Cerca nel quotidiano:


Ufficiale, la Toscana rimane in zona arancione e in Italia dal 26 aprile torna la zona gialla

Il premier in una conferenza stampa per fare il punto su scostamento di bilancio, opere in cantiere e riaperture: "Nelle zone gialla e arancione riaprono tutte le scuole di ogni ordine e grado e in presenza"

Venerdì 16 Aprile 2021 — 16:31

Mediagallery

Il premier: "Ci prendiamo un rischio, un rischio ragionato, che si fonda su una premessa: che si osservino scrupolosamente tutti gli accorgimenti a cominciare da mascherina e distanziamenti"

“Dal 26 aprile torna la zona gialla e si dà precedenza alle attività all’aperto quindi anche alla ristorazione all’aperto a pranzo e cena. Inoltre nelle zone gialla e arancione riaprono tutte le scuole di ogni ordine e grado e in presenza. In rosso, le scuole saranno aperte in parte in presenza e in parte a distanza”. Lo ha detto il premier Mario Draghi (immagine messa a disposizione con licenza CC-BY-NC-SA 3.0 IT) nel corso di una conferenza stampa con il ministro della Salute Roberto Speranza convocata per fare il punto su tre argomenti: scostamento di bilancio, opere in cantiere e riaperture, appunto (la Toscana rimane in zona arancione). Sulle riaperture Draghi ha poi continuato: “Le decisioni di oggi si basano su un miglioramento dei dati ma al tempo stesso ci prendiamo un rischio, un rischio ragionato, che si fonda su una premessa: che si osservino scrupolosamente tutti gli accorgimenti a cominciare da mascherina e distanziamenti. In questo modo il rischio ragionato si traduce in una opportunità”. Riaprono, a scaglioni, spiagge e piscine dal 15 maggio, le palestre dal 1 giugno, fiere e eventi dal 1 luglio. Per quanto riguarda i ristoranti, come detto, potranno riaprire già dal 26 aprile, nelle Regioni in zona gialla, anche di sera ma solo con tavoli all’aperto. Rimane il coprifuoco fino alle 22. E sugli spostamenti saranno consentiti gli spostamenti tra regioni gialle e servirà un pass tra colori diversi. Per tutti i dettagli vi rimandiamo alla conferenza stampa.

Riproduzione riservata ©