Cerca nel quotidiano:


Villa Corridi, ultimo atto. Riapertura a primavera

La ditta incaricata dal Comune di eseguire i lavori di risagomatura delle aree verdi inizia l’allestimento del cantiere. Per il ripristino morfologico dell’area l’amministrazione ha investito 330mila euro

mercoledì 17 ottobre 2018 18:20

Mediagallery

E’ tutto pronto per l’ultimo atto in vista della riapertura del parco di Villa Corridi, prevista per la fine della primavera 2019. Lunedì 22 ottobre, infatti, la ditta incaricata dal Comune di Livorno di eseguire i lavori di risagomatura delle aree verdi comincerà l’allestimento del cantiere, in cui gli operai lavoreranno a pieno regime a partire da lunedì 5 novembre. Un intervento complesso che si è reso necessario in seguito ai lavori di scavo e bonifica del terreno che si sono conclusi lo scorso febbraio e che hanno portato alla rimozione di una grande quantità di frammenti di amianto disseminati nel corso dei decenni. Per il progetto di ripristino morfologico dell’area l’amministrazione ha investito 330mila euro e che comporterà circa sei mesi di lavori. “Questo è davvero l’ultimo sforzo prima di riaprire questo parco che è il polmone verde della città e che per troppo tempo è stato sottratto all’utilizzo dei bimbi che frequentano le sette scuole esistenti all’interno e in generale alle famiglie livornesi – sottolinea la vicesindaco Stella Sorgente che ha seguito l’intero percorso di bonifica sin dal giugno 2016 – Vogliamo che quello che riaprirà sia un parco ancora più bello: verranno installati nuovi arredi, i giochi per i bambini verranno risistemati e, ciò che più conta, verrà installata una membrana di tessuto non tessuto in modo da separare il terreno nuovo da quello bonificato. Verranno ripristinati i viali di accesso alle scuole e questo di iniziare il prossimo anno scolastico senza i problemi di viabilità che oggi soprattutto in caso di pioggia, interessano via del Vecchio Lazzaretto. Come abbiamo già detto nei mesi scorsi, stiamo già valutando suggerimenti migliorativi da parte delle dirigenti scolastiche, delle insegnanti e dei genitori, per rendere il nuovo parco di Villa Corridi ancora più bello e a misura di bambini”.

Nel dettaglio il progetto prevede una serie di interventi.

Aree a verde – Gli avvallamenti prodotti dagli scavi necessari alla rimozione dell’amianto verranno riempiti con terreno vegetale su cui verrà steso uno strato di tessuto non tessuto che verrà poi ricoperto con un nuovo strato di terra compatta di 20 centimetri. In questo modo si manterrà una separazione netta tra il terreno sovrastante e l’area soggetta alla bonifica.

Sistema fognario – Per scongiurare ulteriori danni causati dalle piogge, è stato deciso di potenziare la regimazione delle acque ed integrare la rete fognaria con un nuovo tratto interrato che inizierà nel piazzale antistante la scuola e si raccorderà con quello esistente nei pressi del cancello del parco. Nel piazzale saranno collocate due caditoie in modo da intercettare le acque a partire dall’area superiore e altre tre caditoie che saranno inserite nel percorso centrale a gradini e collegate al nuovo collettore che proseguierà sotto il viale principale asfaltato. Nel tratto asfaltato verranno integrati due sistemi di griglie simili a quelle esistenti.

Pavimentazioni – Il percorso a gradoni che divide l’aiuola davanti alla scuola (edificio storico della Villa) sarà pavimentato con ciottoli di fiume, in sostituzione della massicciata che attualmente è molto sconnessa. Nel tratto di raccordo tra il viale asfaltato e il vialetto laterale sarà ripristinata la rampa in porfido. Il viale centrale e quello laterale sinistro ad esso contiguo, utilizzati dai mezzi di servizio della scuola quotidianamente,  saranno nuovamente ripianati e riasfaltati.

Area giochi – I giochi presenti verranno completamente ristrutturati e recuperati e sarà inserita una nuova pavimentazione antitrauma nell’area dello scivolo grande. “Per il momento non possiamo sbilanciarci – spiega la vicesindaco – ma abbiamo deciso che ogni risparmio o ribasso di gara sarà utilizzato per acquistare nuovi giochi per bambini o per realizzare progetti proposti dalle scuole e dai cittadini per quest’area”.

Elementi di arredo – Le panchine sul marciapiede del viale centrale saranno sostituite con sei nuove sedute in ghisa legno. Sarà rimossa anche la vecchia fontana e al suo posto ne verrà posizionata una in ghisa di modello classico. Per evitare il transito sopra le canalette scoperte del sistema fognario, che hanno una profondità di circa 30 cm e sono posizionate ai lati dei vialetti, verrà collocata una staccionata in legno lungo tutto il percorso. Infine, la pineta/area picnic sarà dotata di due tavoli con sedili collegati in pino scandinavo.

Riproduzione riservata ©

13 commenti

 
  1. # elit

    Non mi sembra il caso di usare i toni trionfalistici che la signora Sorgente usa. Possibile che non si riesca a fare qualcosa in tempi brevi? E mi riferisco anche alla bretella di Salviano. E meno male che i 5 stelle avevano promesso di cambiare radicalmente il volto della città in tutti I sensi. Immobilismo totale a parte stalli blu e rotatorie

    1. # #CLOE

      visti i tempi… fine primavera 2019: vi dice niente questa data? !?

    2. # Mamma con i bimbi nelle scuole adiacenti

      tutto questo per la salute delle persone che frequentano le scuole adiacenti e che frequentano la Villa stessa!!!!
      Ah già ma siamo a Livorno e la gente deve sempre brontolare per tutto!

    3. # Maurizio

      Ma lei lo sa cosa significa bonificare l’amianto? Le tempistiche non dipendono solo dal Comune ma anche dall’Asl, per fare il il lavoro bisogna fare un bando di gara. Insomma non si tratta di fare una buca e ritapparla.

    4. # Gina

      Ci si dovrebbe fare due domande su chi ce l’abbia messo lì, l’amianto, invece di brontolare se qualcuno ce lo leva, così che la salute di tutti possa giovarne. C’è una scuola lì a due passi che ospita dall’asilo alle medie, e migliaia di bambini, come me, ci hanno trascorso interi pomeriggi dell’infanzia, in quel parco.

      1. # Andrea

        Purtroppo in passato l’amianto non era considerato pericoloso…l’Italia e’ invasa

  2. # Alessio

    Ben fatto! Non vedo l’ora di portare nuovamente i bambini in questo splendido parco verde… ottimo lavoro dell’amministrazione 5 stelle che ha rimediato agli errori delle precedenti amministrazioni.
    Avanti ancora M5S

    1. # Andrea

      Veramente per ora è soltanto uno dei tanti proclami con una tempistica che va oltre le prossime elezioni….per ora un è stato fatto.nulla o ti accontenti del web?

  3. # antonio

    era l’ora io rimanderei al 2022 con quei soldi si rifà Boboli

  4. # indignata

    Ho capito “il bando” ma ora da quanto tempo è chiuso questo polmone di verde cittadino? Una delle poche oasi dove portare i bambini? Qui si va nel ridicolo…. Non è possibile che non sia ancora stato risolto. A questo punto 50 cittadini muniti di tute e maschere avevano asportato ciò che è da asportare e riseminato ciò che va riseminato 10 volte….. Ovvvvvvvvvia

    1. # #CLOE

      Bravissima ! Anche tu hai notato che le tempistiche sono sospette?? evidentemente il mio commento che era puramente ironico e allusivo, non deve essere stato capito…. l’amianto andava tolto da molto prima proprio perché la burocrazia è lentissima in Italia, non sventolare l’ennesima bandiera di propaganda elettorale !Ma davvero pensano che ai livornesi basta dare movida e calcio come ai bambini si dà le caramelle per farli stare buoni?? chi sta nel palazzo arroccato ci sta sottovalutando. e questo è un grandissimo sbaglio. Possiamo essere anche goliardici questo non vuol dire avere dignità ed intelligenza per capire come vanno le cose

  5. # giancarlo

    CONCORDO CHE L’AMIANTO SIA PERICOLOSO , MA NON PARALIZZIAMO IL MONDO. NOI ANZIANI ABBIAMO PRANZATO CON LE CIOTOLE D’AMIANTO (SI FA PER DIRE) IL DDT I NOSTRI GENITORI LO FACEVANO SPRUZZARE A NOI BIMBI, POI ABBIAMO SAPUTO CHE ERA MORTALE… ECCOCI SIAMO PIU’ NOI OTTANTENNI CHE GIOVANI. INOLTRE TENETE PRESENTE CHE A VILLA CORRIDI C’ERA IL PIU’ IMPORTANTE SANATORIO DELLA TOSCANA (MALATI DI POLMONI): CONCLUDO. PERFETTAMENTE D’ACCORDO, PRUDENZA E SICUREZZA, MA COSI’ NON CI MUOVIAMO PIU’.

  6. # LEGA prima gli ITALIANI

    L’elezioni comunali si avvicinano e guarda caso parla sempre la Sorgente quella che forse e già destinata a fare la candidata a sindaco, le forbici sono già pronte…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.