Cerca nel quotidiano:


Una giornata per ricordare Giorgio Kutufà. La figlia: “Mio padre uomo del dialogo”

Il ricordo della figlia Ilaria: "Mio padre era un generoso. Uno che guardava sempre al bene comune anteponendolo al suo personale. Ed era una persona che amava profondamente la politica dando tutto se stesso"

Martedì 10 Maggio 2022 — 16:56

Mediagallery

Venerdì 13 maggio, alle ore 15.30, nella Sala del Mare del Museo di Storia Naturale del Mediterraneo, si svolgerà una iniziativa commemorativa per ricordare Giorgio Kutufà, presidente della Provincia per due mandati dal 2004 al 2014, scomparso il 13 maggio del 2020.

L’Amministrazione Provinciale renderà omaggio alla sua memoria, ripercorrendo i tratti salienti della sua lunga carriera politica ed amministrativa in un convegno, aperto dal saluto della presidente Marida Bessi, al quale interverranno l’onorevole Giuseppe Matulli, il senatore Vannino Chiti e la professoressa Elisa Amato. Previsto anche un intervento in collegamento video con il segretario nazionale del Partito Democratico, l’onorevole Enrico Letta.

A conclusione del convegno, sarà scoperta una targa commemorativa nella sala auditorium del Museo, un ricordo tangibile e permanente che il Consiglio Provinciale ha voluto dedicare a Kutufà, approvando la proposta del gruppo Provincia Democratica. Moltissime le adesioni di personalità del mondo politico, economico, culturale e associativo che hanno già comunicato la loro presenza all’evento. Ad illustrarne i contenuti è stato il vice presidente della Provincia Pietro Caruso, in una conferenza stampa alla quale era presente anche la figlia del compianto presidente, Ilaria.

“Giorgio Kutufà è stato un uomo che ha sempre amato le istituzioni e a queste e alla politica ha dedicato la sua esistenza – ha sottolineato Caruso – Obiettivo dell’incontro è quello di restituire un’immagine a tutto tondo di Giorgio, per questo ci saranno interventi di personalità che lo hanno conosciuto e hanno condiviso con lui percorsi politici ed amministrativi importanti. Anche la presenza di Letta sarà quella di un amico, legato a Kutufà da un profondo rapporto nato, quando Letta era un ragazzo, nell’ambito della condivisione della medesima passione politica”.

Di passione politica come impegno totalizzante della vita di Kutufà parla anche la figlia Ilaria: “Mio padre è stato prima di tutto un uomo del dialogo e del confronto costruttivo, che ha sempre ricercato con tutti i vari interlocutori. Era un uomo di grande apertura che provava a partire sempre dai punti di contatto per trovare una sintesi anche con chi aveva vedute diverse. Sono commossa nel vedere le tante attestazioni di stima e affetto verso di lui. Ringrazio la Provincia, la Presidente e il Consiglio Provinciale, per questa bella iniziativa e per aver voluto dedicare un ricordo tangibile a mio padre. Di lui cosa mi manca? Tanto. Tutto. Ho ancora il suo numero di cellulare sul mio telefono e non ho ancora avuto la forza di cancellarlo – spiega Ilaria Kutufà in conferenza stampa – Per me era un punto di riferimento costante e continuo. Su qualsiasi decisione da prendere era la prima persona che consultavo. Ancora oggi, non vi nego, che ho l’istinto di prendere il telefono e chiamarlo quando mi trovo davanti a un bivio. Mio padre era un generoso. Uno che guardava sempre al bene comune – conclude la figlia Ilaria – anteponendolo al suo personale. Ed era una persona che amava profondamente la politica dando tutto se stesso. Non risparmiandosi mai, anche quando la malattia stava avanzando e da figlia la mia preoccupazione per il suo riposo e per la sua cura era massima. Lui aveva sempre un occhio ai suoi impegni, alle varie riunioni, non voleva mancare, non voleva perdersi niente. Se inizialmente potevo biasimarlo adesso dico che ha fatto bene perché lui era così. Ognuno dentro porta un fuoco sacro. E lui aveva quello per la politica e l’impegno civile, cosa che mi ha trasmesso e che cerco di riportare nella vita di tutti i giorni pur avendo scelto un’altra strada professionale rispetto alla sua. Mio padre infine aveva grande considerazione anche dei giovani a cui rivolgeva sempre molte attenzioni considerandoli il vero motore del il futuro”.
L’intero convegno sarà trasmesso in diretta streaming sul canale Youtube della Provincia.

Riproduzione riservata ©