Cerca nel quotidiano:


Nogarin: “Chiederemo di fare tutte le verifiche. Calafuria è al primo posto”

I fatti di Genova spostano l'attenzione dei livornesi verso i due più importanti viadotti cittadini. Nogarin: "In corso un iter. Al primo posto il ponte di Calafuria. Sul Lotto Zero approvata mozione pre Genova"

giovedì 16 agosto 2018 14:39

Mediagallery

I fatti di Genova, inevitabilmente, spostano l’attenzione dei livornesi verso i due principali ponti presenti nel nostro territorio anche se, come spiega il sindaco nel corso del colloquio con Quilivorno.it del 16 agosto, “non dobbiamo farci prendere da fobie”. Il pensiero va dritto sul Romito: a Calafuria e Calignaia (realizzazione di entrambi datata anni Cinquanta). Qual è il loro stato di salute si chiedono in molti in queste ore sui social? La risposta non può certo essere data in quattro e quattr’otto dal sindaco-ingegnere in poche righe. Che, tuttavia, da una parte ricorda quanto sia importante ora più che mai riprendere in mano i lavori del Lotto Zero (tra l’altro la mozione “Lotto Zero e completamento asse logistico tirrenico” è stata approvata all’unanimità nell’ultimo consiglio comunale del 26 luglio), dall’altra spiega: “Su queste due strutture le verifiche sono attive da tempo. Ricordo, per esempio, i lavori eseguiti a Calafuria nel 2017 e a Calignaia nel 2015 per circa 200mila euro. Pur non essendo “nostri” da un punto di vista giuridico-amministrativo l’amministrazione li segue da vicino. E non da ieri. Da amministratore pubblico, penso che al manifestarsi di eventi come quello di Genova le istituzioni debbano subito saper reagire e dimostrare di aver imparato la lezione. E nell’elenco al primo posto metteremo il ponte di Calafuria”.
Inoltre, va detto che non più tardi di due mesi fa il sindaco e l’assessore Aurigi hanno partecipato ad un tavolo tecnico su sicurezza e manutenzione stradale a Firenze nel corso del quale si è fatto il punto anche sul tratto che va da Livorno a Quercianella, con particolare attenzione proprio ai due viadotti. “E’ in corso un iter che, voglio precisarlo bene, non è frutto della tragedia di Genova ma come si è capito va avanti da tempo. Chiederemo però con più forza ai vari organi responsabili di fare tutte le verifiche del caso affinché sia garantita la sicurezza collettiva di chi se ne serve e di chi gli sta intorno. Appena avremo delle novità le comunicheremo”. Infine, una riflessione: “La questione relativa alla sicurezza delle infrastrutture deve essere affrontata anche dal punto di vista culturale: dobbiamo capire che la manutenzione ordinaria è parte integrante di un’opera e che un manufatto non ha una vita infinita ed esiste un momento in cui va tirato giù e rifatto. All’estero non mancano esempi in questa direzione”.

Riproduzione riservata ©

48 commenti

 
  1. # Stefano

    Meglio aver paura che toccanne….

  2. # Purolivornese

    FOBIE NON È CHE L’ABBIAMO..
    MA UN CONTROLLO ACCURATO È GIUSTO CHE LO FACCIANO…..

  3. # Massimo

    Togliamo traffico pesante! Così andiamo al mare in bici.

    1. # Ema

      È stato tolto il traffico pesante

  4. # ZenEros Lotto zerro (si, come il pesce)

    Boia! Fanno anche il mitico Lotto Zero! Grande Noga! Deh, ero piccino! Comunque se TENGOILCONTO riesce a smettere di ridere, per favore, può aggiungere anche questa alla lista?

    1. # 0586

      400 milioni di euro per il mitico lotto zero….serve un pozzo di soldi!!!

  5. # Alessio

    i viadotti che passano sopra la Variante? non mi sembrano a prima vista e da “profano”… messi molto bene.
    Si vedono bene le anime di ferro che non sono più protette dal cemento (campata viadotto ingresso Livorno industriale per esempio), fate controllare se già non lo è stato fatto.
    Grazie

  6. # Dubbioso

    La prima verifica da fare è quella dello stadio. È stato costruito negli anni 30 ed è stata una delle prime opere in cemento armato a Livorno. È una struttura che ha oltre 80 anni e basta guardarla per rendersi conto di come è ridotta male. Io fossi il sindaco (lo stadio è di proprietà del Comune) ci penserei bene prima di farlo ancora utilizzare

    1. # antonino

      secondo te sulle gradinate dello stadio ci passano i camion?

      1. # Dubbioso

        Leggo in questi giorni che migliaia di ponti in cemento armato (calcolati in quanto tali per il passaggio di camion) hanno più di 50 anni e sono quindi arrivati alla loro massima durata. Analogamente altre strutture in cemento armato anche se calcolate per carichi minori immagino che dopo un certo numero di anni arrivino comunque alla massima durata. Lo stadio quindi che ha oltre 80 anni, secondo me andrebbe verificato, così come altre strutture molto vecchie .

      2. # Daniele

        No non ci passano….è per questo che esiste il pericolo di crollo in quanto la struttura è stata concepita per carichi molto leggeri.

      3. # Tenetevi il miliardo, ne prendo dieci

        Il tuo è proprio un ragionamento penoso, fai quasi paura.

        1. # antonino

          ma fate pena voi, a sfruttare tragedie del genere per chiedere lo stadio nuovo e farlo pagare a tutti..

          Facciamo una bella cosa se non vi fidate che crolli lo stadio, non ci andate! tanto non è come i ponti che servono, allo stadio si può anche non andarci

  7. # Zato

    Io al primo posto ci metterei lo stadio

    1. # mat

      Anch’io metterei lo stadio al primo posto ma per la demolizione e riutilizzo dell’area per parco giochi e attività sportive per bambini e ragazzi. Se Spinelli e il Livorno vogliono lo stadio se lo vanno a fare a Nugola e più che altro se lo devono pagare. Così non danneggiano ne viabilità e libertà dei residenti vicinanze stadio, ne le risorse economiche comunali . Con quello che vengono pagati i calciatori possono anche pagarsi lo stadio. Le risorse comunali frutto delle tasse pagate dai cittadini (purtroppo pochi) devono essere spesi per il bene di tutti i cittadini, non per pochi tifosi.

      1. # Morchia

        lo stadio è per tutti, come i palazzetti, i teatri, ecc… poi ognuno usufruisce di ciò che gli interessa. Poi tra sistemare i ponti, le strade ecc… e lo stadio, è evidente quale siano le priorità

        1. # Zato

          Forse sono stato frainteso. Il sindaco parla di verifiche e la prima struttura da verificare non tanto perché è un impianto calcistico, ma per la sua vetustà e per le condizioni in cui si trova, è proprio lo stadio. Infatti una porzione è già stata dichiarata inagibile e questo dimostra la sua precarietà

      2. # cinzia lubrani

        ben detto per certa gente conta

        solo il calcio

      3. # Valerio

        Libertà dei residenti? È nato prima lo stadio o i condomini intorno….

        1. # daniele

          bravo, dinnene

    2. # frankie

      …….io pure(se fanno in tempo)

  8. # Fabio

    I controlli vanno fatti anche sulla superstrada FiPILI. In alcuni tratti,fra Collesalvetti e Livorno,dove vi sono le giunzioni fra le due lastre di cemento,si sono creati avvallamenti molto importanti,tenendo presente che il passaggio dei mezzi pesanti lungo questa tratta sono più che triplicati rispetto agli anni 80….e non venite poi a dire che nessuno l’aveva detto.

  9. # ANDREA

    Completare il tunnel Boccale – Chioma è l’unica cosa intelligente da fare. Liberiamo la costa dai TIR e dal traffico auto e ridiamola come stupenda oasi di svago e riposo oltre che vera attrattiva turistica.

    1. # antonio

      caro andrea bisognerebbe investigare di come hanno chiuso dopo guerra la miniera di solfite ovvero zolfo di nibbiaia dove hanno trovato per puro caso le colate di magma,,,bisognerebbe vedere da dove vengono i soffioni di Larderello o anche tutte le sorgenti termali con acqua caldissima vedi anche le terme del corallo anche se in disuso oppure la puzzolente con acqua che puzzava di zolfo ,,,e mi domando spero che nessun vulcano dormiente che ci nascondono possa risvegliarsi

  10. # Bravo sindaco

    Verifiche subito e condoglianze a Genova una tragedia assurda

  11. # Fabio

    Ribadisco anche il ponte della rosa che attraversa via dell’ardenza sarebbe da controllare

    1. # fabio

      e’ stato controllato.. forse non te ne sei accorto

  12. # fabio

    questa è l’occasione per chiudere definitivamente il traffico pesante dal tratto. Vediamo se ha gli attributi per farlo.

  13. # Riccardo

    Togliere il transito dei mezzi pesanti

  14. # 0586

    lotto zero…. ma cosa ragionano in consiglio comunale……sono decenni che se ne parla e servono decine di milioni di euro ,hanno trovato un pozzo di petrolio sul Romito?

  15. # LUCA

    Vorrei ricordare che accanto a calafuria si e aperta una voragine da praticamente un anno fa, dall’alluvione

  16. # Ginseng

    E lo stadio?

  17. # Gino

    E IL PONTE DELLA ROSA? a parte la sicurezza, ma a cosa serve? Brutto, inutile, costoso (costruirlo e mantenerlo) e in bocca alle case

  18. # Fausto

    Se sistemano i ponti con lo stesso tempo che hanno sistemano quello che porta in Darsena Toscana c’è da sta’ tranquilli…

  19. # ema70

    Ora Vorrei proprio vedere tutti quei livornesi che dicevano di non rifare lo stadio. Già tanto prima ci sono cose più importanti vero? Cercate di smetterla di fronte a queste cose perché anche lo sport è una componente importante del vivere sociale e della qualità della vita.

  20. # mi fate ride

    Controllate ma anche la galleria di Montenero!! Ma la lampadina vi si accende solo quando vedete la TV ? L’ambiente che vivete tutti i giorni non lo osservate?

  21. # cappuccino

    Quello stadio , specialmente la gradinata dove purtroppo ho fatto l’abbonamento, a me fa paura. sto meditando di non andarci più.

  22. # frapab

    Il ponte di Calignaia è da tempo a rischio. Si tolga quanto prima il traffico pesante sempre più in aumento che oltretutto non è in armonia che la grande valenza ambientale di questi luoghi, crea rischi spaventosi alla circolazione e non fa dormire, di notte, per il rumore assordante gli abitanti di Quercianella. I Sigg. politici, invece di fare tanti discorsi, siano concreti! Non c’è tempo da perdere! “MELIUS PREVENIRE QUAM CURARE”.

  23. # luca di ardenza

    Lotto zero! Abbiamo perso una bella occasione. Quando lo Stato ha concesso la variante Aurelia alla società autostrade per fare il tratto Rosignano Civitavecchia, Quella era l’occasione per chiedere in cambio la realizzazione del lotto zero a carico della società autostrade. Certo deviare il transito dal Romito dai mezzi pesanti e tante auto che sono solo di passaggio, i ponti di Calafuria e Calignaia, avrebbero un be respiro. E se è vero che abbiamo una costa bellissima, con questa soluzione non potrà che migliorare ancora.
    Grazie

  24. # antonino

    ti pareva non approfittavano della tragedia di Genova per chiedere lo stadio nuovo? Ma sulle gradinate ci passano le macchine? Non credo.. cosa c’entra lo stadio?.. nulla.
    Abbattetelo lo stadio e fatevene uno nuovo a collesalvetti, senza curve tanto per la C non servono.
    Poi paranoie assolute a chiedere di chiudere il ponte alla rosa, il ponte alla scopaia, il ponte all’ardenza, i ponti sulla fi-pi-li …sì torniamo ai traghettatori..

    1. # Dubbioso

      Non stiamo parlando di uno stadio nuovo, questo è un altro aspetto: qui si sta parlando di verifiche di una struttura pubblica. Ci vuole un controllo serio perché è una delle prime costruzioni in cemento armato ormai arrivata al limite massimo del ciclo di utilizzo

      1. # antonino

        se avete paura non ci andare, semplice. I ponti servono sono essenziali, lo stadio no, è solo per divertimento, quindi è l’ultima delle cose da controllare. Se lo abbattete meglio, con il livorno in serie C basta che giocate al campo del picchi

  25. # Cairo

    Pagatevelo lo stadio, il Comune non deve sborsare un soldo per il divertimento di pochi tifosi!

  26. # Pina bellato

    Vero! chi gestiva Livorno e la Regione a quei tempi?………cmq anche gli ambientalisti ( i Sigg..No a prescindere ) dovrebbero farsi delle domande

  27. # gabriella

    caro sindaco, in via vico alla rosa sul dietro di via montessori dove ci passano tantissime macchine, autobus e moto, c’e’ una buca da 3 o 4 anni che e’ molto pericolosa, a parte lo stallo d’acqua che si crea all’inizio della strada quando piove. e’ un lavoro da niente, ma non c’e’ neanche un cartello.Figuratevi se mi fido dei ponti e di strutture più’ imponenti..anche il rifacimento di segnaletica comporta mancato pericolo…mah..

  28. # Emme

    Si deve controllare tutto. Ma non ci sono soldi.Tante parole che emergono quando succedono le tragedie ma la realtá è un altra. Alla base c ‘è un sistema di gestione fallimentare

  29. # u8go nogarinINO sono otto

    ci vanno levati i bidoni della spazzatura, sono pesanti, va fatta la porta a porta, bidoncini più leggeri ed eleganti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive