Cerca nel quotidiano:


Spiagge all’asta, il piano della Regione

Approvate dalla giunta regionale le Linee guida per l'istruttoria e la valutazione delle istanze per il rilascio di concessioni demaniali marittime per scopi turistico-ricreativi

martedì 07 giugno 2016 15:47

Mediagallery

Approvate dalla giunta regionale le Linee guida per l’istruttoria e la valutazione delle istanze per il rilascio di concessioni demaniali marittime per scopi turistico-ricreativi. Si tratta del regolamento attuativo della legge regionale 31 del 2016, approvata dal consiglio regionale lo scorso 3 maggio, che impegnava la giunta all’emanazione delle linee guida entro 30 giorni dalla sua entrata in vigore. “Il loro scopo – ha spiegato l’assessore alle attività produttive e al turismo Stefano Ciuoffo – è consentire una applicazione omogenea sul territorio regionale delle norme nazionali per il rilascio di nuove concessioni agli attuali gestori degli stabilimenti balneari interessati a fare investimenti significativi per migliorare la qualità delle strutture e dei servizi per la balneazione ma anche per migliorare l’accessibilità al mare e valorizzare l’ambiente delle coste della Toscana”. Il testo, definito d’intesa con ANCI, fornisce i necessari elementi per rendere applicabile in modo omogeneo e condiviso il dettato della legge.
“Si tratta di un testo – ha proseguito l’assessore – che, malgrado la ristrettezza dei tempi a disposizione, è il frutto di vari incontri e confronti fatti a più riprese con Anci e con le associazioni di categoria largamente rappresentative delle imprese del settore. Al suo interno sono state prese in considerazione importanti osservazioni ricevute dalle rappresentanze e ritenute compatibili con il quadro normativo nazionale. Coloro che decidono di avvalersi di questa possibilità, e per il momento ci risulta che un terzo dei concessionari abbiano deciso di farlo, optano di non rischiare una pronuncia sfavorevole della Corte di Giustizia europea, come sembra molto probabile, e di operare in tranquillità almeno fino al 2036″.
Inoltre consentiranno di orientare i Comuni nell’applicazione delle norme relative al rilascio delle concessioni a fronte di investimenti realizzati e/o da realizzare individuando: contenuto minimo dei documenti da presentare; disposizioni applicative riferite alla condizione della gestione diretta delle attività; interventi ammissibili quali investimenti utili per avviare l’istruttoria; elementi oggettivi del contesto territoriale di cui tenere conto per la ponderazione degli investimenti ammissibili per garantire la coerenza fra gli obiettivi della normativa regionale e la durata della concessione fino a venti anni; riferimenti per la definizione del progetto di riqualificazione ambientale e di valorizzazione paesaggistica del territorio costiero, utili anche per la valutazione della proposta nel caso di avvio di procedura comparativa; specifiche procedure e modalità per l’eventuale fase istruttoria collegata alla comparazione (in caso di domand e concorrenti) e tutte le condizioni per la corresponsione dell’indennizzo all’attuale concessionario rispetto al valore aziendale, in caso di attribuzione a nuovo soggetto.

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # Fox65

    Bene valorizzare la costa ma il libero e facile accesso deve essere garantito a tutti altrimenti revoca immediata della concessione e poi più controlli fiscali che in spiaggia si tende a non fare gli scontrini specialmente ai clienti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive