Cerca nel quotidiano:


Ufficiale: Toscana rimane zona arancione. Giani: “Ma alcune zone saranno rosse”

Giani ha parlato in diretta alle 19.15 e ha annunciato che la Toscana rimarrà in zona arancione per un'altra settimana con qualche zona (non Livorno per fortuna) che dovrà però finire inevitabilmente in zona rossa

Venerdì 12 Marzo 2021 — 19:37

Mediagallery

Si va verso una zona rossa unica per tutta Italia, a Pasqua, il 3, 4 e 5 aprile in cui sarà permesso la visita ai parenti una volta al giorno dalle 5 alle 22

Ufficiale. La Toscana rimane in zona arancione per un’altra settimana con qualche zona (non Livorno per fortuna) che dovrà però finire inevitabilmente in zona rossa. Ad annunciarlo è il presidente della Regione Eugenio Giani in una diretta affidata ai canali social YouTube, Instagram Twitch e Facebook (clicca qui per rivederla) andata in onda intorno alle 19,15.
I livornesi, così come tutti i toscani, sono stati in attesa per tutta la giornata di venerdì della decisione sul nuovo colore che assumerà la regione Toscana in base al monitoraggio dei dati della cabina di regia a partire da lunedì 15 marzo fino al 21. Nel caso in cui però ci siano 250 casi su 100mila abitanti il passaggio a rosso sarà automatico. Come avverrà per alcune province (Arezzo, Prato e Pistoia) e alcune zone della regione come i cinque Comuni (Fucecchio, San Minato, Montopoli, Santa Croce Sull’Arno e Castelfranco di Sotto) del comprensorio del Cuoio, il Comune di Viareggio e altri Comuni delle colline pisane (Castellina Marittima, Santa Luce e Riparbella) come ha spiegato Giani in diretta. Intanto si va verso una zona rossa unica per tutta Italia, a Pasqua, il 3, 4 e 5 aprile in cui sarà permesso la visita ai parenti una volta al giorno dalle 5 alle 22. Da lunedì 15 marzo quindi in Italia non esisteranno più zone gialle ma solo arancioni e rosse. Unica regione fuori dal coro rimane la Sardegna che continua ad essere un esempio virtuoso in zona bianca.
Dal 15 marzo e fino al 6 aprile sarà consentito, in ambito comunale, lo spostamento verso una sola abitazione una volta al giorno a due persone con minori di 14 anni. Ovviamente vale per le regioni non in zona rossa dove gli spostamenti sono concessi solo in caso di necessità (e salvo la deroga per il weekend di Pasqua).
Questa la situazione nel nostro Paese da lunedì 15 marzo:
Zona rossa: Campania, Basilicata e Molise, PiemonteLombardiaVenetoTrentino Alto Adige, Friuli Venezia GiuliaEmilia RomagnaMarcheLazio, Puglia.
Zona arancione: Abruzzo, Umbria, Valle d’AostaLiguriaToscanaCalabriaSicilia.
Zona bianca: Sardegna.

Riproduzione riservata ©