Cerca nel quotidiano:


Tra i cespugli del lungomare cartacce, bottiglie e qualche calzino

Abbiamo perlustrato un tratto di lungomare in seguito alla segnalazione di degrado di un lettore: fra i cespugli tante, troppe, cartacce ma anche calzini e bottiglie vuote. E i lampioni...

martedì 03 luglio 2018 18:06

di Tommaso Lucchesi

Mediagallery

Ultimato il nostro spazza-tour con la decima puntata a Montenero, ecco che la segnalazione di un nostro attento lettore ha spinto il nostro spirito civico a recarci sul lungomare. La perlustrazione, attuata intorno alle 18.30 di lunedì 2 luglio, si è snodata lungo un tratto del lungomare. Fra arbusti e cespugli abbiamo scovato una nostra vecchia conoscenza, compagna di tanti reportage “spazza-touriani“: la cartaccia. Dalle buste di plastica alla carta regalo, dai fazzoletti usati fino alla carta igienica, diversi spiazzi d’erba sembra siano stati scambiati per cestini dell’immondizia. Lungo la pista ciclabile e i sentierini di ghiaia che si articolano per tutto il viale il copione non cambia, anzi il nostro “carrello” si arricchisce di torsoli di mela, calzini e bottiglie dell’acqua vuote. Non paghi di quanto raccolto, abbiamo ascoltato e accontentato il lettore, fotografando alcuni lampioni disposti sul marciapiede che effettivamente presentano seri problemi di “pettinatura”: manca infatti la testa e, di conseguenza, la luce.

Un bilancio tutto sommato non apocalittico, che però ci deve far riflettere sulla necessità costante di tutelare anche le aree apparentemente più illese, specie se di attrazione turistica. Ringraziamo il nostro lettore per il suo senso civico.

Riproduzione riservata ©

15 commenti

 
  1. # adriano

    venite nella zona scoglio della ballerina, nei cespugli mai potati escrementi con carta sopra a decine …
    addirittura un estintore

    1. # Marilu

      Ma caro Adriano, il quadro non è cosi APOCALITTICO!😷 Giusto! E’ molto di più! Altra buona occasione persa per tacere…😒

      1. # Liburnico

        … infatti siamo in democrazia, puoi parlare solo te e tutti zitti!!!

      2. # Marco

        ma cosa vuoi? discorsi senza senso….

  2. # K

    Cittadini sporchi e maleducati ovunque.

  3. # Ioannis

    Sotto gli alberi alle spalle della bellana tirata a nuovo vi sono già deiezioni canine e di tutto di più. Poi vi è anche un materasso sotto i cespugli cosa che vi era anche durante i lavori ma e rimasto li non è stato portato via.

  4. # rin tin tin

    Ma perché quest’anno i giardinieri non tagliano l’erba? sono tutti al mare? le rotatorie sembrano savane alla Scopaia davanti alla chiesa c e una foresta cosa li paghiamo a fare? Nogarin dacci una risposta invece che nella vernice blu per gli stalli sul viale italia investi nei taglia erbe dai un po’ di decoro alla città invece di pensare solo alle multe

  5. # Andrea

    Colpa dei cani?

    1. # lev

      Gia’…sono cani addestrati a pulirsi il sedere e a camminare su due zampe

  6. # Dida

    Il lunedì mattina sul Viale di Anignano i pratini dallo Scoglio della Ballerina alla scalinata sono invasi da spazzatura lasciata dai vacanzieri della domenica. Nei cespugli i bagnanti lasciano sdraie da utilizzare alla prossima occasione. Diversi lampioni sono rotti o del tutto mancanti. E’ opportuno un fattivo intervento da parte del Comune e ……..dell’AAMPS.

  7. # Ioannis

    È colpa dei padroni che non raccolgono le deiezioni. Però se chiediamo a tutti coloro che posseggono un cane tutti diranno che non è stato il proprio cane, allora cascano dal cielo tutte queste deiezioni canine ?.

    1. # gaspare

      Giusto Ioannis, dalle foto si vede benissimo, sono cani addestrati che vanno a fare i propri bisogni in zone appartate tra i cespugli e poi si puliscono con la carta.

  8. # Sonia

    L’incivilta’ purtroppo si nota ovunque a Livorno e in altre città lo sporco nei giardini è aggravato dal fatto che chi taglia l’erba nei giardini pubblici raccoglie e porta via solo una parte di quello che ha tagliato il resto convoglia e intasa le fogne quando piove (purtroppo noi non lo sappiamo cosa è previsto nel contratto di appalto della ditta che si occupa dei giardini ma chi è preposto al controllo del rispetto Delle clausole contrattuali potrebbe verificare ed eventualmente fare un richiamo alla ditta stessa) . Per verificare questo basta guardare sul terreno di ciascun giardino pubblico su cui è stato fatto il taglio dell’erba

  9. # carla

    Lunedi mattina allo Chalet Rotonda: bar chiuso e dentro le griglie tutto ben pulito e ordinato. Fuori sul nuovo pavimento ho contato 37 mozziconi e 4 bei cestini grigi nei pressi. Cittadini maleducati. saluti Carla

  10. # Abitante Collinaia

    Parliamo anche della manutenzione degli argini del Rio Ardenza (post-alluvione) dove attualmente sono cresciute a dismisura le canne ed altre erbe infestanti, ricettacolo di rifiuti ed animali di vario genere. A chi spetta la pulizia? Al privato cittadino che ha la proprietà ivi confinante e che ha rischiato la propria vita nell’ultimo evento alluvionale a causa della pessima manutenzione, o all’ente pubblico a cui il cittadino versa le proprie tasse e che è responsabile di quanto è successo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive