Cerca nel quotidiano:


Da Cuba alla California: una famiglia… su 2 ruote

Cinque attualmente i viaggi compiuti dalla famiglia livornese. L'ultimo? In California

Mercoledì 24 Gennaio 2018 — 07:10

di Giulia Bellaveglia

Mediagallery

Tutti noi, da grandi o da piccoli, abbiamo almeno una volta nella vita avuto una bicicletta, mezzo di trasporto semplice ma efficace. Ma chi avrebbe mai pensato che in sella ad una bicicletta si potesse anche girare il mondo? È questa l’idea dei quattro livornesi Alessandro Falleni, la moglie Michela e i loro due figli di sei e undici anni.
La famiglia racconta le avventure su due ruote attraverso il blog “La bici si fa in quattro”, dove Alessandro cura la parte dei racconti di viaggio e la moglie Michela quella delle fotografie. “Viaggiare in bicicletta ci permette di ritrovare la lentezza ormai dimenticata nei ritmi frenetici della vita quotidiana – spiega Alessandro – Quello che facciamo è semplicemente viaggiare e raccontare ciò che vediamo. Questo è importante soprattutto per i nostri figli: pensiamo che vedere in maniera approfondita nuove culture possa aprire loro la mente”.
Dal 2013, cinque attualmente i viaggi compiuti dai ciclisti livornesi: Cuba, la via Romea Germanica, Algarve, il Cammino Portoghese per arrivare a Santiago di Compostela e la meta più recente (a fine 2017) in California: una pedalata lungo la Pacific Coast Highway per scoprire le bellezze del Golden State.
“I bambini sono davvero entusiasti di questi viaggi – spiega ancora Alessandro – per loro tutto è un gioco e spesso per dimostrare agli amici le migliaia di chilometri che hanno sulle gambe portano loro foto delle esperienze che hanno fatto”.
Per realizzare i loro tragitti, Alessandro e la sua famiglia, studiano sui libri e su internet i possibili percorsi e, solo a volte, i punti dove possono trascorrere le notti. In ogni viaggio individuano le soluzioni che potrebbero migliorare il viaggio successivo, ma niente a che fare con tecniche dello sport del ciclismo. Solo viaggi, divertimento e voglia di conoscere, esplorare, paesaggi nuovi.

Riproduzione riservata ©

8 commenti

 
  1. # Liburnico

    Esperienza impagabile!!! Complimenti, bravissimi 😉

  2. # Angela

    Ciao, anche noi siamo 4 .
    Per ora abbiamo fatto solo il tratto da Passau a Vienna.
    È stata una bella vacanza e posso condividere la gioia che avete provato.
    Abbiamo conosciuto anche un bel modo di dire :
    “La felicità non è un destino ma è un modo di vivere! “.
    Buona vita a tutti! !!

    1. # Alessandro

      La ciclabile del Danubio è un ottimo inizio. È bella e pianeggiante. Noi abbiamo percorso il tuo stesso tratto nel 2014.

      1. # Alessio Fulceri

        Bravo Alessandro COMPLIMENTI l’Ardenza è orgogliosa di voi

  3. # Barracuda

    Tanto di cappello ! anche a me piacerebbe , purtroppo non ho ne i mezzi economici e/o tante ferie da poter affrontare una vacanza del genere, per cui devo restare nei frenetici ritmi della vita quotidiana , lavoro, figli etc. e accontentarmi di una scarpinata alla Puzzolente la domenica mattina quando non lavoro

  4. # Traf

    Ciao alessandro. Fossero tutti come te i livornesi..
    Invece odiano pure le ciclabili

  5. # Mary

    Beati voi che anche avendo impegni di lavoro e scuola riuscite a dare spazio ai vostri sogni.

  6. # Francesca

    Fatta 4 anni fa, con due bimbi di 6 e 10 anni, la Ciclabile del Danubio!! Bellissima esperienza!!
    Genere di vacanza sicuramente da ripetere appena il nostro terzo bimbo di quasi due anni sarà un pochino più grande!