Cerca nel quotidiano:


Stalli blu, scatta la protesta: in 200 davanti al Comune. La replica di Sorgente

Cartelloni e fumogeni di residenti e commercianti in piazza del Municipio. Contestato anche l'assessore Vece durante una ricognizione in zona Mercato. Sale il dissenso: "Non vogliamo veder morire il centro"

sabato 13 ottobre 2018 08:08

di Letizia D'Alessio

Mediagallery

Si sono ritrovati in duecento, tra commercianti e residenti del centro città, del Mercato Centrale e di piazza Cavallotti, davanti al Comune venerdì 12 ottobre per protestare contro il sistema della sosta cittadina (clicca sul link in fondo all’articolo per guardare le immagini scattate da Simone Lanari pubblicate all’interno della nostra fotogallery).
“Non è stata permessa alcuna partecipazione e non c’è stata data la possibilità di fare nessun incontro – ha detto Barbara La Comba – Questa è solo una nuova tassa da pagare. Nelle casse del Comune entreranno infatti molti soldi provenienti dagli stalli blu e altrettanti dal pagamento dei contrassegni. La giunta ha affidato il progetto della sosta completamente ad un privato”.
Francesca Pritoni invece è una residente della zona C. “Sia noi sia i commercianti siamo in difficoltà perché vediamo il centro morire – ha detto Pritoni – Giovedì 11 ottobre sono state fatte 37 multe agli scooter in piazza Cavallotti. I commercianti della zona del Mercato sono in grande difficoltà, i loro incassi si sono dimezzati”.

I manifestanti in piazza (Foto Simone Lanari)

I cittadini di quelle aree denunciano anche la diminuzione dei posteggi. “Stiamo raccogliendo proposte dai cittadini per il miglioramento del sistema – ha aggiunto Pritoni – al momento ne abbiamo oltre quaranta. Ciò che chiediamo inoltre è un bus navetta per il centro, più posti per i motorini e infine di mettere altri parcheggi”.
Maria Rosaria Esposito vive invece in piazza San Pietro e Paolo. “Siamo disperati, non riusciamo a trovare posto a nessuna ora – spiega a Quilivorno.it la signora Esposito – Le multe fioccano, mentre i parcheggi per gli scooter in via Michon sono sempre vuoti. Chiediamo che anche i posteggi sugli scali siano fruibili”.
“Ho 80 anni e in tutta la mia vita non ho visto niente di simile – si rammarica Carla Servolini, residente in via del Fante – Ormai per non cercare parcheggio non usciamo quasi più di casa. Ci sentiamo agli arresti domiciliari”.
Dello stesso avviso è Laura Contini, residente in piazza Grande: “Per trovare un posto bisogna mettere l’auto dove non si può – spiega Contini – e la mattina uscire prestissimo per evitare la multa. La qualità della vita è peggiorata ma io voglio rimanere a vivere in centro: non voglio andarmene e non voglio vederlo morire”.

Foto di Simone Lanari

Da segnalare la presenza in piazza del consigliere di Livorno Bene Comune Marco Valiani, del  consigliere regionale Monica Pecori e del presidente dell’associazione ‘A Livorno’ Loris Rispoli. Durante la manifestazione il traffico è stato deviato verso il quartiere della Venezia, tuttavia alcune auto hanno occupato le strisce di piazza del Municipio, dove erano i manifestanti. Da Palazzo Civico, in particolare dal vicesindaco Stella Sorgente, durante il pomeriggio era giunto l’invito a una delegazione di cittadini di salire per avere un confronto. Tuttavia i manifestanti hanno risposto chiedendo che fosse lei a scendere per parlare in piazza del Municipio. La numero due del Comune però non è arrivata.
Già la mattina, va detto, che l’assessore alla mobilità Giuseppe Vece ha avuto una forte contestazione durante il suo tour in piazza Cavallotti, nel corso della commissione itinerante a cui hanno partecipato assessori e consiglieri delle varie forze politiche lungo le zone a sosta regolamentata A, B, C, D e E. “Senza il confronto andremo per le vie legali – ha affermato La Comba – chiedendo l’accesso agli atti riguardo al nuovo sistema degli stalli”. Dal comitato che si sta costituendo hanno fatto infine sapere che quella andata in scena davanti al Comune è solo la prima manifestazione di una serie. “A breve ne faremo un’altra – ha concluso La Comba – alla quale ci presenteremo con macchine e motorini”.

La risposta di Stella Sorgente: “Gli organizzatori della manifestazione hanno cercato lo scontro, non il confronto” –  “Chiedere a un’amministrazione di scendere in strada in mezzo a fumogeni e insulti non significa cercare il confronto per risolvere un problema oggettivo. Significa solo volerla buttare in caciara, strumentalizzando politicamente il problema”.
Così la vicesindaco Stella Sorgente replica alle accuse mosse dagli organizzatori della manifestazione contro gli stalli blu, organizzata ieri sotto il Comune di Livorno.
“E’ stato direttamente il sindaco a informare i manifestanti che c’era metà giunta pronta a incontrare una loro delegazione per entrare nel merito di un problema complesso come quello della sosta in zona C e D.  Il nostro invito è stato rispedito al mittente e gli organizzatori ci hanno intimato di scendere. Non certo le premesse migliori per un confronto costruttivo. Noi ci siamo comportati come facciamo sempre in occasione di manifestazioni di protesta, ultima quella del sindacato casa di settimana scorsa: abbiamo invitato una delegazione e trovato una soluzione condivisa a problemi concreti. Evidentemente però non era quello l’intento di alcune persone presenti in piazza”. “Questa amministrazione – aggiunge Sorgente – non teme certo il confronto, né il conflitto, tanto è vero che l’assessore Vece venerdì mattina era in strada a confrontarsi con tutti. Ecco, ieri si è capito chi davvero vuole risolvere il problema: i membri della sesta commissione, compresi i consiglieri di opposizione, che si sono recati nei quartieri, metro alla mano, per trovare soluzioni puntuali e recuperare posti auto. Qualcun altro sta invece cercando di fomentare le persone a scopi puramente politici in vista delle amministrative. Mi auguro davvero che le persone non si facciano prendere in giro da chi fa solo i suoi interessi e non certo quelli dei cittadini”.

Protesta contro gli stalli blu. Foto Simone Lanari

La contro replica dei residenti e commercianti – “Abbiamo saputo che l’amministrazione, ed in particolare la vicesindaco Stella Sorgente, se fossimo saliti in una piccola delegazione, avrebbe aiutato a recuperare qualche posto. Quindi, secondo l’Amministrazione , e’colpa della piazza e di chi le ha chiesto di scendere, se i cittadini non otterranno nulla. Brutto messaggio. Se i cittadini hanno dei diritti, più aree di sosta, per ottenerli devono adattarsi a presentarsi in pochi, a Comune chiuso? Forse non le hanno riferito, e ci spiace, che lo abbiamo già fatto più volte. L’assessore Vece, la mattina, facendo il giro con la commissione consiliare, ha detto a residenti e commercianti che avrebbe recuperato qualche posto, ma per stroncare la contestazione da oltre una settimana manda i vigili anche tre quattro volte  al giorno a fare multe. Noi residenti e commercianti da oltre un anno abbiamo fatto riunioni in gruppi separati con Vece e Baldari. Sempre con risposte vaghe di promesse che poi si dimostravano disattese. Vece ci disse, luglio 2017, (abbiamo il verbale), che i posti non sarebbero stati aperti a non residenti e ci disse che sarebbero rimasti invariati, ci disse che i vigili avrebbero multato chi era senza tagliando nelle aree blu, invece oggi multano solo residenti e commercianti disperati fuori dalle zone assegnate alla Tirrenica Parcheggi. Abbiamo chiesto, esasperati, non qualche posto per la zona C o D, dopo che la Tirrenica ne ha tolti centinaia, abbiamo chiesto ciò che la legge prevede, una fase di partecipazione che doveva essere fatta prima delle modifiche della sosta. Quindi, domandiamo, che senso aveva salire per discutere di qualche posto? Invece, con questo comunicato, sembra che si cerchi di dividere i cittadini sul tema della sosta. Ieri la piazza, con calma, dopo l’invito a salire ricevuto dall’Amministrazione, ha chiesto semplicemente di parlare in presenza di tutti, e non solo con una delegazione. Illazionare che le persone avessero cattive intenzioni a prescindere, ci scusino, ci sembra strumentale, perché dopo un po’ di colore, eravamo con calma ad aspettare che scendesse. Era pieno di polizia, ma davvero temevano per la loro incolumità? Noi vogliamo un piano della sosta coerente con le norme di sostenibilità’, e pensiamo di avere ragione per legge, non chiediamo solo qualche posto ottenuto con trattative a tu per tu. La vicesindaco dice che questo è strumentalizzare politicamente, noi diciamo che è essere coerenti e chiedere trasparenza. Ma si sa, quando è difficile rispondere nel merito si cerca di spostare l’attenzione attaccando gli interlocutori. Questa però è vecchia politica, non partecipazione”.

Riproduzione riservata ©

56 commenti

 
  1. # #CLOE

    Siamo con voi.mi ha commosso che una signora di 80 anni dichiari che non abbia mai visto la città, il centro, i negozi ridotti così male… beh, le elezioni servono anche a questo; spero che nel 2019 non si ripeta l’ennesimo errore!

  2. # Federigo II

    Che i residenti del centro e i commercianti siano penalizzati dai provvedimenti fatti da questa amministrazione, è sotto gli occhi di tutti. Bisogna arrivare a tanto per farsi ascoltare ? La cosa più fastidiosa che si sente dire è che la gente protesta per avere l’inquinamento, perchè fa fatica andare a piedi. Ma è difficile capire che si vuole usare l’ auto in centro solo per raggiungere casa ? Uno che lavora fuori città ( viste le condizioni economiche di Livorno..) e torna alle 23, che deve fare? Lasciare l’auto all’iperccop e tornare in centro a piedi? Pensiamo piuttosto a concedere parte degli Scali D’ Azeglio alle lettere k, D ed altre , perché spesso quei posti auto lungo il fosso son poco utilizzati, soprattutto nella parte centrale.

  3. # terranovas

    Credo che il commento della sig.ra ottantenne dica tutto…
    L’assessore Vece dovrebbe fare un mea culpa e rendere la qualità della vita dei residenti del centro a livelli accettabili. Adesso è un disastro. Che lo capisca una buona volta e si impegni a rimediare.

  4. # Federico

    Il governo del popolo che ascolta il popolo, gli avvocati del popolo.
    Uno vale Uno.

  5. # Marco

    Le auto in centro sono troppe ma prima di eliminarle si deve CREARE un’alternativa. Ad esempio, tirate fuori i vaini e fate una linea tram che copra tutta Livorno, fate dei bus navetta piccoli che passano, al massimo, ogni 10 minuti in ogni via della città. Poi, quando avrete fatto questo, potrete chiudere il centro alle automobili. E per carità di dio, sempre rimanendo in tema di fruibilità dei mezzi pubblici, METTETE 2 O 3 PATTUGLIE FISSE FUORI DALLA STAZIONE CHE LE NOSTRE FIGLIE QUANDO LA ATTRAVERSANO RISCHIANO DI TUTTO

  6. # pax

    Bravi, ottima iniziativa, alla quale si unirebbero volentieri anche i residenti delle altre zone sottoposte a questa violenza che il comune chiama stalli blu. Io vivo in Borgo e da noi ormai è diventata una guerra, la qualità della vita è drasticamente peggiorata da quando questa giunta ha messo le mani sulla mobilità, senza mai permettere alcun tipo di confronto. Siamo reclusi in casa, e sommersi dalla spazzatura. Coinvolgere nella protesta il resto del centro…parteciperemo numerosi!!

    1. # Enrico

      Condivido appieno anch’io vivo in Borgo ed è una vergogna.

  7. # indignata

    Hanno pienamente ragione!!! Noi andiamo al mercato centrale a fare la spesa, ed usiamo ESCLUSIVAMENTE gli scooter per andarci. Ormai si va in pausa pranzo infrasettimanale perché il sabato è impossibile parcheggiare. Oggi andremo da un’altra parte per quanto ci dispiaccia…e come noi tantissimi altri. Poi invece di preoccuparsi per i mezzi a 2 ruote facessero le multe ai furgoni che sfrecciano contromano nelle stradine laterali al mercato, nelle quali oltretutto è consentito l’accesso SOLTANTO alle 2 ruote

  8. # C.Federico GZESS

    A quando i forconi e le fiaccole, Livorno ha scordato come si protesta?

    1. # #CLOE

      Sta dando dei forcaioli a questa povera gente,tassata e non considerata? Non gli viene il sospetto che anche a Livorno, dopo disastrose amministrazioni, siano stanchi di chiacchiere da bar?!? E comunque per sua informazione, Livorno fa parte dell’italia: non è uno stato a sé. Se ne faccia una ragione…

      1. # C.Federico GZESS

        Cloe la democrazia a opera di pura propaganda da tele vendita qui ha platealmente fallito, non sa distinguere un suggerimento

        Perché aspettare le prossime elezioni, Livorno può esprimersi anche prima ed evitare ulteriori danni

        1. # #CLOE

          E su questo siamo d.accordo. ….ma io credo che queste persone, e pure noi, siamo STANCHI. Che è diverso dal seguire come le ha definite,”televendite “. Non siamo ridotti così male da non ragionare col nostro cervello.

          1. # C.Federico GZESS

            Cloe e fuoco amico le tele vendite ora solo online le seguono loro, da quando la comunicazione è entrata in politica i movimenti sono venduti come prodotti e i politici guardano l’audience senza pensare alla bontà delle posizioni sostenute

            Comunque un semplice scusa lo accetto.

          2. # #CLOE

            Scusa di cosa? secondo me è lei che si deve scusare con i cittadini. ripeto a sentirla parlare sembra che siamo tutti dei burattini senza una testa pensante! E comunque perché ha risposto solo a me visto che il 90% dice le stesse cose che ho detto io??

    2. # lorenzo

      Voglio ricordare a tutti che Livorno, la grande città di Livorno, ha sempre dato le sue forze migliori per combattere le ingiustizie a partire dai mille fino alla resistenza, non è giusto che ci facciamo trattare così, è un problema che ha creato questo sindaco e il suo assessore, prima vivevamo, con un po’ di traffico ma la sera potevamo tornare a casa.
      Pensiamoci tutti.
      Lorenzo

  9. # capelli d'argento

    tanti discorsi, uso delle biciclette in centro e poi, per fare cassa, hanno di fatto aperto il centro a tutti. Risultato: maggiore inquinamento e disagi per i residenti. Il centro deve essere chiuso alle auto con l’eccezione dei residenti ma prima servono veri parcheggi di scambio e navette ad alta frequenza. Non dico niente di nuovo perchè già negli anni 70 un piano del traffico fece queste previsioni con la sinistra al governo della città. Adesso bisogna dire: l’avete voluta la bici? ora pedalate!!!!!

  10. # Marco

    Sono in pieno accordo con la protesta, anche se in piccolo all’Accademia, zona Barriera Margherita, è sorto il solito problema, che con i Cadeetti che piantano le macchine a settimane senza mai levarle, e i residenti non trovano posato. Hanno spostato le auto da zona Baracchina a zona Ippodromo!!! Lo stesso problema con motivi diversi per tutti…!!!

    1. # realista

      Quando ha comprato casa in zona barriera margherita l’accademia non c’era ancora? Poi non capisco perche’ i cadetti non dovrebbero parcheggiare e lei si visto che “abitano” la’ dieci mesi l’anno

  11. # Marco

    Ma siamo proprio sicuri che tutti i problemi di Livorno siano venuti fuori con questa amministrazione? Prima era tutto rose e fiori? Scusatemi, ma a me non pare proprio

  12. # B 53

    Ma forse è meglio che queste 200 persone vadano a fare un giro in qualsiasi città anche qui vicino (Pisa/Lucca )per vedere che il parcheggio non è più gratuito e l’unica cosa da fare è potenziare il trasporto pubblico e contro tutti quei motorini inquinanti sarebbe meglio usare la bici anche più salutare

    1. # Enzo

      Nelle città nominate si può pagare anche a minuti. Non solo ore piene .E non è male.

      1. # Vihovotatomaoracorchevivoto

        Enzo sei uno dei pochi che ha scritto una cosa logica… pagare per quello che ci sto.. in primis e due non da meno rivedere stalli e contrassegni… ma con questa amministrazione che tanto caldeggia il dialogo fanno come g!li pare…
        2019. Si a votare… bene pensiamoci MOLTO BENE! Le opposizioni cosa propongono? Ci possono anticipare i loro piani? Per quanto mi riguarda i pentastellati con me hanno chiuso!

  13. # Dario Garzelli

    Coinvolgiamo sempre più cittadini e iniziamo ad alzare la voce. Facciamo in modo che chi proprio non vuol sentire quantomeno si trovi costretto a tapparsi le orecchie per le troppe urla. Non è possibile passare le notti a cercare un posteggio oltretutto pagando ogni anno l’inutile lettera C o D. Dilettanti allo sbaraglio ogni settimana cancellano le linee verniciate per farne di nuove. Siamo in mano a degli incompetenti ed è nostro diritto dovere manifestare.

  14. # Fabio

    Io sono uno di quelli che ho dato il voto a 5 stelle, ma aimhé mi sono pentito.
    Tra traffico e spazzatura differenziata hanno fatto più danni della grandine, speriamo arrivino presto le elezioni.

  15. # Antonio

    Ma questi non erano quelli dell’uno vale uno, quelli di mai più provvedimenti calati sulle teste ma solo azioni condivise con il popolo?
    Dimmi chi sono non mi dire chi ero!

  16. # soluzioni e risposte

    Una protesta di piazza che ha fatto seguito a numerosissime richieste e petizioni di ogni tipo che sono state inascoltate!
    Nessuna volontà da parte degli amministratori di mediare tra interessi di cassa del comune e interessi dei cittadini ad avere una città vivibile che possa anche veder sopravvivere le attività dei piccoli commercianti.
    Tanti svantaggi e nessun vantaggio…è una infinita di soldi che questo Comune spreme ai cittadini tra lettere, parcheggi e multe!
    Ci ha sguinzagliato addosso la Tirrenica Mobilità,..vigili polizia e ausiliari del traffico…tutti come avvoltoi pronti solo a colpire il cittadino che non può più trovare una soluzione al problema della sosta!!!
    Ci dicano cosa dobbiamo fare!
    E non ci raccontino la solita favoletta del mondo senza auto moto ecc…saremo disposti ad ascoltarla solo quando ci saranno mezzi di locomozione alternativi in grado di risolvere la nostra necessità di spostarci!
    Basta chiacchiere inconcludenti.

  17. # cappuccino

    Li avete votati…

  18. # giacomo

    finalmente

  19. # Emiliano

    Dedicato al Corsaro

  20. # Troppabiada

    Il problema dei parcheggi deve essere affrontato nella sua interezza,non strada per strada,altrimenti non facciamo altro che spostare il problema di qualche metro. Se uno non può parcheggiare nella C o nella D andrà 20 metri più avanti e parcheggerà nella K o M (dove già non c’è posto). Difficile da capire vero?

  21. # Giovanni

    Ancora un po’ di pazienza, a maggio a casa!

    1. # Peppa

      Perche se ritorna il pd le toglie.

      1. # #CLOE

        A Livorno c’è un dictak che impone di votare PD o:5S?? Non lo sapevo…..pensavo ingenuamente di essere libera di votare per chi vogliamo, ma pensa te!😬

    2. # Patrizia

      Dobbiamo aspettare fino a maggio ??
      Speravo molto prima !

  22. # Lettore

    Episodi che giustificano che questa città deve morire, una città dove regna il caos e i cittadini che lo desiderano…roba da matti.

  23. # il terrone

    Tra via Verdi, via Indipendenza, piazza San Pietro e Paolo, via San Carlo oltre 200 posti per scooter e dimezzamento dei posti auto, sorge un dubbio… per caso lo hanno fatto apposta per poter fare più multe?

  24. # Acciaio

    Sul’acquisto dell’auto c’è il 20 per cento di Iva ,poi c’ il bollo della Regione, poi c’è il 12 per cento dell’Assicurazione che va alla Sanità nazionale, i due terzi del costo della benzina che vanno in tasse e questi fondamentalisti da portineria se ne vengono con queste altre gabelle che cercano di limitare l’uso dell’auto………

  25. # Monica Pecori

    “fumogeni e insulti” … manco si fosse in Piazza San Giovanni negli anni di piombo… c’erano mamme con passeggino e persone anziane. Mi fa specie che chi ha fatto della partecipazione la sua bandiera elettorale, si allarmi per un fischietto e tre volute di fumo.

  26. # Ivo

    Sono i soliti commercianti che quando entri sbuffano e non vedono l’ora che te ne vai che non vogliono rimanere aperti nel fine settimana e che i turisti/crocieristi li crocifiggerebbero. La prima causa della morte del centro sono proprio quelli che protestano.

    1. # Francesca

      Triste verità, non per tutti ma per molti e comunque troppi

    2. # Francesca

      Triste verità, non per tutti ma per molti e comunque troppi.

    3. # ale

      mi dispiace farle notare che la maggior parte erano residenti

  27. # Dredd

    Belli i grillini….prima di salire al potere erano quelli tra la gente e criticavano chi si arroccava nei palazzi ed ora fanno lo stesso. Come dicevano i grillini? “Quando si votaaaaaaa??”

  28. # Manicomio

    Il problema è il trasporto pubblico, gestito male e costosissimo. Un altro problema è che le auto sono troppe per la città. Inoltre i garagi sono stati trasformati in magazzini, e i cortili degli edifici in giardini fiorere, quasi più nessuno mette l’auto in garage o in cortile. Non ci si rende conto che quando prendiamo l’auto per andare lungomare a prendere un aperitivo o fare due passi, inquiniamo l’aria che noi stessi respiriamo, ed è un’aria che fa venire tumori e malattie varie. Quando il traffico è congestionato l’aria che respiriamo è veleno allo stato puro. Ma alla gente si sa, non importa della propria salute, fuma, prende il sole da mezzogiorno alle 3, mangia cibo spazzatura e poi si preoccupa se non trova parcheggio sotto casa…

    1. # Morchia

      Nomen omen

    2. # ale

      qui in centro i garages che ci sono sono tutti pieni e le strade sono altrettanto piene. Per di più come residenti siamo presi in giro da tutte le amministrazioni a partire dalla prima legislatura lamberti, che ci promisero parcheggi sotterranei o a silos ovunque, per poi trasformarli in condomini o annullare ogni progetto….ricordo ad esempio che la Ex-Peroni doveva diventare un parcheggio a servizio di residenti e commercianti e invece…

  29. # Dilvo

    Meno male si sono ‘svegliati’ era l’ora , tutti a dire “lasciamoli lavorare” ….meglio tardi che mai.

  30. # Ioannis

    I Grillini sono buoni solo a parlare ma poi sono i peggiori di tutti. A livello nazionale vedrete che tonfo ci faranno fare. Se continuano così avremo la peggior crisi economica mai avuta.

  31. # Morgan

    Sono venuti a fare la sceneggiata facendo finta di prendere le misure ed ascoltare la gente dopo aver fatto sconci in tutta la città. Sbagliare si può ma non venite più a prendere in giro la gente che al mercato ci lavora .

  32. # emme

    E dovete andare con le bici, percorrendo i fantastici percorsi messi a disposizione dalle varie amministrazioni comunali! Oppure in autobus, tanto tutti hanno tempo da perdere ! Risparmierete anche i soldi per la macchina, cosa volete di più? Se non arrivate a fine mese, un primo passo è stato fatto! Contenti?

  33. # Fa78

    Sono passato col furgone e ho visto la manifestazione, se sapevo che era contro gli stalli blu e la viabilità mi fermavo e venivo a manifestare anche io.
    Un consiglio, se posso, la prossima volta se riuscite a farlo sapere meglio in anticipo, tipo articolo sul giornale o altro, vi assicuro che invece di 200 sarete in 20000, naturalmente me compreso.
    Alle prossime elezioni mandiamoli a casa

  34. # luca

    Abitanti Livorno circa 155mila
    Partecipanti manifestazione 200 ( numero preso dall’ articolo).
    Una manifestazione con 200 persone volenti o nolenti , ha scarsa rappresentatività.
    Hanno partecipato una minoranza di commercianti……
    Poi fumogeni e fischietti fanno rumore, ma sempre 200 restano.
    La crisi del commercio non è certamente colpa degli stalli blu, ma che è cambiato il modo di acquisto da parte degli utenti non ve ne siete accorti?
    Che le nuove generazioni guardano, provano e poi acquistano on line lo vedo solo io?
    Ci sono negozi che in 40 anni hanno cambiato solo le lampadine …..( ovviamente questo discorso non vale per tutti).
    Rendete il vostro negozio accogliente e gradevole, pretendete un centro pulito e vivo, collaborate con iniziative collaterali e/o promuovetele ( artisti di strada, musicisti, pittori , teatranti etc etc), ma far aumentare l uso delle auto è una forma di suicidio.
    Le altre città vengono apprezzate per i centri pedonali puliti, gradevoli ed accoglienti, l alternativa è un declino più o meno veloce ma inesorabile.
    Anche imparare 2 parole in inglese non sarebbe male….

  35. # Residente

    Basterebbe mettere le telecamere; aumenterebbe la sicurezza in zona e i furbi che passano con auto, furgoni, moto e motorini ad ogni ora dalla zona pedonale di fronte al mercato centrale e limitrofe sparirebbero in un attimo. Come residente non sono d’accordo con gli stalli blu, però fino a ieri la maggior parte delle auto parcheggiate erano tutte senza lettera…per non parlare dei furgoni carico/scarico merce!Ognuno ha sempre fatto e continua a fare i comodi suoi!!!
    CI VOGLIONO LE TELECAMERE!!!!

  36. # Alberto

    Ma davvero pensavate che avrebbero deciso qualcosa in qualsiasi settore senza fare danni? Ma su… siamo seri…

  37. # Milo Chiarugi

    Un cortese e cordiale invito a Vece e Sorgente: venite in auto con me dopo le 19 in zona piazza SS. Pietro e Paolo e dintorni. Metteteci la faccia, fate come foste voi i residenti.

  38. # Jonva

    Ivo….ma cosa dici?!?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive