Cerca nel quotidiano:


Amianto a Villa Corridi,
il parco resta chiuso

Continuano i rilievi ambientali a Villa Corridi, il parco resta chiuso. A settembre l'ingresso a scuola sarà garantito da via del Vecchio Lazzeretto

Lunedì 25 Luglio 2016 — 16:34

Mediagallery

Era in programma per  lunedì 25 luglio, il nuovo incontro tecnico tra Comune, Arpat e Usl (Igiene e Sanità Pubblica) per fare il punto della situazione su Villa Corridi. Il parco è stato chiuso infatti all’acceso dei cittadini l’11 giugno scorso, a scopo cautelativo, dopo che in un’area circoscritta (quella sulla destra, accedendo dal cancello principale) erano state rinvenute alcune schegge di amianto.
Non è stato ancora possibile, almeno per il momento, definire con precisione l’entità dei costi delle eventuali operazioni di bonifica, occorrerà prima che si concludano le operazioni di monitoraggio ambientale dell’area, che preseguono senza sosta da parte del Comune.
I rilievi dei campioni analizzati fino a questo momento, affidati alla ditta di servizi ecologici ambientali SEAL , non hanno fatto rilevare alcuna traccia di fibra di amianto aereodispersa nei campioni analizzati (che rappresenta, come noto, il pericolo più grave per la salute dei cittadini). I rilievi saranno ripetuti nei prossimi giorni anche da parte di ASL così da avere una fotografia quanto più esatta della situazione ambientale della zona.
Per motivi di sicurezza i cancelli del parco continueranno, dunque, a rimanere chiusi.
A settembre, con la riprese delle attività scolastiche, sarà garantito l’accesso all’edifico scolastico dall’ingresso laterale, in via del vecchio Lazzaretto, in modo da non creare disagi a chi fruisce della struttura.

 

Riproduzione riservata ©

9 commenti

 
  1. # Aldo

    Se ne parla tra un paio di anni

  2. # peter

    Ma il giardino del Centro infanzia non lo controllate ?

  3. # LucaF

    Io volevo scrivere qualcosa sulla Boschi ma non c’è lo spazio. Quello c’è solo per Nogarin…

  4. # checervello

    Non c’è nessuna fibra aerodispersa e si chiude il Parco Pubblico fino a Settembre ?

  5. # Alessandra

    Quella della bonifica deve essere considerata una vera emergenza. Il parco chiuso rappresenta un enorme disagio per tutti i suoi fruitori considerato poi che in città non esistono molte altre alternative. Se l’amministrazione la tirerà per le lunghe me ne ricorderò quando andrò a votare.

  6. # sissi

    ……si parla di operazioni di bonifica e al tempo stesso accesso alle strutture scolastiche da Via del Vecchio Lazzeretto….. Ci rendiamo conto quanti bambini/ragazzi insegnanti operatori etc. frequentano ogni giorno le scuole di infanzia elementari e medie adiacenti alla Villa Corridi? Non è una soluzione chiudere l’accesso alla villa!!!!!! Ci rendiamo conto i danni che provoca la respirazione dell’amianto in fase di bonifica????? Le scuole devono restare chiuse fino a quando non viene garantita la massima sicurezza per la salute di tutti. Mi auguro che le operazioni di bonifica non si limitino alla zona visibile di amianto ma a tutta la villa dove lo stesso è interrato.

  7. # Dav

    O via siam proprio a Livorno de.
    Solo qui resta ancora lì fermo con le 4 frecce dell’amianto vicino a una scuola materna e una scuola.
    Nofatin ora vai lì e se necessario scavi con le mani se il comune non ha soldi.
    La salute dei cittadini e soprattutto dei bambini va preservata a prescindere da qualunque speculazione se ne voglia fare.
    Pensa a chi ti vota un domani.

  8. # Emme

    Ma fatela finita. Per qualche pezzetto di amianto tutto questo puzzo. È’ Assurdo. Poi qualcuno ce lo ha buttato o c’è sempre stato? Non è plutonio eh !!!

  9. # marta

    Non ho parole….è gia da molto tempo che c’erano le inferiate che circondavano i perimetri interessati,gia a settembre e non hanno ancora risolto questo problema….vergognoso visto che è un luogo molto frequentato da bambini