Cerca nel quotidiano:


Anteprima di “Scenari di Quartiere “con “Ol Baraba e altre storie”

La forma dello spettacolo, prodotto da Sementerie Artistiche, lo Spazio agri-culturale di creazione, formazione e residenza artistica della provincia di Bologna, prende spunto dal Mistero Buffo di Dario Fo,

Mercoledì 14 Marzo 2018 — 11:51

Mediagallery

In attesa della terza edizione di “Scenari di quartiere”, l’apprezzata rassegna di Teatro di parola organizzata dalla Fondazione Teatro Goldoni e dal Comune di Livorno con la direzione artistica di Fabrizio Brandi insieme ai Quartieri della città, venerdì 16 marzo, alle 19 al Circolo Arci in Borgo San Jacopo in Acquaviva 86, si avrà una godibilissima anteprima con “Ol Baraba e altre storie”. Protagonista della performance l’attore Pietro Traldi che, con la regia e drammaturgia di Manuela De Meo e la collaborazione di Matteo Salimbeni e Federico Grazzini, darà vita ad uno spettacolo impostato come una giullarata, grottesca e divertente, che guarda con ironia alla necessità dell’uomo di trovare un senso per la sua esistenza, e alla responsabilità individuale.

La forma dello spettacolo, prodotto da Sementerie Artistiche, lo Spazio agri-culturale di creazione, formazione e residenza artistica della provincia di Bologna, prende spunto dal Mistero Buffo di Dario Fo, e alternerà momenti in grammelot con la narrazione in italiano che accompagnerà lo spettatore in un viaggio sorprendente raccontato in prima persona: “Cosa accade quando nella nostra vita ordinata e organizzata – si chiede l’artista – piena di impegni e di incontri di lavoro, per uno scherzo del destino ci troviamo all’improvviso fermi, in un qualche paesino di provincia, con la macchina fuori uso e il meccanico che armeggia nel motore fino a tarda sera?”.

In uno stato d’animo in cui i pensieri annoiati non sono sopraffatti dalle incombenze quotidiane, il narratore troverà lo spazio per chiedersi: “Ma che senso ha tutto questo?” E per trovare un risposta risalirà il corso della storia, indietro, sempre più indietro.

Pietro Traldi, dopo aver frequentato il corso di alta formazione L’attore europeo tra teatro, danza e musica presso il TeatroDue di Parma, si diploma nel 2007 alla scuola d’arte drammatica Paolo Grassi di Milano. Negli anni successivi è tra i fondatori di Expoi Teatro e condivide un lungo percorso artistico con César Brie, portando spettacoli in numerose tournée in Argentina. Ha scritto le musiche di scena per molti spettacoli della compagnia Teatro Presente. Nel 2015, insieme a Manuela De Meo, fonda a Crevalcore (BO) le Sementerie Artistiche, di cui è direttore artistico.

Riproduzione riservata ©