Cerca nel quotidiano:


Stagno schianta Pomarance e si conferma capolista

Martedì 21 Marzo 2017 — 01:07

Mediagallery

Gruppo Bonistalli Stagno – Asd Pomarance Bk 85-51 (22-16, 21-11, 19-9, 23-15)
Stagno: Bonistalli 8, Gozzi 14, Borciani, Isetto 8, Galati E. 2, Boischio 6, Casella 5, Landi 4, La Placa 21, Checchi 17.

Cus Pisa – Gruppo Bonistalli Stagno 58-55 (20-16, 8-14, 9-12, 21-13)
Stagno: Bonistalli 3, Gozzi 9, Borciani, Vanni 5, Isetto 16, Galati 5, Venni 4, Boischio, Casella, La Placa, Checchi 13. All. Puntoni-Pistolesi

Nonostante la battuta d’arresto di giovedì contro il Cus Pisa (58-55), Stagno vincendo lo scontro diretto contro la temibile Pomarance (85-51) si conferma capolista del Gruppo D della Prima Divisione al termine della prima fase. Ora quattro partite della fase ad orologio in preparazione ai playoff di maggio.
Pisa, per le caratteristiche tecnico tattiche, è avversaria ostica per la Gruppo Bonistalli ed infatti le impartisce una lezione vincendo il recupero della gara non disputata a dicembre. Le due squadre si rincorrono per l’intera partita (20-16 al 10’, 28-30 al 20’) senza che mai una delle due riesca a prevalere in modo netto sull’altra (37-40 al 30’). La gara viene logicamente decisa sulla sirena da una bomba di Pellegrino che mette in ginocchio i ragazzi di coach Puntoni (58-55 al 40’).
Dopo quarantottore di nuovo in campo, questa volta per giocarsi il primo posto nel girone. Pomarance si presenta al gran completo anche accompagnato da un rumorosissimo pubblico, Stagno deve ancora fare a meno di Campana e Venni (7 punti di sutura alla testa rimediati a Pisa). La partita inizia a ritmi forsennati: Stagno, trascinata dal miglior La Placa della stagione cerca di prendere il largo ma Pomarance si tiene in linea di galleggiamento (22-16 al 10’). Ma oggi la Bonistalli è ispirata per venti minuti gli ospiti assistono alla tempesta perfetta: attacco senza sbavature (10 bombe realizzate) e difesa dura consentono a Stagno di allungare fino al +26 (62-36 al 30’) che di fatto manda la gara in archivio. Ultimo quarto di totale garbage time (85-51 al 40’). Ora si attende la definizione del calendario della fase ad orologio che dovrebbe iniziare domenica primo aprile, con la speranza di recuperare infortunati ed indisponibili per presentarsi al meglio agli scontri diretti decisivi.

Riproduzione riservata ©