Cerca nel quotidiano:


Torna Zelig. Cappellini: “Adoro Pintus…e Bondi”

Giovedì 10 Novembre 2016 — 09:13

Mediagallery

Si prospetta un’altra grande serata quella di venerdì 11 al Teatro Cral Eni. In scena il secondo appuntamento di Zelig Livorno, vera e propria factory della comicità toscana.  Per l’occasione Quilivorno.it ha messo a disposizione dei suoi lettori due biglietti omaggio per i primi che hanno inviato una mail a [email protected] che abbia avuto per oggetto la parola ZELIG e che abbia al suo interno il nome e il cognome del probabile vincitore del ticket. I vincitori saranno contattati direttamente dallo staff di Zelig Lab.
Sul palco tanti “pesi massimi” della risata come il monologhista livornese Giovanni Bondi, già esilarante “maestro unico” a Zelig, Fulvio Fuina, già visto sempre a Zelig nei panni del “Bigliettaio”, il comico di Colorado “Rino Ceronte”, l’attrice comica livornese Katia Cianci, il comico Daniele Magini, l’Hobbit livornese Simone Gambis e tanti tanti altri. Nel cast di questa puntata anche un giovane comico facente parte del gruppo originario del lab: Andrea Cappellini.

Quando hai iniziato a frequentare il palco?

Il primo spettacolo lo feci a Pomarance nel 2010. Fu un’ora di improvvisazione, insieme a un mio amico, dove mi divertivo a imitare alcuni personaggi. Poi nel 2011 passai il provino di Zelig e Marco Vicari decise di prendermi in squadra. Che masochista.

Quali temi ti piace affrontare nei tuoi monologhi?

Mi piace parlare di attualità, delle situazioni che viviamo ogni giorno: impatto con la tecnologia, giovani e mondo del lavoro, mutamento dei rapporti tra le persone. Insomma mi piace parlare di tutto ciò che ci circonda e che accade troppo velocemente.

Come nascono i tuoi pezzi?

I miei pezzi nascono da un’idea: la inizio a scrivere, la sviluppo e poi inevitabilmente il resto si discosta notevolmente dall’inizio. Ogni situazione che mi succede l’appunto sul cellulare e poi la riguardo giorni dopo. Un grande aiuto me lo dà poi Marco Vicari nella revisione del testo.

Quali sono i comici che ti piacciono e che segui?

Mi piace Crozza, Luttazzi, Angelo Pintus per il modo in cui sta sul palco (l’unico comico moderno/televisivo che mi fa davvero ridere). E poi il mitico Giovanni Bondi: ha dei tempi comici stratosferici.

Parlaci del tuo spettacolo

Tutta colpa di Steve è uno spettacolo comico satirico scritto insieme al mio mentore Marco Vicari; un dialogo tra me e Steve Jobs appunto. L’ultima replica è andata in scena lo scorso 14 ottobre al Teatro dei Coraggiosi di Pomarance registrando il tutto esaurito. Spero di fare altre date, magari anche nella zona di Livorno.

Progetti artistici per il futuro?

Scrivere un altro spettacolo.

Quale tema affronterai Venerdi’ 11 Novembre alla puntata finale di Zelig Lab?

Parlerò di una parola che noi giovani lavoratori dell’Italia del 2016 sentiamo spesso dire: DINAMICITA’. Me lo disse una signora “Voi giovani dovete abituarvi all’idea che non avrete lo stesso lavoro per anni, dovete imparare a essere dinamici!” E così ho deciso di scriverci un monologo.

Tre motivi per venire a vedere Zelig Livorno al Cral Eni?

1) Si ride

2) a

3) bestia!

L’appuntamento con la risata è dunque per venerdì 11 novembre 11 al Teatro Cral Eni con Zelig Livorno. Sul palco: Giovanni Bondi, Katia Cianci, Fulvio Fuina, Rino Ceronte, Daniele Magini, Andrea Cappellini. Fabio Granchi, Simone Gambis, Silvia Lepri, Stefano Martinelli, Renato De Rosa e tanti tanti altri (Ingresso anticrisi a 7 euro. Info e prenotazioni 0586 401308). Comici e autori assicurano “Si ride abbestia!”

Riproduzione riservata ©