Cerca nel quotidiano:


Maltempo: allerta meteo arancione nel weekend

Allerta meteo di colore giallo invece per vento e mareggiate. L’allerta è valida dalle 21 di sabato 25 agosto fino alle 13 di domenica 26 agosto. Le raccomandazioni alla cittadinanza

sabato 25 agosto 2018 15:00

Mediagallery

La Protezione Civile regionale ha emesso una allerta meteo con codice di criticità arancio (stato di allerta) per tempo perturbato, con possibilità di forti temporali e rischio idrogeologico su buona parte della Toscana. Il codice arancio contempla la possibilità di fenomeni meteorologici diffusi con possibili effetti sulla stabilità dei versanti e sui corsi d’acqua. E’ stata diramata anche un’allerta di colore giallo (stato di vigilanza) per vento forte con possibilità di mareggiate.  Il codice giallo contempla la possibilità di fenomeni occasionalmente e localmente pericolosi, che però non dovrebbero comportare danni e disagi diffusi.
L’allerta è valida dalle 21 di sabato 25 agosto, fino alle 13 di  domenica 26 agosto.

Raccomandazioni alla cittadinanza-  In caso di forti piogge la Protezione Civile consiglia ai cittadini di alzare il livello della normale prudenza e osservare i seguenti accorgimenti:

– Evitare l’attraversamento di strade inondate e sottopassi qualora appaiano allagati in quanto la profondità e la velocità dell’acqua potrebbero essere maggiori di quanto non appaia.
– La forza della precipitazione potrebbe far uscire dalla loro sede i tappi dei tombini: fare attenzione alla circolazione anche in strade poco allagate.
– Prestare attenzione a percorrere le strade dove l’acqua si è ritirata perché potrebbero esserci pericoli.
– Evitare di transitare o sostare lungo gli argini dei corsi d’acqua, e sopra ponti e passerelle.
– Porre delle barriere per evitare che l’acqua possa allagare locali posti sotto il livello stradale, come cantine e box sotterranei.
– In caso di forte vento invece la Protezione Civile raccomanda di fare attenzione all’aperto, in particolare in presenza di alberi e strutture temporanee o pericolanti e nei centri urbani. Guidare con attenzione, in particolare sui tratti esposti alla caduta di piante e sassi.

Riproduzione riservata ©

5 commenti

 
  1. # gaspare

    Raccomandazioni agli enti preposti: effettuare la pulizia delle caditoie, sotto i marciapiedi…..evitando di far continuamente pulire le stesse strade lasciando che in altre si accumuli terra detriti fogliame che poi vanno ad ostruire i vari scarichi. E’ vero che sono aumentate le precipitazioni eccezionali, ma niente di eccezionale invece viene fatto almeno per arginare il problema.

    1. # Ponciaiolo d.o.c.

      Vero ce ne sono molte con addirittura piante cresciute da tempo a ostruire via Mazzoni docet….

  2. # Vb56

    Benissimo gli allerta meteo, prevenire meglio che curare, però vi sembra una cosa normale interrompere due settimane i lavori di messa in sicurezza del Rio Banditella, della piazza delle Carrozze e chissà di quanti altri luoghi sensibili per ferie collettive delle ditte appaltatrici. Non abbiamo imparato niente da quanto è accaduto. Il meteo non va in ferie!

  3. # StefanoL

    Grosso problema sono le foglie degli alberi, vedi pini e platani, che con il vento e la pioggia cadono ed occludono ( bello “occludono” l’ho trovato sulla Settimana Enigmistica”) le caditoie, anche se sono state pulite poche ore prima. Con questo non voglio dire che dobbiamo eliminare gli alberi, Dio ce ne guardi, però non dobbiamo addossare le colpe solo, ed esclusivamente, agli Organi preposti alla pulizia delle strade.

    1. # NO-GARIN MA OPERE DI BENE

      Scusami, ma questa non l’ho capita. La dove ci sono degli alberi, che per natura perdono le foglie, e quando queste vanno ad occludere le caditoie delle pubbliche strade, chi ha il dovere di intervenire per fare pulizia?.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.