Cerca nel quotidiano:


“Dove si mette la vecchia?” a Santo Stefano e Capodanno al Vertigo

Gli amanti del vernacolo di tradizione potranno godersi la storica commedia di Gino Lena. Un testo degli anni ‘70 ma stranamente attuale

Martedì 18 Dicembre 2018 — 10:17

di Giacomo Niccolini

Mediagallery

Da non perdere a Vertigo le due date di Santo Stefano e Capodanno. Per il giorno dopo Natale alle 17 gli amanti del vernacolo di tradizione potranno godersi una commedia di Gino Lena dal titolo “Dove si mette la vecchia?” un testo degli anni ‘70 ma stranamente attuale. In scena la compagnia Vertigo, con un cast ormai collaudato che già l’anno scorso propose un’opera di Lena riscuotendo un grande successo.

Dove si mette la vecchia? Sarà poi replicata il giorno di San Silvestro alle 22 e come di consueto a mezzanotte la compagnia Vertigo brinderà con il pubblico presente offrendo loro spumante panettone/pandoro cantuccini e vin santo. La serata proseguirà con gli artisti del Vertigo con cabaret, musica e varietà,  tra cui Marco Conte, Edoardo Ripoli.

Ospiti della seconda parte anche il duo Ale&France alias Alessia Gramellini e Francesco Senesi da Roma. Ulteriori repliche della commedia di Lena sabato 12 gennaio alle 21 e domenica 13 gennaio alle 17.
Dove si mette la vecchia? è un “classico” del vernacolo di autore. In una famiglia tipica livornese, Zaira la “vecchia” appunto, interpretata da Massimiliano Bardocci, passa due mesi alla volta dai suoi 6 figli i quali la ospitano ma ovviamente se ne approfittano. Questo girovagare da un figlio all’altro non è molto gradito alla povera Zaira, ma non può farci niente perché ormai è rimasta senza casa. Un giorno viene convocata dal Notaio per una comunicazione della massima importanza…

In scena oltre a Bardocci, Alessandro Perullo, Barbara Pettinati, Fabio Favilli, Fulvio Puccinelli, Serena Campani, Diego Bellettini e Daria Lariccia, con la partecipazione di Marco Conte nella parte del Notaio. Al pianoforte Sergio Brunetti,  Scenografie di Patrizia Coli, Assistenza tecnica Laura Palamidessi, costumi Barbara Pettinati.

Per info: www.teatrovertigo.it

Riproduzione riservata ©