Cerca nel quotidiano:


Sistemano il verde della piazza e trovano involucro di hashish

E' accaduto ai volontari di Vivi Garibaldi mentre, in base al patto che l'associazione ha stipulato con l'ufficio dei Beni Comuni, si stavano occupando della cura del verde della piazza

Giovedì 25 Giugno 2020 — 09:51

Mediagallery

Paperini, presidente di Vivi Garibaldi: "Stavamo spollonando (tagliare la ricrescita, ndr) la palma e, per terra, in mezzo alle foglie abbiamo trovato l'involucro. Ci siamo subito fermati e abbiamo chiamato la polizia"

Durante l’appuntamento fissato da parte di Vivi Garibaldi per la cura del verde di piazza Garibaldi, in base al patto di collaborazione che l’associazione ha stipulato con l’ufficio dei Beni Comuni del Comune, sotto ad una palma i volontari hanno trovato un involucro sospetto, che è stato poi appurato essere hashish (foto). “Stavamo spollonando (tagliare la ricrescita, ndr) la palma della piazza – spiega il presidente della associazione Antonio Paperini – che tengo a specificare è sana come le altre della piazza e questo lo dico tra parentesi per quanto riguarda lo smaltimento che in questo caso non prevede cose particolari, al contrario nel caso in cui la palma fosse stata secca sì, e in mezzo alle foglie abbiamo trovato questo “grazioso regalo”, chiamiamolo così. Ci siamo subito fermati e senza ovviamente toccare nulla abbiamo immediatamente segnalato il ritrovamento alla polizia che è subito arrivata. Gli agenti hanno sequestrato l’involucro prendendo gli estremi di un volontario per la denuncia di ritrovamento. Secondo noi questo episodio conferma che in questa piazza esiste una criticità dal punto di vista della sicurezza e per questo chiediamo ancora una volta maggiore controllo. E poi la domanda che ci poniamo è la seguente: se dei volontari della associazione hanno ritrovato casualmente questo quantitativo cos’altro può nascondersi nella piazza?”. Tutto lo scarto, foglie della palma comprese, è stato inserito in appositi sacchi biodegradabili e smaltito dai volontari negli appositi cassonetti, con tessera, del centro città.

Riproduzione riservata ©