Cerca nel quotidiano:


Stalli blu, continua la protesta di residenti e commercianti: “Andremo per vie legali”

Sarebbero stati trovati degli estremi legali per indire una class action che consentirebbe di chiedere al Comune il risarcimento di tutti i pagamenti delle Lettere

Domenica 13 Gennaio 2019 — 08:18

di Jessica Bueno

Mediagallery

Quella degli stalli blu è una polemica che crea ancora numerosi mal di pancia tra i residenti ed i commercianti del centro città e del lungomare. Numerose le manifestazioni di protesta (tra cui quella del 12 ottobre, in cui in oltre duecento persone si ritrovarono davanti al Comune) e gli incontri pubblici inerenti alla tematica. Quella che viene lamentata principalmente è la mancanza di ascolto da parte delle istituzioni: “Sono state raccolte oltre 40 proposte – sostiene Barbara La Comba del comitato “Diamo valore al centro” – Proposte provenienti dai cittadini, concrete e precise, affinché questo sistema potesse in qualche modo essere migliorato. Sono state totalmente ignorate. Gli stalli blu non hanno assolutamente giovato alla qualità della vita, va trovata un’alternativa”. Tra le varie questioni sollevate, uno scarso controllo della Lettera delle auto nelle zone a traffico limitato: sembra che in molti approfittino della mancanza delle telecamere in alcune parti della città per trovare più facilmente il parcheggio, mettendo in difficoltà i residenti diminuendo considerevolmente le possibilità di trovare parcheggio. Il malcontento è palpabile nelle parole di alcuni livornesi che lamentano il disagio. “Trovare posto è diventata una missione impossibile – spiega una residente di via Grande – A volte siamo costretti a mettere l’auto dove non sarebbe possibile, dalla disperazione. Durante il fine settimana il problema aumenta di molto. Tantissime persone vengono in zona e parcheggiano qua i loro mezzi per poter andare a cena nel quartiere Venezia, diventato praticamente inaccessibile ai mezzi di trasporto. La qualità della vita è peggiorata ma io voglio rimanere a vivere qui, spero in una soluzione”.

“Il malcontento nasce – aggiunge Francesca Pritoni, membro del comitato – perché la cosiddetta rivoluzione dalla sosta ha portato a una riduzione di posti auto del 42 per cento e a multe ai residenti. Ci siamo rivolti anche all’assessore Vece che sembra non notare il problema. Ma il centro e la zona del mercato stanno soffrendo”.

“Rispetto allo scorso anno –  continua un commerciante di via Buontalenti– abbiamo notato una diminuzione delle vendite pari a circa la metà. La gente non viene più in centro a fare acquisti perché non riesce a trovare posto. Più volte ho pensato di lasciare questa zona, ma ricominciare da capo ha un prezzo maggiore. Non mi arrendo, nessuno ne ha intenzione”.

Su questa scia sabato 12 gennaio, nei locali del bar Dolly di piazza Grande, ha avuto luogo un incontro aperto ai cittadini in cui erano presenti delegati tecnici di Aci, i membri del comitato “Vivere in centro”, nato per dar voce alle problematiche dei residenti e dei commercianti, ed i consiglieri comunali Cannito, Caruso ed Amato. I delegati hanno risposto alle domande del comitato ed alle perplessità in merito di sicurezza stradale, viabilità, barriere architettoniche e legittimità di stalli blu e di pagamento della lettera. In merito alla lettera, sarebbero stati trovati degli estremi legali per indire una class action che consentirebbe di chiedere al Comune il risarcimento di tutti i pagamenti delle Lettere. Si tratta di uno strumento di tutela collettiva risarcitoria che permette di attivare un unico processo per ottenere il risarcimento del danno subito da un gruppo di cittadini danneggiati dal medesimo fatto. Tutti i cittadini interessati hanno proceduto a fornire i loro dati al comitato. La vicenda è in continuo divenire e presto verranno forniti aggiornamenti sul suo sviluppo.

Riproduzione riservata ©

26 commenti

 
  1. # marco62

    Bene ho piacere che questo tipo di iniziativa prenda sempre più corpo, la totale sordità di questa amministrazione non ha ragione di andare avanti, in campagna elettorale erano quelli che ascoltavano i cittadini….. e meno male ci hanno ascoltato altrimenti cosa avrebbero fatto? E non veniamo fuori con quelli di prima.

  2. # Jhonnie Rico

    Va bene, togliete la sosta a pagamento.
    Resta il fatto che gli stalli sono stati realizzati a norma di codice della strada.
    Non potete tornare a posteggiare come vi pare!!
    E se togliete la sosta a pagamento sarete di nuovo sotterrati dai veicoli dei non residenti.

    1. # Roxy

      Ma cosa dici ….Noi residenti MAI parcheggiato come ci pare !!!! vieni a vedere ora che casino c’e vai !!!

    2. # Francesca

      Purtroppo uno dei problemi è proprio il fatto che gli stalli blu NON sono stati disegnati secondo le regole, a causa dell’incompetenza che purtroppo si è unita all’arroganza e alla sordità all’ascolto di questa amministrazione.
      Ci è stato detto che gli stalli sono stati disegnati così per maggiore sicurezza, ma ACI ha smontato tecnicamente questa ipotesi.

  3. # France

    Tutte le occasioni sono buone per far politica e sparare addosso.
    E’ finita l’epoca delle campanelle al naso.

  4. # Lorenzo65

    Dopo gli stalli blu, rivendichiamo il diritto di non vivere nelle nostre case sommersi di spazzatura. Si paga una Tari fra le più alte d’Italia e siamo stati messi al servizio della spazzatura. Differenziare si, ma le ossessioni ideologiche sulla spazzatura di questa amministrazione non devono soffocare la vita dei cittadini.

  5. # Brontolo

    Mah, non solo STALLI BLU, ma una mancanza di CONTROLLI(Costano?) e allora tutti al mare!!!…Auto, furgoni, “portoghesi” che mettono la macchina non pagano il ticket e ….a tarallucci e vino!!!….Mah, mah, mah……E ora al via i RIONDOLI(rotatorie)….Tanto per fare CASSA da Bruxelles……

  6. # Romeo68

    Sono assolutamente d’accordo, anch’io vivo in centro e non voglio dovermi trasferire perché abbiamo una giunta comunale sorda ed arrogante (vedasi affermazione dell’Assessore Vece, che si commenta da sola, sulla possibilità di ridurre i permessi da rilasciare a fronte di una drastica diminuzione – causata da loro stessi con il delirante sistema di disposizione – dei posti per la sosta). La questione parcheggi/viabilità è sicuramente complessa da affrontare e qualche compromesso è inevitabile, ma con questo sistema – ed è un vero primato – hanno veramente scontentato tutti. Poi lasciatemi dire che non arrivo a capire quale sia la ragione per cui sono stati quasi del tutto aboliti i parcheggi a lisca e a pettine (…hanno qualche patologia particolare legata alla capigliatura in ordine o ai pesci??); fate un giro in centro, zona via fiume, tutte le traverse tra la stessa e via grande, non avendo più le vecchie disposizioni si sono persi, di conseguenza, numerosissimi posti auto. Che poi la ricaduta quale è stata (e meno male che il sindaco ha affermato che avrebbe annullato l’anarchia che c’è stata sinora…)? Che sistematicamente, vedasi soprattutto via Montegrappa e via Vittorio Veneto (ma anche via Piave non è esente…) , vengono messe delle auto o, peggio, dei furgoni in doppia fila… Per non contare che pur avendo fatto i cd. “posti speciali” (ciclomotori, disabili etc..), specialmente i motorini vengono comunque lasciati in sosta sugli stalli blu a scapito degli aventi diritto.. Vogliamo poi parlare anche di come sono stati fatti i cd. stalli blu? Sembrano tutti lavori lasciati a metà…
    Fatevi anche un giro in Venezia, zona scali del vescovado: hanno pressoché cancellato una fila di sosta ed hanno cambiato i posti in via Ganucci sistemandoli da sinistra (dove erano) a destra, così per chi arriva appunto dagli scali del vescovado, causa questa “splendida disposizione”, devono fare una sorta di gimkana…per poi, dovendo girare sugli scali delle pietre, allargarsi al punto di rischiare di cozzare con qualche altra auto in sosta nei pressi della spalletta del fosso… Ma il colpo di genio è stato anche quello di chiudere il ponte di via della Madonna… così nei giorni di grande affluenza in centro (fine settimana/feste natalizie etc.), il traffico si congestiona completamente sia dalla via degli avvalorati (fila auto sino a piazza della Repubblica), che da via san Giovanni (fila sino al palazzo dei portuali lato porto), entrambe le circostanze verificate dal sottoscritto il giorno 20/12, con autoambulanza bloccata nel traffico alla rotatoria davanti alla camera di commercio… per non parlare di quando ci sono le manifestazioni… E vogliono anche fare le piazzette…se non fosse grottesca la questione (già ci sono pochi posti auto, con ‘sto sistema li ridurranno ulteriormente…), ci sarebbe veramente da ridere… ma hanno idea di cosa diventa via Grande nei giorni del ritiro della spazzatura? Ci sono mai passati la sera, specialmente quando c’è il conferimento della plastica? E’ vero che viene ritirata piuttosto rapidamente, ma in quella mezz’ora diventiamo una succursale di una discarica… Immaginatevi la scena: d’estate, la gente a spasso, seduta sulle panchine delle future “piazzette”…e i meravigliosi cumuli di spazzatura in attesa di essere ritirati…
    Io devo essere sincero, sono tra quelli che li ha votati, ma non ripeterò l’errore…

  7. # Romeo68

    Mi spiace dover constatare che evidentemente c’è cattiva informazione..o forse non si “vive” il centro come noi residenti…
    Prima, quando c’erano le telecamere, che, beninteso, sono state installate previo pagamento di cospicue somme di denaro (soldi a questo punto gettati al vento), il parcheggio, almeno sino alle 20.00, era possibile trovarlo, dopo diventava difficile, questo è vero… Ma ora è diventato impossibile a tutte le ore del giorno… E ora più di prima, ci sarà totale anarchia e la gente parcheggerà dove capita (ho visto auto in sosta su corsie ciclabili e preferenziali, parcheggi per i motorini – e i motorini sui parcheggi auto, ovviamente…).. E per quanto attiene la correttezza della disposizione a norma di legge…beh, ho qualche sincero dubbio… Alcuni dei preliminari accertamenti da effettuare (vedasi norme…) sono l’analisi dei flussi del traffico e l’ottimizzazione in base alla geometria delle zone da adibire a parcheggio (finalizzata, quest’ultima, alla migliore disposizione possibile con il maggior numero di posti da ricavare…)
    Se vi prendete la briga di farvi un giro in centro noterete che nessuna delle due cose è stata fatta (VDS anche mio precedente post)…

  8. # fabio di piazza

    tanto i 5 stelle ne hanno per poco. fanno schifo e sono alla frutta!! hahahahaha

  9. # B 53

    Forse non avete ancora capito che la macchina la si deve togliere
    Ritornare a muovere le gambine ed usare i mezzi pubblici, le battaglie si devono fare per avere piu bus

    1. # Alkalino

      Forse lei è in pensione e gli farà bene usare le gambine, quelli che devono mantenere le pensioni e che devono lavorare hanno bisogno di muoversi e rapidamente, sennò o non cenano o non pranzano, faccia uno sforzo che ci può arrivare a capire.

    2. # Luna

      Ma hai mai pensato che non siamo tutti pensionati o lavoratori sotto casa? La gente usa la macchina per andare a lavorare….c’è chi si alza la mattina alle sei prende l’auto, va lavorare a Prato e torna la sera alle otto….e come dovrei andarci con le gambine?….

  10. # Nuanda

    Non vi preoccupate tra poco ci sarà il boom economico. Via le auto andremo tutti in giro con l’autista e la limousine

  11. # Stefano Savona

    Ho dovuto parcheggiare per accompagnare moglie e bambina in uno studio pediatrico in Viale Italia. Mi bastavano 10 minuti. Ho dovuto pagare 2 ore!!!! VERGOGNATEVI

    1. # bravino

      Se ha sbagliato a mettere più monete di quelle previste nel parchimetro chi è che si deve vergognare ?

      1. # Stefano

        È no caro mio, non ho sbagliato, si è obbligati a pagare la tariffa per un minimo 2 ore! Vada a vedere provi a pagare per 30 minuti e veda se riesce o si informi prima di commentare.

        1. # bravino

          Lei ha trovato un parchimetro speciale perchè si paga 50 cts l’ora ! Se è in grado di usare l’applicazione Tap&Park della Tirrena Mobilità potrà pagare anche per 5 minuti !

  12. # Amelia

    NON VI ILLUDETE, il contratto DURERA’ 10 anni (DIECI ANNI)e chi venga venga dovremo tenerci questa Società che oltre tutto sponsorizza il Pisa Calcio…..

    1. # u8go nogarinINO sono otto

      i contratti si pssono rescindere

      1. # Nuanda

        A quali condizioni?

  13. # Catia

    Come devo fare per avere maggiori info e magari dare anche i miei dati?

  14. # Emme

    Senza leggere i commenti giá pubblicati, mi sembra del tutto normale che la gente eviti di venire in centro vista la gestione insensata del comune. D altra parte anche le abitudini delle persone cambiano anche sulla base del piano di sviluppo della città. Qualche anno fa i centri commerciali dislocati al di fuori delle città non esistevano; le comodità stanno l[i e di contro e per assurdo si limita l accesso in città. Per cosa? Un inutile spreco di energie che peggiora la qualità di vita dei residenti già affossati, e non è ancora il momento peggiore dalla raccolta differenziata che irrita parecchio. Per gli amanti dell accoglienza l unica nota positiva è la venuta di tanti extracomunitari. Fate voi! L’unico modo sarebbe quello di tagliare la corda.

  15. # Fa78

    Basta…. Questo è il mio ultimo commento!!!!
    Se parli mele di questa giunta vieni censurato…. Ma è possibile???
    Vediamo se vengo censurato anche questa volta….. Dopodiché disinstallero’ l’applicazione dal telefono….. Nemmeno negli anni ’30!!!

    1. # marco62

      Sono d’accordo con te spesso non mi vengono pubblicati i commenti, nonostante non siano offensivi, solo perché reputo questa amministrazione incopetetente e quindi giudico dal mio punto di vista un parere contrario a quello che stanno facendo

  16. # Enrico

    Riecco le manifestazioni politiche in vista delle elezioni … !!! Cercano di sobillare proteste per ogni motivo ma livorno non torna al Medioevo dei 70 anni precedenti questo è poco ma sicuro