Cerca nel quotidiano:


Vendita braccialetti #RialzatiLivorno: raccolti 1500 euro

Il ricavato della vendita dei braccialetti #RialzatiLivorno verrà donato ad un imprenditore. La soddisfazione del direttore di Confesercenti Alessandro Ciapini

Domenica 24 Settembre 2017 — 23:17

Mediagallery

di Anna Campani

Livorno solidale. A due settimane dalla alluvione che ha colpito la città, le iniziative benefiche continuano a farla da padrona. Prima della gara contro la Pistoiese, il titolare dello store amaranto “Dodici in Campo” Marco Gelardi e il responsabile dell’area Marketing Maurizio Laudicino hanno consegnato al direttore della Confesercenti di Livorno, Alessandro Ciapini, l’incasso ricavato dalla vendita dei braccialetti #RialzatiLivorno”. Il titolare dell’impresa si è commosso una volta che il presidente Ciapini l’ha informato della scelta di destinare alla sua attività i soldi. “L’impresa che abbiamo selezionato – spiega Ciapini – è una piccola impresa che ha perso il suo furgone, un furgone alimentare”.

E’ possibile sapere di che impresa si tratta?
“Un ambulante alimentare, ma non possiamo farne il nome. Quando venerdì gli ho dato la notizia mi ha detto: “Questo gesto mi ha dato una speranza enorme”. Si è commosso”.

Per quale motivo la scelta da parte della Confesercenti è ricaduta proprio su di lui?
“Questa è un’impresa storica di Livorno. Sarebbe venuto lui a ritirare personalmente l’assegno, ma aveva paura di commuoversi troppo, quindi ha preferito non esserci. Anche se il danno che la sua attività ha subito è più grande di quello che è stato raccolto, questa somma ha ammesso è la prova di come Dodici in Campo, il Livorno Calcio e la città gli sono stati vicini”.

Una Livorno che si è dimostrata unita in questo momento particolare, aderendo sempre con convinzione ad ogni tipo di attività benefiche.
“Si, senza dubbio. Anche noi abbiamo aperto un conto corrente dedicato agli alluvionati. Una città intera si è mossa e questo è il vero Pil della nostra città”. (CONFESERCENTI LIVORNO AIUTI VITTIME E DANNEGGIATI ALLUVIONE 10 SETT 17” – MONTE DEI PASCHI DI SIENA – SEDE DI LIVORNO). IBAN N°: IT 12 V 01030 13900 000007100042.

Poi è stato il momento della consegna dell’incasso della scorsa partita casalinga contro la Lucchese. Lucchese che ha rinunciato interamente alla propria parte di incasso, devolvendo il tutto, come il Livorno Calcio, ai cittadini colpiti dal nubifragio. A consegnare l’incasso di Livorno-Lucchese al Comitato di Collinaia, nella persona di Roberto Brondi, il direttore generale del Livorno Calcio Nicola Pecini.

Riproduzione riservata ©