Cerca nel quotidiano:


Festività in sicurezza, rafforzati i servizi di vigilanza

Massima attenzione sarà rivolta anche nelle zone della città di Livorno dove sono programmati eventi, spettacoli e mercati natalizi, mediante la pianificazione di servizi interforze

Venerdì 9 Dicembre 2016 — 16:30

Mediagallery

Festività natalizie in sicurezza. E’ questo il tema trattato venerdì 9 dicembre in Prefettura in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto dal Prefetto, dott.ssa Anna Maria Manzone, al quale hanno preso parte le forze dell’ordine, i comandanti della polizia municipale e provinciale, il vice comandante dei vigili del fuoco, il dirigente dell’Anas, del Compartimento Viabilità della Toscana, i direttori della società Autostrada Salt e della società Autostrada Sat e il Responsabile del Servizio 118.

Nel corso della riunione sono state affrontate le problematiche che solitamente si riscontrano in particolari periodi come quello delle imminenti festività natalizie in cui si registra un notevole afflusso di persone, situazione che esige un’intensificazione dei servizi di vigilanza e controllo del territorio.
Pertanto, sono stati rafforzati i servizi di prevenzione e vigilanza ed è stata implementata l’attività info- investigativa e di controllo generale del territorio e degli obiettivi sensibili, nonché la necessaria attività volta a prevenire e contrastare i delitti di natura predatoria, pur se i reati contro il patrimonio risultano in calo grazie all’incisiva attività posta in essere dalle forze dell’ordine.

Inoltre, in considerazione dell’incremento del traffico sulle arterie stradali ed autostradali che si registra in tale periodo, sono stati predisposti servizi di viabilità e di controllo  in materia di sicurezza stradale, per i quali le Forze di Polizia hanno assicurato l’effettuazione di servizi straordinari nell’arco delle 24 ore.
Analogamente, i dirigenti della Salt, della Sat e dell’Anas hanno garantito l’avvenuta adozione delle necessari misure di vigilanza e di pronto intervento, non solo in caso di incidenti stradali ma anche in caso di avversità meteorologiche con l’attivazione del Piano di emergenza unitamente agli altri organi competenti.

Gli stessi dirigenti hanno assicurato che i tratti stradali dell’Aurelia, nel periodo in questione, saranno praticabili in quanto è prevista, a breve, la chiusura di alcuni lavori in corso che, comunque, non interrompono il flusso veicolare, in quanto trattasi di semplice restringimento della carreggiata.
Saranno incrementati altresì i servizi in ambito portuale, ferroviario, nei centri commerciali ove è previsto un maggiore afflusso di persone.
Massima attenzione sarà rivolta anche nelle zone della città di Livorno dove sono programmati eventi, spettacoli e mercati natalizi, mediante la pianificazione di servizi interforze. A tal riguardo, la polizia municipale intensificherà i controlli con speciali presidi fissi in città fino alla chiusura dei negozi.
Saranno quindi intensificati i controlli amministrativi nei confronti degli esercizi commerciali a tutela dei consumatori, nonché l’attività di contrasto al commercio abusivo e alla vendita di prodotti contraffatti, anche con riferimento alla commercializzazione illegale di artifici pirotecnici.

I vigili del fuoco assicureranno il rafforzamento dei servizi per i necessari interventi di competenza. Sono state infine affrontate le possibili criticità per la salute e l’incolumità pubblica, per le quali il Servizio 118 ha assicurato la massima disponibilità al fine di corrispondere ad un possibile incremento di richieste di intervento.  L’attuazione dei suddetti servizi garantirà una maggiore sicurezza ai cittadini perché possano trascorrere in un clima di serenità le imminenti festività natalizie e, grazie a una maggiore presenza delle istituzioni, rafforzerà in essi la sicurezza percepita.

 

 

Riproduzione riservata ©

2 commenti

 
  1. # Carlo

    se si deve controllare il territorio, come si fa a permettere che ogni esercizio commerciale sia presidiato da un migrante economico ? come si può permettere che in centro decine di altri migranti economici importunino i passanti, soprattutto persone anziane e sole ? che davanti ad ogni supermercato stazionino rom, senegalesi, tutti a chiedere ?