Cerca nel quotidiano:


Ztl e zsc. La giunta: “Pronti a rivedere la sosta per alcune categorie”

Al vaglio c’è l’opportunità di distinguere quelle categorie che hanno bisogno di sostare più a lungo di pochi minuti come i falegnami, i caldaisti, i carpentieri, gli idraulici, i muratori o gli ascensoristi

mercoledì 19 settembre 2018 07:56

di Letizia D'Alessio

Mediagallery

Nei mesi scorsi poco più di mille esercenti che hanno la necessità di utilizzare il loro mezzo privato per esercitare la loro attività hanno ottenuto il ‘permesso di circolazione e sosta’ nelle ztl e nelle zsc per un costo annuo di 150 euro per i mezzi fino a 3,5 tonnellate e 200 euro per quelli che superano quella soglia. Tuttavia si tratta di un permesso solo per poche ore al giorno, così Elisa Amato, Giovanna Cepparello, Marco Cannito, Pietro Caruso, Giuseppe Grillotti e Marco Bruciati hanno presentato un atto di indirizzo in cui si chiede di consentire la sosta più a lungo e a modificare la disciplina degli stalli blu, lasciando gratuiti i primi venti minuti. L’atto il 18 settembre, arrivato in sesta commissione consiliare, ha trovato una parziale apertura. “Nel cercare di equilibrare le esigenze di residenti e lavoratori – ha spiegato l’assessore alla mobilità Giuseppe Vece – abbiamo deciso di rivedere il disciplinare e conto di poter approvare le modifiche durante la prossima giunta”.
Al vaglio infatti c’è l’opportunità di distinguere quelle categorie che hanno bisogno di sostare più a lungo di pochi minuti come i falegnami, i caldaisti, i carpentieri, gli idraulici, i muratori o gli ascensoristi.
La direzione infatti sarebbe quella di estendere la sosta per queste categorie da quattro ad almeno sei ore (dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18) e facendo pagare le ore in più di sosta. “Sarebbe giusto ampliare ancora di più la fascia di disponibilità è la richiesta venuta da Elisa Amato (Forza Italia) mentre per Giovanna Cepparello (Futuro) “si potrebbe lasciare la possibilità agli esercenti se pagare di più per avere una fascia più ampia, la soluzione migliore sarebbe però allargare gli orari lasciando invariata la cifra da pagare”.
“Siamo tutti concordi su questa linea – ha detto il consigliere dei 5 stelle Nicola Meschinelli – ora mi auguro che la giunta non vada nella direzione opposta. La questione degli stalli blu è partita azzoppata e poteva essere gestita meglio e adesso portiamo rispetto ai cittadini”. Giuseppe Grillotti (Livorno libera) chiede di valutare la possibilità,per tutti, di poter parcheggiare gratuitamente la prima mezz’ora. Sollecitazione che tuttavia non è stata accolta da Vece: “Innanzitutto servirebbero controlli più stringenti – ha chiarito – e in secondo luogo perché abbiamo già ampliato la possibilità di sosta rispetto a prima”.

Riproduzione riservata ©

25 commenti

 
  1. # Strisce arcobaleno però a pagamento

    Fanno continuamente proclami e vogliono fare assolutamente delle varianti (parecchie discutibili e senza dar ascolto a nessuno) ed una volta fatti i lavori pensano alle modifiche da apportare.
    Stiamo andando avanti a prove. da quando è cominciato questo mandato in Comune.
    Anche ieri hanno modificato la viabilità al Picchianti in zona sottopasso; a nemmeno un anno dall’apertura (novembre 2017).
    Il nuovo semaforo di via Ippolito NIevo non ha avuto nessuna variante dopo le scuse alla cittadinanza del sindaco.
    Chi li progetta i lavori? chi li approva? Chi li segue i lavori in corso d’opera?
    Ma chi paga tutte queste modifiche? Chi ci ripaga del tempo perso inutilmente per: richiesta documenti per infinita burocrazia; giri intorno alla piazza per trovare parcheggio (di giorno per lavoro e di sera per i residenti); spese di parcheggio.
    Nonostante tutto leggo che Vece vuole più controlli (più multe ancora? Eh si, bella grande la bua dell’orate..)
    e che dobbiamo essere contenti perchè ha aumentato la possibilità di sosta (a pagamento, anche dove prima potevano parcheggiare solo i residenti….). Quindi? si fanno o non si fanno queste modifiche? qualcuno ha sbagliato oppure non sapevano cosa scrivere su QUI LIVORNO?

    1. # marco62

      Sacrosante verità, ma tieni presente che questa giunta assomiglia molto alla famosa trasmissione televisiva “La corrida” dilettanti allo sbaraglio.

  2. # Marco l.

    Non riesco a capire perché pur abitando in via De Larderel per parcheggiare su di uno stallo blu devo pagare anche se ho la lettera, sul mare i residenti non pagano.

  3. # MASSIMILIANO

    PER LA LETTERA D E IN PARTICOLARE VIA PIAVE, VIA S.FRANCESCO E ZONA LIMITROFA NON SI TROVA PIU’ UN POSTO AUTO. CON I NUOVI STALLI MESSI NEGLI ULTIMI GIORNI SI SONO PERSI CIRCA 100 POSTI AUTO (PIU’ O MENO) A FAVORE DI STALLI PER MOTOCICLI. DOVE DOBBIAMO PARCHEGGIARE NOI RESIDENTI DOMANDO ALL’ ASSESSORE.

  4. # Enrico

    Vanno fermati, ma cos’altro devono combinare per dimostrare che sono inadatti? (Vorrei esprimermi più chiaramente ma sarei censurato) Bastaaaaaa viaaaaa

  5. # emme

    Come si fa a pensare cosi’…

  6. # gamo

    stalli blu e porta a porta, un vero disastro! chiunque sistemerà o toglierà queste due cose alle prossime elezioni io lo voto!

    1. # ...e io pago..

      Anche io…..portare subito un cassonetto giallo!! ..anche 2…siamo pochi, ma non è giusto tenerci la spazzatura in casa!! Io pago le tassssssse!!!!!!!

  7. # Betty

    Nella zona D si è costretti la sera a parcheggiare negli spazi riservati agli scooter che dopo gli orari d’ufficio sono perennemente vuoti. Hanno tolto i postu auto a noi residenti che paghiamo la lettera e dati agli scooter dei non residenti che non pagano.

    1. # Enrico

      Idem in zona k a Borgo dei cappuccini. Per fare un inutile, assurdo, doppio senso han tolto decine di posti di auto e decine di posti per due ruote. Poi fanno le multe se le auto son fuori dagli stalli blu, o redioli non sappiamo dove mettere la macchina.

    2. # Enrico

      Nella Zona k Borgo dei Cappuccini non sappiamo più neanche dove mettere i motorini. Pura follia. Oltretutto continuano a far multe anche a chi come me ha 2 contrassegni e spende 250 l’anno senza poi trovare un posto per l’auto e questo dopo che hanno fatto la nuova viabilità, È SEMPLICEMENTE VERGOGNOSO.

  8. # Nolimits

    Basta qualcuno lo fermi per cortesia ….. chiamate grillo di Maio di battista Putin Trump ma qualcuno lì fermi per cortesia

  9. # Houssmann

    Mi è capitato a Maggio di trovarmi a Bologna alla seconda Conferenza Nazionale dei Pums,Piani Urbani della Mobilità sostenibile, (Workshop sulla partecipazione) bene.. da Livorno a tale incontro erano presenti alcuni esponenti della Provincia ed io semplice cittadino che ha frequentato la Facoltà di architettura di Firenze… nessuno della nostra amministrazione comunale!!!

    Vi do dei fatti su cui riflettere:

    1. il Piano del traffico a Livorno risale al 2001
    2. in teoria dovrebbe essere rinnovato ogni 2 anni (i PUT) 5 anni con i PUMS
    3. dal 2008 vi è un nuovo strumento i PUMS che indica come fondamentale la partecipazione dei cittadini nella sua stesura, durante la progettazione, con processi partecipativi
    4. La Toscana insieme all’Emilia Romagna sono le uniche due regioni in tutta EUROPA che hanno sancito con apposita legge Il diritto a partecipare nelle “alle cose pubbliche” come diritto fondamentale
    5 Il comune di Parma tra il 2015 ed il 2017 ha completato l’iter per un nuovo PUMS

    mi domando guardando agli interventi relativi agli stalli blu, la dimensione della somma delle aree già interessate e che lo saranno in futuro….non è forse quasi un piano del traffico senza la minima partecipazione della popolazione nella fase progettuale …… solo a fatti compiuti

    e pensare che il programma elettorale de il M5S
    a pag 4 indicava ciò: In qualunque modifica di aspetti urbanistici, occorre coinvolgere i cittadini in processsi partecipativi,per le scelte che riguardano il loro quartiere….

  10. # Gabriele

    Ennesima prova che sul traffico siamo in mano a dilettanti allo sbaraglio.

  11. # Francesca

    Sono residente nella zona C.
    I parcheggi bianchi riservati ai residenti sono diventati blu, e sono anche stati trasformati da lisca a paralleli strada, con perdita del 40% dei posti.
    Il resto della zona C era già blu, ED È RIMASTO A PAGAMENTO PER I RESIDENTI.
    Quindi abbiamo molti meno posti disponibili di prima, e paghiamo anche il contrassegno.

    L’ assessore Vece, interpellato, ha risposto senza vergogna che noi residenti abbiamo più possibilità di parcheggio rispetto a prima.

    Abbiamo chiesto come mai non sia stato concesso ai residenti di poter parcheggiare negli stalli blu già esistenti ed ha risposto che non si poteva rinegoziare il contratto con Tirrenica prima di aver valutato quanto Tirrenica ci guadagnava (!)

    Certo sarebbe stato meglio sedersi a contrattare con Tirrenica PRIMA di dargli i gestione tutta la città…

    In che mani siamo…
    Dalla funivia stazione-porto alla skate plaza nei proclami, alla pessima rivoluzione della sosta e alla spazzatura in casa nella realtà.

    Bella gara.

  12. # Fa78

    Vanno fermati e anche alla svelta.
    Stanno portando danni economici enormi alla popolazione.
    Il commercio in mercato è in ginocchio a causa dei parcheggi, le case in centro stanno perdendo valore fra spazzatura porta a porta e posti auto a pagamento è impossibile viverci.
    Fra 8 mesi mandiamoli a casa.

  13. # Fa78

    Leggete bene, dicono che le modifiche le faranno con la prossima giunta.
    Per fare un cambiamento al regolamento bastano pochi giorni se veramente lo volessero fare.
    Ma chi vi crede più??? Sbagliare è umano (credere alle vostre favole) ma perseverare è diabolico.
    Datemi retta, in questi otto mesi rimanenti state fermi e non fate niente, così eviterete di fare altri danni.

  14. # Rick

    Io sono un agente di commercio, vorrei sapere perché siamo l’unica categoria che nonostante per avere il permesso paghiamo 150€ e abbiamo necessità di muoverci con la macchina, per il nostro lavoro, non abbiamo neanche mezz’ora di tempo per sostare gratuitamente, perché?

  15. # Lucio

    MA COME, A LIVORNO CHI SENTI, SENTI, NESSUNO LI HANNO VOTATI….ALLORA?……

  16. # ercole labrone

    Nella zona C, da quando sono stati ridotti i posti, se usciamo siamo costretti a tornare a casa a tarda sera. E una volta trovato posto dobbiamo fare di tutto per evitare di lasciare il parcheggio tanto agognato. Siamo prigionieri in casa nostra. E’ una vergogna. Meno male fra sei mesi fate festa…ma chi ci metteremo????

  17. # GIORGI Mauro

    Gli stalli blu vanno bene così. Fermatevi non tornate ogni 5 minuti a rivedere le cose. Piuttosto inviate i vigili, perché in giro ci sono parecchi furbetti.

  18. # Pax

    Per i residenti nella zona k è diventata una vera guerra… e dire che avevo votato Nogarin con la speranza che portasse qualche miglioramento nella qualità della vita… ha peggiorato tutto… a casa tutti

  19. # franco

    IO farei le strisce blu anche nei garage di proprieta’

    fossi il sindaco

    Speriamo che finisca presto questa Giunta

  20. # Fa78

    A questi gli darei il tappetino der mi figliolo con disegnate le strade e i parcheggi….. Secondo me colorerebbero anche quelli di blu.
    E la sera mi ritroverei il controllore della tirrenica che fa la multa al mi figliolo perché non ha pagato il parcheggio per la macchinina.

  21. # Alesussi

    Allora…io sto in via Ricasoli (lettera M barrata), esco di casa alle 7:15 e torno in orari che vanno dalle 18:00 alle 19:30:
    1) la mattina ci sono i camion della spazzatura a secchiate che bloccano la strada
    2) la sera quando torno ci sono 800miliardi di motorini parcheggiati anche in DOMO!
    3) se vai a vedere le macchine parcheggiate, io dico che il 70% è senza contrassegno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive