Cerca nel quotidiano:


Terme del Corallo, arriva la prima estemporanea d’arte

Saranno ammessi all'evento artisti italiani e stranieri, dilettanti o professionisti, di qualsiasi età, compresi i bambini. Le opere verranno successivamente messe all'asta e il ricavato sarà devoluto per il ripristino delle Terme del Corallo

venerdì 17 Maggio 2019 08:23

di Giulia Bellaveglia

Mediagallery

Le associazioni Reset, Toscana arte Giovanni March e Ro-art hanno lanciato un appello, anzi una chiamata all’arte.
Domenica 2 giugno dalle 8 alle 19 alle Terme del corallo si svolgerà la prima estemporanea d’arte intitolata “dipingiAMO le Terme”.
“Come i livornesi senz’altro ricorderanno, più volte Reset ha aiutato la nostra città su numerosi fronti – ha detto Giuseppe Pera, presidente di Reset – Questa volta ci piacerebbe fare altrettanto mettendo a disposizione l’arte per qualcosa di concreto”.
All’evento, per cui non è richiesta alcuna quota di partecipazione, saranno ammessi artisti italiani e stranieri, dilettanti o professionisti, di qualsiasi età, compresi i bambini.
Ogni artista potrà realizzare una o più opere e a tutti verrà rilasciato un attestato di partecipazione.
Gli artisti, muniti a propria cura e a proprie spese dei mezzi per l’esecuzione delle opere, avranno l’opportunità di posizionarsi sia nel giardino storico che nel giardino pubblico, ma durante tutta la giornata, nel giardino storico non saranno ammessi visitatori.
“Gli artisti possono adottare qualsiasi tecnica spaziando dalla pittura, alla scultura e a molto altro – ha commentato Biagio Chiesi, presidente di Toscana Arte Giovanni March – L’attività è stata ideata anche per le famiglie: i bambini e i loro disegni saranno i benvenuti al pari degli artisti professionisti”.
Le opere prodotte saranno donate a Reset che ne curerà l’esposizione all’interno del Premio Rotonda e durante una serata dedicata alle Terme del corallo saranno vendute all’asta.
All’artista, come da regolamento, verrà riconosciuto un rimborso spese pari al 20% del valore di cessione dell’opera, mentre il restante sarà depositato nel fondo cassa di Reset per il recupero del monumento termale.
“Spesso la storia viene messa da parte e lasciata in stato di abbandono, come nel caso di questo complesso – ha affermato Roberto Russo, presidente di Ro-art – Tramite questo progetto speriamo invece di stimolare l’azione volontaria di tutti coloro che vorranno fare qualcosa per far sì che l’arte non sia ancora una volta gettata nell’indifferenza”.
Durante la manifestazione verrà realizzato un video da Video Toscana nel quale saranno ripresi gli artisti durante l’estemporanea, che sarà successivamente proiettato in occasione della serata dedicata all’asta di vendita al Premio Rotonda.
Gli artisti partecipanti all’estemporanea avranno libero accesso ad un punto di ristoro.
Sarà possibile iscriversi direttamente sul luogo dell’evento oppure richiedendo e spedendo compilato il modulo a [email protected].
Per ulteriori informazioni:
Biagio Chiesi-  339.84.99.475
Claudio Calvetti – 328.67.80.716
Maurizio Pupilli – 339.16.91.890

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # mrRobot

    Bellissima iniziativa. Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.