Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Trasloca e getta i mobili nel parcheggio: multato

Sabato 4 Marzo 2017 — 08:51

Il responsabile, sanzionato ai sensi del Codice dell'ambiente (600 euro: proventi vanno alla Provincia) , si è giustificato dicendo che al termine del trasloco ha trovato la Stazione ecologica di via Cattaneo chiusa e quindi, passando di lì, ha pensato bene di svuotare il furgone in quell'angolo buio

Da anni l’area privata a fianco del centro commerciale di via di Collinaia è bersagliata da fenomeni di abbandono di rifiuti. Numerosi sono stati gli interventi di controllo e di collaborazione con i proprietari che hanno portato al recupero ambientale totale del grosso campo compreso tra il parcheggio del centro commerciale e via del Crocino che era scenario di continuo abbandono di macerie e mobilio. È rimasta però una porzione di parcheggio dove il fenomeno si è concentrato. Al buio, l’area diventa scenario di gestione abusiva di rifiuti: vestiti usati, elettrodomestici da cui ricavare metalli, infissi e veicoli. Sull’area privata il recupero dei rifiuti e dei rottami di veicolo non può essere immediata, il Codice dell’ambiente prevede lunghi tempi a garanzia dei proprietari delle aree private e degli intestatari dei veicoli. Nel corso degli anni numerosi veicoli sono stati rimossi dai proprietari. Adesso sono presenti 4 veicoli.
La polizia municipale ha già sanzionato i proprietari che hanno lasciato lì quei rottami ma la legge non consente la rimozione fino al termine delle procedure. Fondamentale è la collaborazione dei cittadini residenti nella zona che stanno davvero attuando una sorveglianza spontanea e forniscono utili segnalazioni alla Municipale.
In tarda mattinata del 28 febbraio è giunta all’Ufficio Ambiente del Comune una dettagliata segnalazione che ha fatto subito scattare gli accertamenti. In sinergia l’Ufficio Ambiente e gli agenti della Municipale hanno effettuato un sopralluogo che ha consentito l’immediato avvio delle procedure previste sulle aree private e l’individuazione dell’abbandono di un grosso quantitativo di mobilio.
La polizia municipale dalle testimonianze e gli indizi raccolti ha individuato un’intera famiglia che aveva traslocato da un appartamento all’altro disfacendosi dei vecchi mobili. Il capofamiglia, sanzionato ai sensi del Codice dell’ambiente (600 euro: proventi vanno alla Provincia) , si è giustificato dicendo che al termine del trasloco ha trovato la Stazione ecologica di via Cattaneo chiusa e quindi, passando di lì, ha pensato bene di svuotare il furgone in quell’angolo buio. Ha recuperato tutto il proprio materiale producendo ricevuta del regolare smaltimento. I rifiuti “vecchi” invece per essere rimossi dovranno attendere il termine della procedura prevista dalla legge per le aree private. Le indagini continuano per individuare chi gestisce i rifiuti e chi danneggia la rete e gli arredi della proprietá rendendo l’area degradata.

Condividi:

Riproduzione riservata ©

QuiLivorno.it apre il canale Whatsapp. Iscrivetevi.

QuiLivorno.it invita tutti i lettori ad iscriversi al canale whatsapp aperto il 12 dicembre. Per l’iscrizione, gratuita, cliccate il seguente link https://whatsapp.com/channel/0029VaGUEMGK0IBjAhIyK12R e attivare la “campanella” per ricevere le notifiche di invio articoli. Riceverete i link delle notizie più importanti della giornata. Ricordiamo che potete continuare a seguirci sui nostri social Fb, Instagram e X