Cerca nel quotidiano:


La raccolta differenziata arriva anche negli stabilimenti balneari

Dopo le prime perplessità tutti i gestori hanno aderito con entusiasmo al progetto. La soddisfazione di Paola Petrone, direttore generale Aamps: "Abbiamo ridato ai cittadini un viale Italia senza più cassonetti"

mercoledì 27 giugno 2018 08:23

Mediagallery

di Riccardo Campopiano

La raccolta differenziata è arrivata anche al mare. Dal 26 giugno infatti sono arrivati nei dieci stabilimenti balneari che vanno dal viale Italia a Quercianella (Nettuno, Tirreno, Pancaldi, Fiiume, Rosa del Tirreno, Lido, Roma, Sama, Paolieri e Calabianca) sono stati riempiti da cartellini appesi alle maniglie delle cabine e agli ombrelloni che indicano come e dove smaltire i rifiuti destinati al riciclo all’interno della struttura (foto in pagina di Simone Lanari).
Livorno in questo modo avrà una sorta di primato: infatti è la prima volta che la raccolta differenziata arriva all’interno dei bagni. “All’inizio ci erano stati alcuni ‘mal di pancia’ – ha detto Paola Petrone, direttore generale di Aamps – tuttavia siamo riusciti a trovare un accordo che accontentasse tutti”. Alla raccolta negli stabilimenti balneari è stato riservato un numero apposito, dedicato e a disposizione dei proprietari degli stabilimenti per chiarimenti, richieste aggiuntive di raccolta e ogni tipo di esigenza che dovesse emergere nella gestione dei rifiuti. Si prevede inoltre che ci saranno almeno tre ritiri giornalieri della spazzatura.
“Quello che abbiamo intrapreso è un percorso di formazione ed educazione – ha affermato il sindaco Filippo Nogarin – per fare comprendere alle persone i benefici di queste pratiche e perciò voglio ringraziare tutti coloro che hanno aderito”.
“Siamo contenti di aver preso parte a questo progetto – è stato il commento di Andrea Picchi, titolare dei Bagni Roma – già noi da qualche anno stiamo portando avanti interventi di recupero di oggetti non organici e al momento abbiamo attivato laboratori con i bambini”. Ogni stabilimento ha richiesto mastelli secondo le proprie esigenze e si ipotizza che nelle giornate di picco potranno essere coinvolte ventimila persone.
“Abbiamo ridato ai cittadini – è la soddisfazione di Petrone – un viale Italia senza più cassonetti“. “È una delle impronte che vogliamo lasciare alla città e tutto che facciamo è finalizzato – ha concluso Nogarin – allo spegnimento dell’inceneritore del Picchianti”.
Sul piano industriale c’è scritto 2021 ma si ipotizza che potrebbe essere anche il 2022.
Al nuovo servizio di raccolta differenziata lavoreranno cinque persone. Si tratta di cinque operatori del personale di Avr.  “Noi il bando lo abbiamo fatto ed erano arrivate delle domande – ha spiegato la direttrice Petrone – le persone ritenute idonee non si sono però presentate alle visite”.

Info Poin Aamps a Fabbricotti – Per aiutare i cittadini a svolgere nel miglior modo possibile la raccolta differenziata “Porta a Porta”, da poco avviata nella zona Fabbricotti, venerdì 29 e sabato 30 giugno, gli operatori di Aamps saranno presenti nel quartiere con uno stand informativo sul corretto conferimento dei rifiuti domestici. Venerdì 29 dalle 17 alle 20 gli operatori della società in house del Comune di Livorno per la gestione del ciclo integrato dei rifiuti e della pulizia stradale saranno a disposizione dei cittadini per tutte le informazioni sul servizio di raccolta differenziata domiciliare.

L’info-point di Aamps sarà allestito all’ingresso principale di Villa Fabbricotti, sul viale della Libertà. Sabato 30 dalle 9 alle 13 l’info point sarà presente sempre sul viale della Libertà, ma dalla parte di Barriera Roma.

Per questa occasione sarà attiva anche una postazione di raccolta straordinaria di rifiuti ingombranti per il servizio di “Sgomberatutto” gratuito che l’azienda sta portando avanti in tutti i quartieri della città. Sarà dunque possibile disfarsi gratuitamente di vecchi armadi, elettrodomestici inutilizzati e quant’altro di non facile smaltimento portandolo allo stand attrezzato per il ritiro.

Il servizio di ritiro ingombranti è comunque attivabile anche per tutti gli altri giorni dell’anno seguendo le indicazioni disponibili nella sezione dedicata del sito aziendale (https://www.aamps.livorno.it/cittadini/raccolta-differenziata/raccolta-porta-a-porta) da dove è anche possibile scaricabile gratuitamente il kit digitale per l’utente, in particolare i calendari con i giorni e gli orari di ritiro delle diverse tipologie di rifiuto, relativamente ai diversi rioni, e le norme stabilite dalle ordinanze sindacali in materia.

Per ulteriori informazioni: numero verde 800-031.266 (dal lunedì al giovedì dalle 8:00 alle 13:00 e dalle 14:30 alle 17:00 e il venerdì dalle ore 8:00 alle 13:00), [email protected], facebook/twitter/mobile APP (“Aamps Livorno”).

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # Enzo

    Quoto in pieno. Sarà mica politica..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.