Cerca nel quotidiano:


Unicoop Tirreno torna in pareggio di risultato operativo

Per la prima volta dopo 16 anni. Margine operativo lordo a 11,4 mln euro nel 1° semestre, più che quadruplicato rispetto al 2019. Per le misure Covid già spesi oltre 4 milioni di euro

Venerdì 23 Ottobre 2020 — 09:19

Unicoop Tirreno Società Cooperativa torna nel 1° semestre 2020, per la prima volta dopo 16 anni, al pareggio in termini di risultato operativo. Questo il risultato principale del piano di risanamento, guidato dal Direttore Generale Piero Canova, alla guida della Cooperativa dal 2016. Durante il primo semestre dell’anno, Unicoop Tirreno ha inoltre più che quadruplicato il margine operativo lordo, pari a 11,4 milioni di euro, rispetto ai 2,5 milioni registrati nello stesso periodo dell’anno precedente. Un risultato raggiungo grazie ad una maggiore efficienza nella gestione, alla razionalizzazione della rete di vendita rispetto ai negozi meno performanti e alla revisione delle vendite, tesa a diminuire il peso di alcune categorie merceologiche a scarsa marginalità, come i prodotti no food, a favore di altre più redditizie. I ricavi del semestre sono stati pari a 407,6 milioni di euro, in leggero calo rispetto ai 417 milioni dello scorso anno, a causa della diminuzione delle vendite all’inizio della stagione estiva, dovuta all’assenza di turisti stranieri, che ha compensato il picco di acquisti di febbraio-marzo, generato dall’inizio della diffusione della pandemia da Covid-19. Al 30 settembre, la tendenza risulta confermata, con le vendite che superano i 650 milioni di euro, in lieve flessione rispetto allo scorso anno. Il risultato netto del primo semestre dell’anno è stato negativo per 3,3 milioni di euro, dimezzato rispetto al primo semestre del 2019 quando la perdita era stata pari a 6,5 milioni di euro. Un dato che si sarebbe trasformato in utile, se non fosse stato stabilito a livello europeo il congelamento dei dividendi, causa Covid, che ha impedito a Unicoop di incassare il dividendo da Unipol. Al 30 giugno 2020 il patrimonio netto è di 261 milioni di euro. La Cooperativa conta oggi 94 negozi in Toscana, Lazio e Umbria, 3.800 dipendenti e circa 600 mila soci. Inoltre, dall’inizio della pandemia ad oggi, la Cooperativa è intervenuta con tutte le misure necessarie per garantire la tutela della salute, per una spesa totale che al momento ha già superato i 4 milioni di euro.

Riproduzione riservata ©