Cerca nel quotidiano:


Via Grande, rinviato per maltempo il “Car Free Day”

Per il 22 settembre l’amministrazione ha organizzato una giornata particolare: la prima Car Free Day. Dalle 15 alle 19 sarà chiusa tutta la via Grande e via Cogorano creando una sorta di grande “area pedonale”

mercoledì 18 Settembre 2019 08:30

di Letizia D'Alessio

Mediagallery

Ripensare la mobilità in chiave multimodale, ovvero ripensare l’utilizzo dell’auto ma anche degli altri mezzi di trasporto, con il 2020 che potrebbe essere l’anno della realizzazione del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (Pums). È questo il messaggio venuto fuori dalla conferenza stampa convocata il 17 settembre dall’assessore alla mobilità Giovanna Cepparello e dal dirigente del settore Leonardo Gonnelli. Conferenza nella quale è stata annunciata per il 22 settembre la prima giornata Car Free Day: dalle 15 alle 19 tutta via Grande e via Cogorano saranno chiuse al traffico. Evento però rinviato a data da destinarsi per l’allerta meteo arancione emanata dalla Protezione Civile.
Si creerà così una sorta di grande “area pedonale” (se consideriamo anche via Cairoli e via Ricasoli parliamo di una mega zona del centro chiusa alle auto) consentendo l’accesso veicolare solo agli autobus e tenendo aperti i negozi. Nella nostra città infatti il 52% della popolazione si sposta in auto, il 16% in motorino e ancora una parte minoritaria in bicicletta, a piedi o con i mezzi pubblici.
Il 25 settembre invece sarà la giornata in cui dalle 15,30 all’auditorium Pamela Ognissanti si inizierà a parlare del Pums, dove sarà lanciato anche un questionario on-line che avrà quattro nodi principali: sicurezza, trasporto pubblico, sosta e pedonalizzazione e piste ciclabili. “Un evento pubblico importante che segna l’avvio del percorso di redazione del piano – ha detto Giovanna Cepparello – che ho voluto portare in un quartiere nord della città a testimonianza di come il futuro Pums debba investire l’intero territorio cittadino”.
Quella del 22 e soprattutto quella del 25 saranno solo le prime giornate dove i cittadini potranno dire la loro sul piano della mobilità: da qui al 2020 sono previsti infatti 30 incontri partecipativi nei quartieri, itineranti, all’auditorium di Corea o al Cisternino di città. Prima di arrivare alla discussione e alla redazione del Pums l’amministrazione ha in mente di fare degli interventi, i cui dettagli saranno resi noti tra qualche settimana. Il primo intervento riguarderà il piano della sosta: “Entro un mese faremo qualcosa di certo” hanno fatto sapere Cepparello e Gonnelli. “inoltre, a breve sarà presentato anche un progetto, ci tengo a definirlo provvisorio – ha concluso Cepparello – sul viale Italia”.

Riproduzione riservata ©

47 commenti

 
  1. # Gianni

    Questa è una bella iniziativa. Buon inizio.

    Ma prima di questo bisognerebbe pensare al fatto che il traffico che attraversa via grande, viene dirottato altrove aggravando la viabilità con maggiore traffico e lo smog.

    Quindi sarebbe opportuno creare una viabilità più fluida per inquinare meno e basterebbe anche EDUCARE ciclisti e pedoni a rispetto del codice della strada. Un ciclista indisciplinato crea rallentamenti, così anche i pedoni che attraversano ovunque si trovino o addirittura camminare in mezzo alla strada.

    Io ne incontro tutti i giorni…

    1. # luca

      Tanto i cittadini dicono la loro , e poi fanno cosa hanno gia’ deciso e cosa gli pare .Santa Alleanza piddini e grillini , insieme ai i seguaci di quella li’ con le treccine vedrai che crostini ci preparano …

    2. # Virgilio

      Invece la viabilità di Vece dal ponte fino a piazza Mazzini non le crea rallentamenti?

      1. # ugo

        e i semafori nel tratto della case popolari?

      2. # Nedo

        Non capisco se siete duri o in malafede..
        La famosa viabilità di Vece (che non stimo assolutamente) fatta di 3 rotatorie consecutive, era un progetto già approvato e finanziato dalla giunta Cosimi: esclusivamente è stato completato durante la gestione 5s.
        Chiaro ora?

        1. # ugo

          Non capisco se te sei duro: potevano rimettere il progetto in discussione e casomai non farlo ma la politica dei 5S è: noi facciamo tutto anche quello che gli altri non sanno o non hanno il coraggio di fare….visto com sono finiti? Chiaro ora?

  2. # StefanoL

    Rubassero meno le biciclette ci verrei anch’io in centro. Sempre con l’ansia “ce la ritroverò?”.

  3. # nicola presti

    un bell intervento sarebbe riasfaltare via grande … e’ vergognoso avere la strada principale di Livorno piena di buche avvallamenti etc..

    1. # Max

      vero, dovrebbero però anche grattare l’asfalto esistente abbassando la strada di qualche decina di centimetri perchè molte strade come quella in questione hanno raggiunto delle altezze indecenti

      1. # Erasmo da Rotterdam

        Bravo!Certe strade hanno il colmo più altro degli ingressi dei portoni e quando piove sono allagamenti certi degli androni.Viale del Risorgimento ad esempio:riasfaltatura che ha fatto quasi sparire le zanelle dei marciapiedi ,ma non se ne accorto nessuno?

        1. # Mariella favilli

          Chiusura via grande e via gogorano ben venga!!!, ma caro SINDACO IN VIA DEI CAVALIERI DI FRONTE SCUOLA BORSI VIE UNA BUCA CON IL VUOTO SOTTO GIA’ SEGNALATA E AVETE MESSO IL CARTELLO DI DIVIETO CHE VIENE SEMPRE SPOSTATO!!!! 3 MESI FA’!!! INTRVENITE COME SEMPRE QUANDO SUCCEDE QUALCOSA DI GRAVE!!!

  4. # Marco

    Abito in centro e userei volentieri la bici per andare a lavoro ma siamo ancora indietro con le piste ciclabili. I ricoveri per per le bici (io non ho garage ne altri posti dove tenerla) non esistono inoltre è molto pericoloso usarla nei tratti dove non ci sono piste ciclabili.
    Sono d’accordo di rendere via grande pedonabile sempre e interamente, non l’idea di farla solo per metà ma il piano di viabilità deve essere fatto con criterio.
    Ogni anno che passa vedo sempre più turisti, cosa che fino a 5/10 fa era fantascienza, per cui diamoci una mossa che abbiamo una città bellissima e potremmo davvero riprenderci investendo sulla fruibilità e la restaurazione di tutta la città.

  5. # Giorgio67

    Sarebbe opportuno che la nuova amministrazione si cominciasse a preoccupare dell’inquinamento che deriva dalle attività portuali (comprese le frequenti fughe di gas) che ha un impatto sulla salute dei cittadini ben superiore a quello del traffico veicolare (vedi ultime rilevazioni).

  6. # Cabibbo

    Ma avete mai provato a andare in bicicletta a Livorno? Piste ciclabili fatte dove non servono e del tutto mancanti dove servirebbero, strade ridotte a stretti budelli che se ci passa una bici non ci passano più le auto, buche, dossi e avvallamenti dappertutto, sorpassi a “pelo” di auto e scooter, furti a raffica di bici etc. etc. Ma fatemi il piacere direbbe Totò

  7. # Propaganda

    Questo è come buttare lo sporco sotto il tappeto: iniziativa di pura propaganda.

  8. # Simone

    Si ok tutto molto bello ma cosa ci vado a fare in via grande se non c’è un expo di qualcosa? Vado a vedere i soliti negozi chiusi?? Mhaa

  9. # Marco

    Pessimo. Non si può mettere sullo stesso piano chi viaggia a metano con un’auto di qualche anno fa e chi ogni 3 anni cambia il SUV a gasolio. Il settore tessile è quello più inquinante, per produrre una T-shirt si produce la stessa quantità di CO2 che produce un’auto di cilindrata media per percorrere 74 km. Con queste iniziative non si fa chiarezza ma solo più confusione mentale a chi è poco informato. I mezzi pubblici sono più costosi del tragitto fatto in auto e alcune zone sono poco coperte. Le spese automobilistiche come bollo e assicurazione sono voci fisse pertanto l’auto è conveniente usarla il più possibile. Il mondo o lo si cambia davvero oppure è meglio dedicarsi a fare altro.

  10. # Marco

    e infine parlate pure in italiano invece di usare questi inglesismi che non rendono più intelligenti, istruiti e tanto meno la comunicazione più chiara.

  11. # luca

    Magari a Camp Darby. A Livorno, Italia, sarebbe “Giornata libera dalle auto”. Ma l’ Italiano e’ ancora la lingua di questo paese ?

  12. # Angela

    Purtroppo questo è un problema di tantissime strade del centro… Io viaggio in bicicletta ed è veramente un disagio e un pericolo un asfalto così messo male

    1. # ugo

      ecco il problema è l’asfalto……diglilo a questi duri con poche idee

  13. # Luccio

    Per coloro che abitano nelle vie adiacenti come me, Vorrei sapere dove parcheggeremo le auto considerato il fatto che le persone fino in via grande verranno in auto…

  14. # AH ORA SI

    ora non vi danno più noia i blocchi del traffico per incentivare l’uso di bici e mezzi pubblici? quando lo facevano gli altri tutti a bubbolare…

    1. # ugo

      io ho bubbolato ma mi hanno censurato

    2. # Luca

      Gli altri sono al governo con loro . Così diversi, così uguali .Vicini vicini .

  15. # Debby

    Avere come strada principale via Grande è vergognoso e inaccettabile siamo al completo degrado !!!!

  16. # luca

    @gianni
    Sullo smog delle auto in una citta’ con le navi da crociera che ci appestano , piu’ tanti altri fattori inquinanti che pero ‘ qui non si possono neanche accennare perche’ scarta subito la censura , ci sarebbe parecchio da discutere . Ma tanto l’ automobilista e’ un capro espiatorio perfetto …

    1. # ugo

      perchè qui cwnsurano? ma dia…….

    2. # gianni

      Ciao Luca
      si, con le navi in porto sarebbe come gettare un secchio d’acqua sull’incendio dell’amazzonia, ma da qualcosa dobbiamo iniziare.
      Ci sono alcune compagnie di navigazione che stanno adottando combustibili alternativi come il metano. Ma questa è un’altra storia…
      Nel nostro piccolo sarebbe opportuno agire concretamente piuttosto che apparire palesemente. Create una viabilità perfetta, vedrete che i cittadini vi loderanno

      1. # luca

        @gianni grazie della cortese risposta . Il problema , secondo me , e’ che si parte SEMPRE e SOLO dal basso , ma poi li’ ci si ferma perche’ i poteri forti non vanno toccati .Di pochi giorni fa un’indagine della gdf su un “evasore” che faceva pagare un subaffito in nero di 320 euro anziche’ i 200 che pagava lui …Con i miliardi di euro di evadione che ci sono
        in Italia . Per l’ inquinamento uguale , si va avanti con capri espiatori e specchietti per le allodole …

  17. # fabio di piazza

    dai ci risiamo con le automobili ! ma vi stanno proprio sulle scatole! per prima cosa va fatto il piano del traffico che sono 35 anni che non funziona, poi posti auto per i residenti non le possono sostare sui terrazzi!!! prendete esempio da milano! altrimenti fate la fine dei 5 stelle.

    1. # ugo

      ehh si la sinistra è cosi…noi a piedi loro in auto.

    2. # ugo

      bravo! on un lovedi uno dai dai

  18. # mi fate ride

    Via grande chiusa alle auto per salvare il mondo poi ci sono le nubi di idrocarburi che regolarmente si presentano e che come ieri hanno appestato dal Calambrone a Quercianella. Se passi con la macchina in FIPILI davanti alla raffineria non si respira h24 365 giorni l’anno ma l’importante è chiudere via grande così le macchine ingorgheranno ed inquineranno di più le adiacenti vie che si congestioneranno. Povera Livorno.

    1. # ugo

      bravo anco te| dinnene a questi………

  19. # Ughetto

    Domenica vado a Viareggio in passeggiata, aria buona e negozi decenti.

  20. # Kristy

    Secondo me, andrebbe ripristinata la viabilità lungo i canali: da scali Manzoni a scali Olandesi, e da scali d’Azeglio a scali Saffi potendo attraversare in modo regolamentato, piazza Cavour, arrivando così in piazza della Repubblica.

  21. # Paolo

    Perfetto una nuova iniziativa in stile giunta “5stelle” continua la desertificazione del centro a favore della grande distribuzione…bravo Salvetti hai adottato lo stile Nogarin

  22. # Nerd

    Razionalmente è una pessima idea, posso capire se ci fosse un mercatino come gli anni precedenti, tuttavia se l’iniziativa è fine a se stessa è bene che sia cosa sporadica perchè il centro di Livorno è grande ed esteso e desertificarlo totalmente sarebbe una mossa sbagliata. Mi sembra che via Ricasoli, piazza Cavour e via Magenta siano ampiamente sufficienti a tale scopo e la stessa via Magenta non ha trovato giovamento dissuadendola dal traffico. Via Grande è nata con una concezione moderna, la passeggiata è sotto i portici e la strada è carrabile. Non è possibile fare paragoni con centri storici come Lucca o altre città nate in tempi in cui le auto non esistevano. Senza alcuna ipocrisia di chi vanta l’iniziativa ma poi va al centro commerciale, io dico che non mi attira la cosa.

    1. # Marco

      Un’osservazione intelligente ma sono parole al vento. Non lo capiscono.

      1. # ugo

        ti avevo rispo ma mi hanno censurato..mah

  23. # Morchia

    Iniziativa per facile propaganda. Le auto che circoleranno saranno le stesse, solo che passeranno dalle vie limitrofe, quindi dal punto di vista dell’inquinamento non cambia niente, è solo “spostato”.
    Finora Sindaco non mi sei dispiaciuto, ma questa te la potevi risparmiare. Attendiamo provvedimenti seri.

  24. # Acciao

    Si vuol togliere le auto dal centro cittadino e alla periferia Nord di livorno transitano ogni anno 500.000 auto provenienti dall’industria di tutto il mondo. Un po’ di coerenza via, almeno da chi bazzica l’ambiente……..portuale.

  25. # Datevi una pat

    Apparte i discorsi ecologisti che sono senz’altro importanti, faccio una considerazione di altro tipo..ma un livornese che non può permettersi di comprare nei negozi del centro perché non ha lavoro, cosa ci va a fare in via grande? Cosa ci porta, la sua famiglia a fare due passi e vedere i negozi aperti? Tante belle iniziative ma se l’economia non riparte altro che piste ciclabili!

  26. # Datevi una patta

    Ma uno che abita a montenero prende la macchina e la lascia in piazza magenta, paga 7 euro di parcheggio per stare un pomeriggio a camminare in via grande e dintorni? Siete dei grandi

  27. # Mario

    Ugo censurano anche me non te la prendere ! Insistiamo e parliamo male dei censori.

  28. # ugo

    in biciclettta in centro ci veniemo dopo che avete asfaltato le strade, non ci voglio rimettere la prostata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.