Cerca nel quotidiano:


Stalli blu, nuovo accordo con Tirrenica: cancellati 6800 parcheggi a pagamento

Tra le novità più importanti nel nuovo contratto che sarà reso operativo entro fine di maggio 2020 la riacquisizione da parte del Comune del parcheggio ex Atl in via Carlo Meyer e la probabile conseguente restituzione di stalli liberi ai cittadini e ai residenti

Lunedì 6 Aprile 2020 — 16:45

Mediagallery

Alla fine della quarantena, ci sarà per Livorno una piccola grande novità: le biciclette del nostro bike-sharing saranno fruibili gratuitamente, secondo modalità che verranno comunicate nelle prossime settimane

Amministrazione comunale e Tirrenica Mobilità hanno raggiunto l’accordo per il riordino del sistema sosta (clicca qui per rivedere la diretta Facebook della conferenza stampa). Il dialogo con la società che gestisce i parcheggi a pagamento in città, che si è da subita resa disponibile ad una trattativa, è iniziato mesi fa grazie anche alla collaborazione degli uffici comunali (Ufficio Mobilità, Avvocatura Civica, Ufficio Contratti, Ragioneria) impegnati in prima linea su questo fronte. Un accordo che prevede, tra le principali novità, la cancellazione e la rinuncia alla realizzazione di 6800 stalli blu in totale su tutto il nostro territorio, un lancio di una campagna di promozione del bike-sharing cittadino che sarà fruibile gratuitamente al termine di questo periodo di emergenza, la riacquisizione da parte del Comune del parcheggio ex Atl in via Carlo Meyer (e la probabile conseguente restituzione di stalli liberi ai cittadini e ai residenti), la riduzione delle tariffe,  e l’abrogazione di stalli blu in via Beppe Orlandi e in via Goito. Il tutto sarà reso operativo entro la fine di maggio 2020.

Ecco in sintesi le principali modifiche al piano di sosta cittadino.

Rinuncia alla realizzazione di 4600 stalli nei lotti 5 e 6 (lettere F, S e M) – La realizzazione di stalli centrali avrebbe pesantemente ridotto l’offerta di sosta in quartieri molto popolosi, creando enormi problemi di parcheggio ai residenti. Inoltre in molti casi, specie per quanto riguarda la lettera M, la realizzazione di stalli blu avrebbe incentivato l’uso del mezzo privato per raggiungere il centro.

Cancellazione degli stalli blu in tutte le ZTL (ad eccezione della ZTL notturna in Venezia) – Gli stalli blu all’interno delle ZTL creano semplicemente confusione nell’utenza, che pensa di poter entrare nella Zona a Traffico Limitato pagando la sosta, anche se in realtà non ha titolo.

Riduzione dell’orario di sosta a pagamento in tutta la città fino alle  20 (ad eccezione della Zona Mare, dove Tirrenica, al momento, si è detta indisponibile a ridurre l’orario serale) E’ stata uniformata la disciplina delle due convenzioni, per renderla più chiara e fruibile.

Riduzione della tariffa oraria in tutte le aree di sosta della convenzione del 2018 ed omogeneizzazione con le tariffe della convenzione del 2012 – Le tariffe diverse hanno creato molti problemi nelle zone ‘di confine’ tra le due convenzioni, dove l’utente si è trovato spesso in difficoltà nel comprendere la disciplina tariffaria.

Frazionamento del pagamento della tariffa per la prima ora negli stalli blu della convenzione 2018 – Si tratta in molti casi di stalli situati in luoghi dove l’utente ha bisogno di una sosta breve.

Abrogazione definitiva degli stalli blu in piazza del Luogo Pio e del parcheggio di piazza SS Trinità – Si tratta di due operazioni finalizzate alla pedonalizzazione definitiva della Piazza del Luogo Pio e al mantenimento di un’offerta di sosta soddisfacente per i residenti della Venezia.

Riacquisizione da parte del Comune del parcheggio Del Corona – Il parcheggio risulterà particolarmente strategico per aumentare l’offerta di sosta, in parte per i residenti, in parte per chi frequenta la zona per lavoro, anche in previsione del miglioramento della ciclabilità della zona.

Riacquisizione da parte del Comune del parcheggio ex Atl. Abrogazione degli stalli blu in Via Beppe Orlandi e in via Goito – Il parcheggio, gratuito, e le aree liberate dagli stalli costituiranno un ‘polmone’ libero per chi frequenta il tratto nord del lungomare. Probabilmente, ma è ancora tutto da definire, una parte del parcheggi saranno riservati ai residenti e una parte lasciati liberi per la popolazione.

Lancio di una campagna di promozione del bike-sharing attraverso un piano di agevolazioni tariffarie – Alla fine della quarantena, ci sarà per Livorno una piccola grande novità: le biciclette del nostro bike-sharing saranno fruibili gratuitamente, secondo modalità che verranno comunicate nelle prossime settimane.

Riproduzione riservata ©

3 commenti

 
  1. # 0586

    Finalmente si inizia a ragionare …..

  2. # Andrea Cognetta

    👍 Buon governo….

  3. # Marco

    C’è bisogno però che i vigili pattuglino i parcheggi dei residenti! Altrimenti si torna come prima che gli stalli bianchi dei residenti venivano presi per parcheggi liberi e noi residenti non trovavamo mai parcheggio!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.