio. ..

    1. # Liburnico

      hai ragione, fra realta’ virtuale film e videogames, non esiste piu’ coscienza!

    2. # ross

      Sui media nazionali ho letto che .”Bagno Miramare a Tirrenia. Un cliente si lamenta con la direzione per la presenza di 25 disabili (tra cui anche mio fratello) chiedendo almeno di essere preventivamente informato, in modo da poter disdire la prenotazione. Esemplare la risposta della direzione, la quale, con cordialità livornese, invita il cliente ad andare a mangiare da un’altra parte e che loro non erano in alcun modo tenuti ad informare nessuno. Personalmente auguro a questo anonimo ‘cliente’ di vivere una vita serena senza avere mai nessun tipo di incidente. Perché purtroppo nella vita non si sa mai cosa può succedere”.
      Penso che la direzione doveva informare i disabili della presenza di tale cliente,avrebbero avuto modo di disdire la cena,ma questa notizia è solamente una goccia nel mare dell’egoismo .Sempre più uomini-donne,diventano sempre più come pozzanghere,riflettono la luce,il cielo,ma non hanno profondità,evaporeranno lasciando solo un poco di mota.

  12. # chazz michael michaels

    ma quel chioschino al Venezia è veramente tanta roba!! 2.50 a bevuta!! sono dei grandi!

  13. # rena

    forse voleva smaltire un po’ di alcool che aveva ingerito

  14. # cris

    E non solo lo incitano..ma tirano pure bicchieri ed altro in acquA…incivili

  15. # Luigi C.

    Eroe per un giorno .. N°1!!

    Fatevele 2 risate e tiratevi su da quel divano che l’avete sformatooo!!!

  16. # floyd

    Questo è uno dei casi in cui la collettività non deve pagare per il singolo. In queste situazioni, senza criminalizzare nessuno, la persona dovrebbe pagare di tasca propria le prestazioni sanitarie e di altra natura (soccorsi vari, ecc.). Con i conti pubblici che abbiamo, ci mancano anche quelli che “se la vanno a cercare”…

  17. # vedolontano

    Schifoso comportamento dei miei concittadini…

  18. # teseo

    Non è tanto l’esibizione etilica di un cretino “di foravia”, ma le incitazioni e gli applausi dei livornesi che mi fanno pensare a Livorno come alla città all’avanguardia della dissoluzione. Poco distante dopo qualche ore un altro cretino non necessariamente etilico e forse livornese, sbarberà una pompa di benzina… A parte gli ovvi commenti, meglio non frequentare più queste zone.

  19. # A me non fa ridere

    Lui visibilmente ubriaco, incitato da una folla di scimmie urlatrici più ubriache di lui, alla fine in equilibrio sopra a quei tubi è scivolato ed ha capito che non sarebbe più potuto risalire. Vorrei vedere come avrebbe fatto se non avessero chiamato i soccorsi. Sarebbe morto annegato, altro che Baywatch…
    Patetica poi la selvaggia presa per i fondelli della folla, che prima lo vuole in acqua, poi lo chiama scemo e gli tira pure la roba. Ghiozzo lui a cascarci e a fare da protagonista in questo siparietto. Emblematica poi la dicotomia tra i soccorritori, seri e preoccupati, e gli imbecilli attorno che non si sono resi conto della gravità della situazione e continuavano a ridere indifferenti…

    Ripeto in sostanza, come detto da altri, che poteva finire male, prendiamola come spunto per metterci un’uscita di sicurezza, una scala o che altro, sennò se ci casca per davvero qualcuno e non c’è nessuno che cosa accade?

  20. # massimo porciani

    di rimba siamo già tanti in città ci mancava che venissero da altre città

  21. # giulio

    inutile prendere tanto in giro di briai anche uno in piedi sulla spalletta con pantaloni gialli e maglia nera…..grave tanto quello in acqua. Tristezza i commenti.

  22. # hdensity

    I soccorsi, piu’ che a lui, li farei pagare a quelli che applaudivano e lo incitavano…. visto che lo spettacolo gli è piaciuto è giusto che paghino il “biglietto”.

  23. # Kristy

    Effetto Venezia: questo è il “decoro urbano” tema dell’edizione di quest’anno……..

  24. # LabroniDOC

    Io mi sono fatto due risate, sinceramente! Una nota di biasimo… Quei bicchieri tirati in acqua… Ma perché?!

  25. # al dolce

    Altro che ” effetto venezia” effetto alcol. Ahahahah.

  26. # GUIDO

    Ma degli idioti che si divertivano a tirargli degli oggetti addosso ne vogliamo parlare? Che si sbellicavano dalle risate vedendo un uomo in difficolta ‘ annaspare nell’acqua ne vogliamo parlare? QUELLA PERSONA IN SERIA DIFFICOLTA’ ANCHE SE UBRIACO MERITAVA DI NON ESSERE DERISO E “SFOTTUTO” DA QUELLA BANDA DI STUPIDELLI, MA SEMPLICEMENTE AIUTATO COME HANNO FATTO QUEGLI ALTRI RAGAZZI LANCIANDOGLI DELLE CORDE, OLTRETUTTO A SECONDO DEL GRADO ALCOLEMICO POTEVA SUCCEDERE QUALCOSA DI DAVVERO DI SPIACEVOLE COME ANNEGARE OPPURE CADERE IN COMA ETILICO, IO DAVVERO NON HO PAROLE DI COME SI POSSA ESSERE COSI’ INSENSIBILI E CINICI E SPERO CHE NON TUTTI I RAGAZZI LIVORNESI SIANO COME LORO, PESSIMO ESEMPIO DI SAPER VIVERE, COMPLIMENTONI PER LA VOSTRA CIVILTA’ ED EDUCAZIONE ED I CORI DA STADIO, L’IMPORTANTE E’ SOLO CHE VI SIATE DIVERTITI….ALLE SPALLE DI UN POVERO CRISTO NATURALMENTE, DA BUONTEMPONI ED “ALLEGRONI” TIPICA CARATTERISTICA LIVORNESE.

  27. # Cesare

    oioi come siete noiosi con sti commenti sempre a ragiona’ di soldi e di morale..
    poi magari vi garba Piero Ciampi de “Il vino”

  28. # Kristy

    Effetto Venezia 2016 tema: “decoro urbano”

  29. # Peterpan

    Non si è lanciato come si vede da YouTube è scivolato mentre provava a fare l’equilibrista era ubriaco ma non molesto quindi niente denuncia, non si è tuffato ma è caduto quindi niente multa, comportamento sicuramente sbagliato ma non da meno erano decine di fenomeni che vistolo in quello stato lo eccitavano ulteriormente. Poi fare pagare il lavoro di protezione civile vigili del fuoco e polizia? Questo non ha nemmeno gli occhi per piangere!

  30. # Marco

    Gli scemi del villaggio sono sempre stati derisi, ma tirargli contro bicchieri e soprattutto bottiglie di vetro è da galera! Lui era briao, ma molti di quelli che lo guardavano sono deficienti!

    1. # Citta Dino

      Sono d’accordo. I commenti erano di una tristezza infinita, sembrava la versione 2016 della gogna di piazza.

  31. # Dredd

    “Il vostro video esclusivo condiviso da mezza città”, tanta roba…più interessante dello sbarco sulla Luna. E’ veramente propedeutico che “mezza città” guardi queste stupidaggini. Chissà se il tipo è stato multato come cosi pure tutti quelli che hanno buttato i bicchieri nel fosso. Tanta roba davvero…

  32. # RobinHùdde

    Briai, tutti. Amen!

  33. # marioconlapanda

    asfaltiamoli

  34. # Plinio

    Ce lo lasciavo un bel po’ e poi gli facevo una multa che se la sarebbe ricordata!

  35. # Alessandro

    Sono totalmente d’accordo con ross per il fatto dei disabili, inoltre anch’io sono disabile quindi capisco benissimo la tua situazione

  36. # Matt

    A leggere la maggior parte dei commenti mi viene da pensare che una sana risata non vi riesca più farla!

  37. # Alessandro

    Alle persone che hanno assistito a Effetto Venezia del tuffo del ragazzo ubriaco, ridendogli e lanciandogli dei bicchieri di plastica, dico che quelle persone hanno al posto del cervello la ragnatela

  38. # Andrea

    A chi ha fatto il video…..vergognatevi

  39. # ross

    Ad ALESSANDRO:
    Disabile e Disumano,Certe “persone “associano le due parole.La conseguenza è che il gusto del buffo e dell’incredibile, oramai, sembra che sia il solo modo di “FARSI DU’ RISATE”(come qualcuno ha commentato) I talk showmostrano politici agguerriti e arroganti, spesso ignoranti, pronti a cavalcare il populismo più spicciolo; i reality show appaiono come una parata di tipi umani curiosi e incredibili(il maschilista palestrato, la volgarona, il gay stereotipato, o il secchione con gli occhiali spessi)Disumani, appunto; i cosiddetti talent show spesso sono attenti a sottolineare aspetti paradossali o grotteschi che aggiungono interesse al talento (la bruttina, ma con la voce d’angelo, la rocker, ma suora, il cantante intonato, che però è balbuziente).
    Nell’Ottocento il circo Barnum & Bailey prometteva al pubblico “la più grande raccolta di curiosi esseri umani mai visti insieme sulla terra”poi le comiche hanno raccontato l’uomo forzuto, la donna grassa, lo spilungone, l’ingenua, il furbo e lo stolto.Oggi con la realtà virtuale non siamo più in grado di distinguere la vera realtà(Il ragazzo che poteva veramente morire)e la finzione(Il ragazzo che poteva veramente morire ma con un clic si resettava e iniziava una seconda-vita)